Suggerimenti

Célula Vegetal: [Definición, Características, Tipos y Importancia]

Cos’è la cellula vegetale?

Le piante, come gli animali, sono costituite da tessuti e questi da cellule. La cellula vegetale è quella che costituisce il regno vegetale ed è costituita da nucleo, membrana e citoplasma.

Le cellule di piante, funghi e animali sono chiamate eucarioti: hanno un nucleo e altri compartimenti circondati da una membrana.

Differiscono nelle loro parti interne e nelle specializzazioni delle loro superfici. Sia le cellule vegetali che quelle animali condividono alcune caratteristiche, ma differiscono in altre.

La cellula vegetale ha parti uniche poiché esegue un processo esclusivo che è la fotosintesi . L’interno di una cellula eucariotica è diviso in diversi compartimenti funzionali, compreso un nucleo.

Lì hanno preso vita le cellule eucariotiche: Eu che significa vero e Karyon che significa nucleo e questo si riferisce ad esso. La cellula vegetale perfetta è costituita da una massa gelatinosa difesa da un involucro o membrana cellulosica.

All’interno di questa massa o membrana c’è un corpicino generalmente arrotondato od ovale detto nucleo, oltre a diversi corpuscoli o cromatofori, che, nel loro insieme, senza la membrana sono chiamati protoplasma.

Il protoplasma è la parte inferiore della cellula e ci sono piante in cui si trova solo una massa di protoplasma senza nucleo o cromatofori. Lo strato parietale delle piante che hanno cellule complete è molto importante per le sue proprietà osmotiche e questo è il motivo dell’assorbimento di acqua da parte della cellula.

Oltre alla funzione nutritiva e di crescita della pianta che le cellule sono incaricate insieme al protoplasma, in esse è concentrato anche il potere riproduttivo, cioè la funzione di perpetuare la specie.

Tutte le cellule sono simili in tre modi: iniziano la vita con una membrana plasmatica, una regione contenente il DNA e un citoplasma. La conoscenza delle cellule è iniziata solo dopo l’invenzione dei primi microscopi alla fine del XVI secolo.

Quali sono le caratteristiche della cellula vegetale?

Le cellule vegetali hanno diverse caratteristiche, tra cui:

  1. Nella cellula vegetale nel suo stadio immaturo sono presenti diversi vacuoli che, crescendo, si uniscono e diventano un unico grande vacuolo.
  2. Ha un vacuolo centrale che immagazzina fluidi o liquidi e permette il movimento delle molecole.
  3. Ha una parete cellulare con pori all’esterno della membrana cellulare, che fornisce supporto e consente la comunicazione con le cellule vicine.
  4. Queste cellule contengono cloroplasti che consentono la fotosintesi e hanno la clorofilla, che conferisce alle piante il loro colore verde.

Quali sono i tipi di cellule vegetali?

Esistono tre tipi di cellule vegetali e ognuna ha una funzione specifica:

Cellula del parenchima

Sono chiamate cellule di trasferimento e sono responsabili del supporto del corpo, dell’immagazzinamento e del trasporto dei nutrienti generati dalla fotosintesi. Le cellule sono le più abbondanti e specializzate nell’organismo vegetale.

Cellule del collenchima

Formano cellule in crescita e hanno una parete primaria. Sono le cosiddette celle di supporto in plastica. Dotati di una sola parete primaria, compaiono durante la maturità e sono tipicamente allungati, conferendo ai tessuti trazione, flessibilità e resistenza.

Cellule sclerenchimatiche

Sono caratterizzati dall’essere cellule dure e rigide, le cui pareti secondarie hanno lignina, che le rende impermeabili.

Nella maturità della pianta di solito sono già morte, prive di citoplasma, lasciando solo una cavità centrale vuota.

Hanno un ruolo difensivo principale e fungono da supporto e supporto per i movimenti degli steli e delle foglie delle piante.

Quali sono i tipi di tessuti che compongono le cellule vegetali?

Le cellule vegetali hanno tessuti differenziati in base alla funzione che ciascuna di esse svolge:

Tessuti di crescita ( meristemi )

Sono costituiti da piccole cellule, capaci di divisione e differenziazione, che permette la crescita continua della pianta.

Tessuti protettivi ( epidermide e peridermide )

Sono responsabili della protezione e della copertura della superficie più esterna della pianta. I tessuti fondamentali ( parenchima ), sono i più abbondanti nella cellula vegetale e si trovano tra gli altri tessuti e riempiono gli spazi tra di essi.

Tessuti di supporto ( collenchima e sclerenchima )

Il Col atto enchyma come supporto per i giovani organi in crescita mentre il supporto sclerenchima e rafforzare le mura che hanno smesso di crescere.

Tessuti conduttivi ( floema e xilema )

Costituiscono un insieme di cellule altamente specializzate che sono disposte in fila, hanno la forma di tubi che costituiscono il sistema vascolare e sono responsabili del trasporto di fluidi all’interno della pianta.

Quali sono le parti di una cellula vegetale?

Le parti della cellula vegetale sono:

parete cellulare

È lo strato composto da cellulosa che modella la cellula e protegge la membrana plasmatica, con una parete primaria e una secondaria.

Citoplasma

È la materia che si trova tra la membrana plasmatica e il nucleo.

plasmodesmo

Costituisce l’insieme di canali presenti nella parete cellulare, essi consentono l’interconnessione delle diverse cellule di una pianta ed anche lo scambio di proteine.

Vacùolo

È il grande organello cellulare, circondato da una membrana plasmatica chiamata tonoplasto che contiene diversi fluidi. Il vacuolo permette alle piante di rimanere rigide.

Plastos

Sono la parte della cellula che produce la sintesi dei lipidi e degli amminoacidi necessari per il processo di fotosintesi.

Esistono due tipi di plastos a seconda della loro struttura, i primari si trovano in un gran numero di piante e alghe; quelli secondari sono più complessi e fanno parte del plancton.

Immagazzinano sostanze essenziali per processi essenziali come la fotosintesi, la sintesi di amminoacidi o lipidi e determinano il colore di frutti e fiori , ad esempio.

Possono essere cloroplasti (immagazzinano clorofilla), leucoplasti (consentono la conversione del glucosio in zuccheri più complessi) o cromoplasti (immagazzinano caroteni, un tipo di pigmento).

Cloroplasti

Sono organelli caratteristici delle cellule eucariotiche coinvolte nella fotosintesi. I cloroplasti convertono l’energia luminosa in energia chimica. Inoltre, contengono una sostanza verde chiamata clorofilla che conferisce alle piante quel pigmento.

Leucoplasti

Immagazzinano sostanze incolori e convertono il glucosio in proteine ​​o grassi.

Cromoplasti

Sono un tipo di plastica che immagazzina i colori di alcuni fiori e frutti.

Apparato del Golgi

Costituisce un insieme di 80 dictyosomes nella cellula, sacche appiattite organizzate una sopra l’altra. La sua funzione è quella di produrre molte delle proteine ​​della cellula, immagazzinare e distribuire sostanze.

ribosomi

Organelli responsabili della sintesi delle proteine ​​dalle informazioni del DNA che le raggiungono tramite mRNA (messaggero).

Reticolo endoplasmatico

Membrane distribuite nel citoplasma che circondano il nucleo. Esistono due tipi di reticolo endoplasmatico, liscio e ruvido. Le sostanze che partecipano alla sintesi di proteine ​​e lipidi vengono trasportate attraverso queste membrane.

Mitocondri

Avvolti in membrane, sono grandi organelli dove avviene la respirazione cellulare attraverso la quale viene prodotto l’ATP (adenosina trifosfato).

Membrana cellulare

Un sottile strato o doppio strato di lipidi e proteine ​​che circonda la cellula. Sulla sua superficie presenta minuscoli pori attraverso i quali scambia sostanze con l’ esterno .

nucleo cellulare

È il centro di controllo e si trova precisamente in tutto il centro della cella. Ha una gran parte del contenuto genetico sotto forma di DNA.

Qual è l’importanza della cellula vegetale?

La cellula vegetale svolge tutte le funzioni essenziali per la vita come qualsiasi altro tipo di cellula. Il nucleo delle cellule vegetali contiene materiale ereditario che viene trasmesso di generazione in generazione.

Allo stesso tempo, sono il punto in cui vengono svolte le funzioni biochimiche essenziali che sintetizzano le molecole essenziali.

Inoltre, obbediscono al ciclo cellulare di ogni cellula eucariotica (con nucleo cellulare) composto dall’interfaccia e dalla fase mitotica in cui avviene la divisione cellulare asessuale (mitosi) o sessuale (meiosi).

Senza dubbio, la fotosintesi, il processo responsabile della trasformazione dell’energia solare in materia organica, è la pietra angolare della vita sulla Terra. Per raggiungere questo obiettivo, la fotosintesi crea molecole di ATP e NADPH, le prime in cui viene immagazzinata l’energia chimica creata.

A differenza della cellula animale , la cellula vegetale ha una parete cellulare che fornisce rigidità e protezione alla membrana plasmatica. Tuttavia, questo muro non è unico per la cellula vegetale, poiché anche altre cellule eucariotiche lo hanno.

I cloroplasti e i vacuoli sono anche inerenti alle cellule di qualsiasi tipo di pianta che esegue la fotosintesi. Questo organello è responsabile della tonalità verde delle piante e della trasformazione della materia inorganica in materia organica dall’energia del sole.

È un elemento molto importante in natura poiché rilascia l’ossigeno vitale che respirano gli esseri viventi.

Bibliografia e riferimenti

  • Fragoso, R; Lussier A., ​​​​(1971) Storia naturale, vita di animali e piante. Settima edizione, volume III. Barcellona-Spagna: Instituto Gallach de Librería y Ediciones, SL

Banca dati digitale

  • Zita, Ana. Cellula vegetale . Studio realizzato appositamente per i significati web. Riprodotto da: https://www.significados.com/celula-vegetal/
  • Bioenccyclopedia.com. La cellula vegetale. Riprodotto da: https://www.bioenciclopedia.com/la-celula-vegetal/
  • Magnaplus.org. Tessuto vegetale. Riprodotto da: https://www.magnaplus.org/articulo/-/articulo/RT272/la-celula-y-los-tejidos-vegetales
  • Wikipedia. Tessuti vegetali . Riprodotto da: https://es.wikipedia.org/wiki/Tejidos_vegetales

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.