Miseria

Conservazione delle arachidi: per saperne di più sul recupero post-raccolta delle arachidi

Un anno, quando io e mia sorella eravamo bambine, abbiamo deciso di coltivare una pianta di arachidi come esperienza divertente e, dal punto di vista di mia madre, educativa. Probabilmente è stata la mia prima incursione nel giardinaggio e, sorprendentemente, ha portato a un vero e proprio raccolto di arachidi, anche se estremamente poco appetitoso. Purtroppo non sapevamo che le noccioline dovevano essere indurite dopo la raccolta, seguite dalla tostatura, prima che sapessero di noccioline del parco.

Come essiccare le piante di arachidi

La guarigione delle arachidi nei giardini non avviene direttamente, ma solo dopo il raccolto. Le arachidi, note anche come goobers, ceci, piselli, arachidi e arachidi, sono legumi che crescono solo sul terreno ma che danno frutti nel sottosuolo. Le arachidi sono classificate in base alla varietà di noce (spagnola o della Virginia) o in base al loro habitat di coltivazione – sia come corridori che in grappoli. Le arachidi della Virginia sono il tipo che si trova nei parchi di baseball di tutto il paese con uno o due grossi fagioli per baccello. Le arachidi spagnole hanno due o tre fagioli più piccoli e sono spesso vendute con una “pelle” rossa arrugginita che si attacca all’esterno

.
il dado.

Entrambe le varietà richiedono un terreno ben drenato. Dovrebbero essere piantati dopo che il pericolo del gelo è passato, in quanto hanno bisogno di una temperatura del suolo di 18°C per germogliare. Seminare i semi di arachide ad una profondità di 1-12 cm, ad una distanza di 6-8 cm. Tipi di mazzo spaziale a 24 cm di distanza l’uno dall’altro e arachidi comuni a 36 cm di distanza. Questi annuali della stagione calda hanno bisogno di almeno 120 giorni senza gelo per maturare.

Il contenuto di umidità di un seme di arachide, una volta scavato, varia dal 35 al 50%. Questo contenuto di umidità relativamente elevato dovrebbe essere ridotto all’8-10% mediante un’adeguata essiccazione post-raccolta delle arachidi. Un indurimento insufficiente porterà alla formazione di muffe e al deterioramento.

Essiccazione delle arachidi dopo la raccolta

Raccogliere le arachidi non appena il fogliame diventa giallo, dalla fine dell’estate all’inizio dell’autunno. Scavare con cura la pianta e scuotere il terreno sciolto dai baccelli. Le arachidi possono essere essiccate con un processo naturale o meccanico. I coltivatori commerciali usano tecniche meccaniche per essiccare le arachidi, ma il coltivatore per hobby può essiccare le arachidi all’aria aperta.

Potete provare ad asciugare le arachidi in un capanno da giardino o in garage, o in una finestra interna, purché siano calde e asciutte e il livello di umidità sia mantenuto basso. Appendete la pianta lì per una settimana o due. Condizioni umide o bagnate causeranno la putrefazione delle noci, mentre il calore eccessivo o la rapida essiccazione ridurranno la loro qualità, dando alle arachidi uno strano sapore e rompendo i gusci.

La pioggia durante gli ultimi giorni della cura causerà lo scolorimento della crosta e la possibile infezione da parte di muffe e insetti.

Stoccaggio di arachidi

Una volta che le noci sono state correttamente salate, le arachidi devono essere conservate in sacchetti di rete in un luogo fresco e ben ventilato fino a quando non si decide di arrostirle. Le arachidi hanno un alto contenuto di olio e finiranno per diventare rancide. Per prolungare la durata di conservazione delle arachidi, conservarle in un contenitore ermetico in frigorifero per diversi mesi o nel congelatore per diversi anni.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Cerrar