Piante

Coltivazione di ortensie

Quando l’estate è al culmine, potrete sicuramente godere di bellissimi cespugli di ortensie che adornano giardini o spazi verdi . Quindi, se non sapete molto di queste piante, seguite questi passi per avere un buon arsenale.

La coltivazione di ortensie

Scegliere la varietà

Per scegliere l’ortensia da piantare, è necessario sapere qual è il tipo migliore, a seconda della zona del giardino. Controllare la mappa di resistenza dell’area di piantagione per determinare il numero della zona. Va notato, tuttavia, che le varietà più comunemente scelte sono scelte per la loro resistenza e per la produzione di fiori di lunga durata.

  • Ortensia macrofila e tappo in pizzo. Crescono bene nella zona 8, che ha un clima caldo. Non crescono bene nelle regioni fredde se non si prendono misure per proteggerle. L’ortensia macrofila “estiva senza fine” è un tipo di pianta che fiorisce più di una volta in estate. Produce grandi mazzi di fiori blu o rosa che si intensificano di colore con l’avanzare della stagione.
  • Ortensia quercifolia. Cresce bene nei luoghi dove le estati sono calde e non molto umide. È resistente nelle zone 4b5a. Produce fiori bianchi.
  • Ortensia Anabelle. È più resistente al freddo rispetto all’ortensia macrofila o alla quercifolia. Crescono bene nella zona 3. Questo tipo di pianta ha fiori bianchi che col tempo diventano verde chiaro.
  • Ortensia Peegee. Può crescere e resistere di più. Cresce più a nord di Anabelle, ma può crescere anche a sud. I fiori sono bianchi.

Pianificazione della stagione di semina

Piantatele in primavera o in autunno, poiché si tratta di climi moderati, in modo che le ortensie possano acclimatarsi alle condizioni del suolo e attecchire prima che il clima diventi più estremo.

Scegliere il posto migliore

Le ortensie sono facili da coltivare, sia in vaso che in aiuola. Qualunque sia il metodo utilizzato, dovrebbe ricevere il sole al mattino e una parziale ombreggiatura nel pomeriggio. Le ortensie con foglie grandi crescono in ombra parziale, quindi dovreste scegliere questa varietà se avete una zona d’ombra.

Arricchisce il terreno con il fertilizzante

Le ortensie hanno bisogno di un terreno ricco e ben drenato per rimanere umide. Se si lavora con terreno scarso o secco, si dovrebbe preparare con un po’ di fertilizzante in modo che le ortensie possano svilupparsi in modo ottimale. Se il terreno trattiene l’acqua, si può aggiungere della torba per asciugarlo.

Scavare una buca

Il foro che si scava dovrebbe essere profondo quanto la palla di radice dell’ortensia e largo almeno il doppio. Se si prevede di piantare più di un’ortensia , dovrebbe avere uno spazio da 1 ½ a 2 m in modo che possa crescere in grande. Alcune ortensie possono essere piantate vicine, ma altre devono essere lasciate larghe almeno 3 m.

Piantare l’ortensia

È importante assicurarsi che le radici dell’ortensia siano annaffiate al momento della semina. Iniziare a mettere la palla di radice della pianta nel foro. Riempire il buco con qualche centimetro d’acqua e annaffiare un po’ di più. Piantate l’ortensia ad una profondità media, perché se è troppo profonda le radici possono rompersi e se è troppo bassa, la pioggia o il vento possono soffiare via.

Mantenere il terreno umido

Se il terreno è asciutto, le piante si seccano. Quindi, durante i mesi caldi, assicuratevi di annaffiarli ogni giorno. Acqua l’ortensia vicino alla base e sopra le radici. Evitare di spruzzare direttamente i fiori per evitare scottature.

Rifilare solo se necessario

Non è necessario potare le nuove ortensie, perché se vengono potate, molto probabilmente non produrranno fiori per la primavera successiva. Ora, se avete delle vecchie ortensie e sono diventate troppo grandi, dovete potare. Non potare a livello del suolo a meno che il cespuglio non sia molto grande.

Assicuratevi di potarli al momento giusto dell’anno (a seconda del periodo dell’anno in cui è stata piantata l’ortensia). Le ortensie a foglie grandi devono essere potate dopo che i fiori sono appassiti. Le ortensie devono essere potate a fine inverno o all’inizio della primavera o dell’autunno. L’ortensia delle anabelle può essere potata leggermente in estate o dopo la fioritura primaverile e anche a fine inverno. H. Quercifolia e altri tipi di ortensie possono essere potate mentre la pianta è dormiente.

Come cambiare il colore dell’ortensia

Il colore delle ortensie dipende dal pH del terreno in cui sono piantate. Se avete ortensie blu o rosa, molto probabilmente potete cambiare il colore cambiando il pH del terreno. E anche se questo può richiedere tempo, bisogna avere pazienza. Ora, se si vuole cambiare il colore da rosa a blu, è necessario ridurre al minimo il pH del terreno aggiungendo muschio di torba o zolfo. Per cambiare il colore dei fiori da blu a rosa, aggiungere calcare al terreno per aumentare il pH del terreno. Le ortensie bianche non cambiano colore.

Cosa ne pensa delle informazioni sulla coltivazione di ortensie ?

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *