Suggerimenti

10 giardini epici della storia

Se quest’anno siete alla ricerca di un po’ di ispirazione per pianificare il vostro giardino e le vostre piante, quale posto migliore per iniziare se non un tuffo in alcuni dei giardini più sorprendenti della storia. Ce ne sono decine, se non centinaia, tra cui scegliere, ognuna deliziosamente ricca di bellezza, originalità e meraviglia. Abbiamo elencato qui i nostri dieci giardini storici preferiti per il vostro divertimento:


I giardini botanici reali di Kew e Wakehurst (Londra e Sussex)

Nessun elenco di giardini sorprendenti è completo senza una menzione di Kew. Fondata nel 1759 e patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 2003, descrive la sua missione a Kew come “essere la risorsa mondiale per la conoscenza delle piante e dei funghi e il principale giardino botanico del mondo”.

Dal punto di vista del visitatore, si può godere della diversità del paesaggio, del lusso delle serre, della sua banca dei semi e di una sorprendente collezione di piante belle e insolite.


I Giardini di Versailles (Francia)

Creati nel 1630, i giardini di Versailles sono tipicamente francesi e si estendono per circa 800 ettari. Rimangono maestosi, formali e un esempio di giardinaggio di precisione al suo meglio. Prati curati con cura, sculture e una rete di sofisticate fontane e giochi d’acqua rimangono al centro di questi impressionanti giardini reali.


I giardini perduti di Heligan (Cornovaglia)

Immersa nel romanticismo e nel mistero, una scoperta casuale nel 1995 ha portato allo scavo e alla rinascita di uno dei giardini più affascinanti d’Inghilterra. La famiglia Tremayne fa parte della tenuta di famiglia da 400 anni. Dalla metà del XVIII secolo, la famiglia ha sviluppato alcuni dei più bei giardini, tra cui un burrone, un giardino giapponese, un giardino all’italiana e piante rare ed esotiche provenienti da tutto il mondo.

Ma con lo scoppio della guerra nel 1914, molti giardinieri se ne andarono e non tornarono più e i giardini furono letteralmente dimenticati. Divennero troppo grandi fino a quando uno dei discendenti della famiglia non scoprì una piccola stanza in un angolo della tenuta. Ora completamente restaurati, i giardini rimangono un accattivante e potente ricordo del passato.


Progetto Eden (Cornovaglia)

Non lontano da Heligan c’è un altro fantastico giardino, ma per motivi molto diversi. Fu costruito in un vasto cratere in disuso (un tempo una miniera di argilla) e furono costruite una serie di gigantesche cupole a forma di bolla (Biomi). Utilizzando oltre 200 miglia di impalcature, creando 83.000 tonnellate del proprio letame e superando innumerevoli ostacoli (come le inondazioni), i giardini ospitano oggi la più grande foresta pluviale prigioniera e centinaia di altre affascinanti piante e giardini contemporanei.

Project Eden è un ente di beneficenza educativo che finanzia e sostiene progetti per la sostenibilità e la trasformazione sociale e ambientale, sia a livello locale che globale.


Giardino Zen Daisy Garden (Giappone)

Il giardino contemplativo buddista Zen Daisen-in, situato nel complesso del tempio Daitoku-Ji in Giappone, è molto diverso e molto più lontano da casa. Sviluppato già nel 1509, una parte del giardino è un’allegoria, mentre l’altra è destinata alla meditazione. Le rocce simboleggiano le montagne, e la ghiaia rastrellata con monticelli conici e la pietra di quarzo sono altrettanto simboliche. Un grande esempio di uno stile e di uno scopo molto diverso.

Il Giardino della Speculazione Cosmica (Scozia)

Nascosto in un sito di 30 acri vicino a Dumfries, questo giardino privato di sculture ispirato, come suggerisce il nome, alla cosmologia, alla scienza e alla matematica si è sviluppato intorno a temi come i buchi neri e i frattali. È certamente unico, molto elegante e quasi minimalista quando si tratta di piante, ma è una bella combinazione di scultura, simmetria e natura. E’ anche molto occasionalmente aperto al pubblico.


Giardini fioriti di Keukenhof (Paesi Bassi)

Se vi trovate in Olanda, questo giardino fiorito è un must da vedere. In un sito che risale a diversi secoli fa, ha iniziato ad evolversi nel suo formato attuale a partire dal 1857, ma solo quasi 100 anni dopo, nel 1949, un gruppo di 20 esportatori di bulbi di fiori ha elaborato un piano per utilizzare la tenuta per un’esposizione permanente di bulbi di fiori primaverili.

È stato descritto come un fiume di fiori e nel 2016 sarà possibile godersi la sua 67a mostra sul tema dell’età dell’oro e circa 7 milioni di fiori.


Serre reali di Laeken, Belgio

Un palazzo di vetro, questo vasto mare di padiglioni di vetro e serre è stato costruito alla fine degli anni Ottanta del XIX secolo e a quel tempo era incredibilmente innovativo e ispirava una generazione di architetti in Belgio. Create sul terreno del Palazzo Reale di Laeken da Re Leopoldo II, le serre coprono circa 270.000 metri quadrati e sono ornate, classiche e reali.

Le serre, che ospitano ancora alcune piante della collezione originale di Re Leopoldo, ospitano centinaia di piante rare e insolite, includono un giardino d’inverno e sono splendidamente illuminate di notte.


Giardini storici di Maplelawn (Canada)

Un po’ più lontano, ma altrettanto affascinante, è il giardino murato del XIX secolo a Maplelawn, Ontario. Pochissimi di questi giardini sono sopravvissuti e Maplelawn è stata designata Sito Storico Nazionale dal Historic Sites and Monuments Board of Canada perché ” i suoi giardini sono i meglio conservati dei pochi esempi conosciuti di giardini murati dell’inizio del 19° secolo in Canada. “( tixag_14) I suoi giardini sono il meglio conservato dei pochi esempi conosciuti di giardini murati dell’inizio del XIX secolo in Canada e forniscono una chiara testimonianza di come le idee architettoniche e paesaggistiche europee siano state trapiantate in Canada. La loro variegata collezione di piante e alberi offre uno sguardo unico nel suo genere.


Giardino botanico di Huntingdon (California, USA)

Fondata nel 1903, se è la diversità che cercate, ecco un’altra cosa da non perdere. Tra le sue delizie ci sono un giardino cinese e giapponese con padiglioni, case da tè, un patio bonsai e un giardino zen, oltre alla più grande collezione al mondo di cactus e piante grasse del Giardino del Deserto, un roseto, un giardino subtropicale e qualcosa di molto pratico per i bambini. È la botanica al suo meglio e una straordinaria collezione dei migliori al mondo.


E’ un wrap

Così abbiamo girato il mondo con i nostri dieci giardini preferiti, ma in realtà ne abbiamo solo scalfito la superficie. Tutti i nostri preferiti sono stati aggiunti alla nostra lista perché hanno un senso dell’epico e importante, ma solo nel Regno Unito ce ne sono decine di altri che si possono godere e ispirare nel proprio spazio creativo. Avete un preferito che vorreste condividere con noi o un grande giardino che ha influenzato il vostro stile di giardinaggio? Condividete con noi le vostre foto e i vostri preferiti sulle nostre pagine di social media o lasciate un commento qui sotto, e godetevi il nostro viaggio di giardinaggio intorno al mondo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *