Piante

Requisiti e cura del pero

Il pero ( Pyrus communis ) è un albero di grande bellezza, per l’attrattiva dei suoi frutti e la sua abbondante fioritura . È originaria dell’Europa sudorientale e dell’Asia Minore. I peri sono adatti per la realizzazione di cordicelle e per l’appiattimento delle forme. Oltre ad essere innestato su portainnesti meno vigorosi.

Potresti essere interessato anche a : Crescita del ribes nero passo dopo passo

Il pero e la sua coltivazione

Requisiti climatici : Il pero cresce in climi aridi, da moderati a caldi. Le estati secche sono essenziali per controllare le malattie batteriche e le notti fredde (10˚C) nel mese che precede il raccolto possono portare a una maturazione prematura, influenzando le dimensioni e la qualità.

I peri sono meno resistenti al freddo dei meli. Per questo motivo sono più limitati a climi senza inverni freddi. Anche se ci sono alcune varietà che sono resistenti alle basse temperature.

Requisiti del suolo : Gli arbusti crescono meglio in terreni profondi, aerati, sabbiosi, ben drenati o argillosi. Gli alberi richiedono un terreno profondo (tra 1 e 2 m di profondità) e generalmente crescono in terreni con un’alta falda acquifera.

Coltivazione: I fattori che generalmente influenzanoKC sono dovuti al tipo di coltura durante l’evaporazione dal suolo.

Fasi di crescita : fase iniziale, fase di sviluppo delle colture, fase di metà stagione e fase di fine stagione. La durata di ogni fase è un fattore importante nella quantità di irrigazione da applicare. Viene anche utilizzato per calcolare il tempo di applicazione dell’irrigazione.

Modelli di pere : Le pere sono coltivate su modelli di mele cotogne, in quanto gli alberi di mele cotogne producono alberi più piccoli, il che rende più facile la raccolta e induce una fioritura più precoce.

Impianto : piantato in autunno inoltrato o in inverno se a radice nuda. La preparazione del terreno e la piantagione sono le stesse che per il melo.

Concime : In basso: letame 50 tonnellate per ettaro, fosforo 400kgha, potassio kgha. Manutenzione: 30 tonnellate per ettaro ogni 3 anni, azoto 100 kgha, fosforo 100Kgha, potassio 150Kgha.

Raccolto : La pera non deve maturare come la mela. Così, non appena cambia colore, la buccia del frutto (da verde scuro a verde chiaro) può essere raccolta. Se, quando si prende la frutta, si attorciglia e si stacca facilmente, è quasi matura e il sapore sarà fantastico. Ora che so che se si rompe lo stelo, dovremmo aspettare ancora un po’.

Conservazione : per mantenere fresche le pere, esse vanno poste in cassette di legno, senza avvolgerle, in modo che la polpa non si decolori.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.