Suggerimenti

7 piante aromatiche e officinali che puoi piantare in casa

Ti piacerebbe gustare erbe aromatiche fresche nelle tue ricette di cucina? E poterli utilizzare per prenderti cura di te in modo naturale utilizzandoli nei rimedi casalinghi? Ci sono piante aromatiche e officinali che possiamo coltivare in vaso o contenitore in casa tutto l’anno senza avere un orto o un orto.

Ti darò alcune idee sulle piante aromatiche e medicinali che puoi coltivare in casa e alcuni suggerimenti e consigli chiave in modo che non sia difficile per te mantenerle in buone condizioni.

7 piante aromatiche e officinali che puoi piantare in casa

Melissa o Melissa

Questa erba è anche conosciuta come citronella, citronella o citronella. È una pianta perenne che ha la capacità di adattarsi molto bene a diversi tipi di substrati. Posizionalo in un luogo dove possa ricevere la luce del sole, anche se può crescere anche in luoghi semiombreggiati. Non necessita di annaffiature abbondanti, infatti la melissa è una pianta che tollera bene la siccità, quindi sarà meglio annaffiare meno che esagerare. Applicare uno strato di 2 cm di materia organica come getti di lombrichi o compost una volta all’anno per reintegrare i nutrienti e promuovere la fertilità. Avrai bisogno di una pentola profonda circa 30 cm e larga 30 cm.

In cucina possiamo usare la citronella in molti piatti perché fornisce un aroma e un sapore di limone molto gradevoli, potendo includerla in arrosti, preparazioni da forno, insalate, salse e condimenti e anche nei dolci.

Nella medicina popolare, la melissa viene utilizzata per lenire il mal di testa, aiutarci a rilassarci, combattere l’alitosi o l’alitosi, aiutare a ridurre la pressione alta e vertigini e nausea.

Dragoncello

La pianta del dragoncello è anche popolarmente conosciuta come Dragoncillo. Questa pianta aromatica resiste bene alle basse temperature. Anche se è vero che non sopporta molto bene l’ombra e se non riceve il sole diretto non può crescere bene. Posizionalo in una zona luminosa, lontano da fonti di calore come termosifoni o caminetti. È una pianta che si adatta bene a tutti i tipi di substrati, sì, forniremo materia organica una volta all’anno per garantire un buon apporto di nutrienti. Non necessita di annaffiature abbondanti, bastano annaffiature da 1 a 3 volte a settimana con poca quantità. Possiamo moltiplicarlo velocemente per talea principalmente in primavera.

In cucina possiamo usare il dragoncello per ricette al forno, stufati e condimenti. Ha un aroma molto caratteristico che dona un tocco diverso ai piatti. Questa pianta aromatica è molto apprezzata nella gastronomia francese ed è utilizzata in un’ampia varietà di ricette.

Nella medicina popolare il dragoncello è usato per combattere il mal di denti, è un rimedio naturale per alleviare il mal di testa , purificare il fegato e la cistifellea, l’insonnia e per alleviare i dolori dell’osteoartrosi e dei reumatismi.

Guarda il calendario della semina

Erbe Luisa

Questa pianta aromatica sprigiona un ottimo aroma. Non sorprende che venga utilizzato nella preparazione di colonie fatte in casa. Popolarmente, in alcune zone è anche conosciuto con il nome di Cedrón (proprio come Melisa). Per coltivare l’erba Luisa indoor abbiamo la possibilità di posizionarla sia in una zona soleggiata che riceve luce solare diretta sia in zone semiombreggiate con meno luce, la pianta si adatta molto bene ad entrambe le condizioni. È necessario un supporto con un certo grado di umidità, ma senza acqua in eccesso. Non sopporta sbalzi di temperatura e cresce molto bene a temperature calde. Tienilo lontano dalle correnti di vento. È più facile moltiplicare l’erba Luisa per talea che per seme.

In cucina, l’erba Luisa è molto buona nelle salse, fornendo un piacevolissimo aroma di limone. Puoi infatti infondere dell’olio extra vergine di oliva con delle foglie di erba Luisa tagliate o schiacciate e con questo olio puoi condire piatti caldi e freddi come le insalate. Gli dà un tocco unico. Ha un bell’aspetto anche in bevande fredde come limonate o cocktail.

Nella medicina popolare, l’erba Luisa è stata tradizionalmente utilizzata per la cattiva digestione e la pancia gonfia, gas, aiuta a combattere la fatica e migliora i disturbi respiratori.

Maggiorana

Questa pianta aromatica biennale ama il clima secco e caldo. Tuttavia, è una pianta forte che ha una certa resistenza al freddo. Quello che non tollera molto bene è il sole diretto, quindi è importante posizionarlo in un angolo semiombreggiato. Non esagerare con le annaffiature, come dicevo, gli ambienti secchi sono i preferiti della maggiorana e l’eccesso di umidità non fa bene. Non innaffiare finché non vedi che il substrato è asciutto. Questa pianta cresce molto bene in vaso ed è facile da moltiplicare per talea. Applicare getti di lombrichi o compost una volta all’anno.

In cucina possiamo utilizzare la maggiorana nella preparazione di brodi, stufati e arrosti. Aggiunge un tocco delizioso anche alle salse e persino ai condimenti per piatti caldi o freddi come le insalate.

Nella medicina popolare la maggiorana è una pianta medicinale apprezzata per la sua azione sedativa, digestiva, diuretica, tonica ed espettorante. È un rimedio naturale che ci aiuta a combattere l’insonnia, l’ansia, l’ emicrania , l’asma e il raffreddore.

Conoscere le proprietà delle piante medicinali

salato

Per coltivare questa pianta aromatica e medicinale è necessario averla in un vaso profondo circa 20 cm e largo almeno. È abbastanza rustico, quindi reggerà bene anche se non hai molta esperienza di giardinaggio. Bisogna evitare che il terriccio nel vaso si aggreghi, arieggiare di tanto in tanto il substrato ed evitare l’eccesso di acqua nelle irrigazioni. Apporta materia organica in autunno. Savory ama il sole, posizionalo in un angolo dove possa ricevere luce diretta. Come è una pianta annuale, è necessario estrarre i semi e semini loro ogni primavera o moltiplicare l’impianto con talee in primavera o in autunno.

In cucina il Santoreggia si usa principalmente nei piatti a base di legumi, sta benissimo nei primi piatti ed è un’erba da inserire nella preparazione delle vinaigrette perché molto aromatica. Il suo sapore può ricordare il timo .

Nella medicina popolare, questa pianta medicinale viene applicata nei casi di stanchezza e carie, combatte infezioni, funghi ed è molto efficace nel migliorare le nostre difese. Favorisce l’eliminazione del muco ed è molto interessante per migliorare i raffreddori.

Cumino

Se vuoi coltivare piante di cumino in casa, hai bisogno di vasi con una profondità e una larghezza di 20 cm. Come substrato puoi usare terriccio nero e aggiungere un leggero strato di lombrichi o compost. Assicurati che abbia un buon drenaggio perché l’umidità in eccesso costante può danneggiare le radici. Guarda i rischi e non esagerare con l’approvvigionamento idrico. La pianta di cumino ama il sole, quindi dovresti metterla in un luogo dove possa ricevere direttamente la luce. Questa pianta annuale è in grado di resistere alle basse temperature, ma non ama il vento, quindi è importante non avere la pianta in zone dove c’è corrente.

In cucina il cumino fornisce un aroma molto caratteristico che si sposa molto bene con i piatti a base di legumi, in particolare con le ricette a base di ceci come spezzatino, salse, arrosti, ecc.

Nella medicina popolare, il cumino è una pianta medicinale che viene utilizzata per migliorare la digestione lenta o pesante, combattere gas e flatulenza, stimolare la secrezione del latte materno e aiutare a rilassare i muscoli.

aneto

Le piante di aneto richiedono substrati ricchi di sostanza organica, puoi arricchire il terreno con humus o compost una volta all’anno. Cerca di posizionare le piante di aneto in un’area con una temperatura compresa tra 18 e 35 ºC. Non resiste molto bene alle basse temperature o ai forti venti. Evita di posizionare le piante in zone ombreggiate della casa, poiché l’aneto ha bisogno di luce, anche se non riceve luce diretta, sarà felice se lo metti in un angolo luminoso. Cercate di non annaffiarla troppo, tra le principali cause per cui queste piante muoiono troviamo l’eccesso di acqua nelle irrigazioni.

In cucina, l’aneto viene utilizzato in modo simile al finocchio . Si abbina molto bene a primi e secondi piatti, per il suo aroma è molto gradevole nelle salse e nelle zuppe.

Nella medicina popolare l’aneto viene utilizzato per la sua azione di miglioramento della digestione, ha anche un effetto sedativo e rilassante, aiuta a ridurre le emorroidi e a prevenire o combattere le infezioni.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *