Suggerimenti

Come annaffiare le piante grasse

L’ irrigazione eccessiva è solitamente una delle solite cause per cui molte piante muoiono. L’irrigazione è un aspetto molto importante in un tipo di pianta come le succulente.

Se hai qualche altra succulenta nel tuo giardino o in casa tua e non sai quanto e con quale frequenza dovresti annaffiarla, non perderti nulla perché spesso ti do una serie di linee guida per non avere problemi con l’irrigazione.

Problemi da evitare quando si annaffiano piante succulente

Molte persone usano erroneamente vasi senza buchi quando coltivano le loro piante grasse. L’ideale è utilizzare vasi bucherellati in modo che l’acqua defluisca perfettamente e le piante possano crescere senza problemi. Un altro dei problemi più comuni delle piante grasse è che a volte non hanno il substrato ideale affinché possano svilupparsi nel miglior modo possibile.

Le piante grasse hanno bisogno di un substrato sciolto e ben aerato che non si inzuppi d’acqua. Un terzo problema che di solito hanno è che in molte occasioni le persone annaffiano queste piante con uno spruzzatore e non mantengono il substrato troppo umido, cosa essenziale quando si prendono cura delle piante grasse. L’uso dell’atomizzatore è consigliabile quando si annaffiano le talee o i semi delle piante succulente poiché in questo modo il substrato rimane umido tutti i giorni, cosa importante affinché la pianta cresca senza problemi. Una volta che la succulenta ha raggiunto i 4 o 5 centimetri, è importante continuare con le normali annaffiature.

Innaffiare le piante grasse da interno

Le piante grasse sono piante di climi secchi e temperature elevate che immagazzinano l’acqua di cui hanno bisogno nelle loro foglie e sono in grado di svilupparsi senza problemi. Pertanto, quando si tratta di annaffiare, è meglio bagnare l’intero terreno e attendere che il terreno sia perfettamente asciutto prima di annaffiare nuovamente. Non succede nulla se il substrato è completamente asciutto per un paio di giorni, poiché le piante hanno immagazzinato abbastanza acqua nelle foglie. Pertanto, il modo migliore per innaffiare le piante grasse da interno è con un annaffiatoio e allagando bene l’intero substrato. Una volta che il substrato è completamente asciutto, puoi annaffiare di nuovo le tue piante grasse. È preferibile che il supporto sia asciutto piuttosto che bagnarlo permanentemente.

Innaffiare le piante grasse all’aperto

Nel caso delle piante grasse da esterno, devi seguire lo stesso metodo di quelle da interno. In questo modo è necessario inondare il supporto e lasciarlo asciugare completamente prima di annaffiarlo nuovamente. La frequenza dell’irrigazione dipenderà da aspetti del tempo come il calore o l’umidità. Se fa molto caldo bisognerà annaffiare più frequentemente, mentre se all’esterno c’è molta umidità le piante avranno bisogno di meno acqua. La grande differenza con le piante succulente coltivate indoor è che quelle outdoor vengono coltivate nel terreno, quindi il terreno rimane umido molto più a lungo e quindi necessita di annaffiature meno frequenti.

Spero che tu abbia preso bene nota di tutti questi consigli facili e semplici quando si tratta di annaffiare le tue piante succulente e che tu non abbia troppi problemi affinché possano crescere nel miglior modo possibile. Le piante grasse sono un tipo di piante che dipendono molto da una buona irrigazione quando puoi godertele sia all’interno della tua casa che in giardino.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come innaffiare le piante succulente, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.