Suggerimenti

Come innestare un arancio

Le tecniche di innesto sono molto comunemente utilizzate in tutti i tipi di alberi da frutto per risparmiare tempo e migliorare le proprietà e le capacità di una determinata specie. Gli aranci non fanno eccezione e l’innesto di agrumi è particolarmente conveniente a causa della loro compatibilità tra loro. In questo modo possiamo riuscire ad innestare alberi di arancio su portainnesti più resistenti a determinati climi o malattie, o addirittura innestare una varietà diversa di arancio su un’altra per avere due tipi di frutti su un unico albero.

Se vuoi imparare come innestare gli agrumi, in particolare come innestare un arancio e quando, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde.

Quando innestare gli aranci

Quando si esegue un innesto, la scelta del momento giusto è un punto fondamentale per massimizzare le sue possibilità di successo. Il momento migliore per innestare gli aranci è quando l’albero è molto attivo, nel mezzo della stagione di crescita. In questo momento sarà quando sarà più probabile che la linfa circoli correttamente tra innesto e portainnesto e questo uscirà bene.

Questo di solito si verifica in primavera, tra aprile e fine luglio, anche se in alcuni climi possiamo prolungare la stagione degli innesti fino a settembre. Se non sei sicuro che il tuo clima coincida con i mesi indicati, tieni presente che l’arancio si troverà in una fase di crescita adeguata con una temperatura compresa tra 20 ºC e 29 ºC una volta trascorsi i mesi freddi.

Come innestare un arancio passo dopo passo

Esistono numerose tecniche di innesto che possono essere utilizzate con gli agrumi, tra cui l’innesto a spina, l’innesto a punta, l’innesto a cuneo, l’innesto a corona, l’innesto a L inverso o l’innesto a fazzoletto.

Tutti hanno i loro pro e contro, ma questa volta ci concentreremo sull’innesto del tassello. I suoi principali punti a favore sono la facilità di esecuzione, che lo rende più adatto ai non addetti ai lavori, e che il taglio a T rovesciata ha il vantaggio di favorire il non accumulo di acqua nell’innesto, nel caso piove o si bagna durante l’irrigazione. Vediamo passo dopo passo come innestare un arancio:

  1. Disinfetta i tuoi strumenti di innesto. È fondamentale sterilizzarli con alcol o un prodotto specifico, poiché creeremo ferite aperte sulle piante e le possibilità di infezione devono essere ridotte al minimo.
  2. Pulisci il modello o il portainnesto di foglie, rami o spine se li aveva. È conveniente che lo stelo sia il più pulito possibile.
  3. Fare un taglio a T rovesciata sul portainnesto. Come abbiamo accennato prima, il taglio con questa forma impedisce all’acqua di possibili precipitazioni o irrigazioni che si accumulano nella ferita, cosa che non sarebbe conveniente e potrebbe causare la comparsa di funghi o malattie. L’ideale è realizzare l’innesto ad un’altezza di circa 20 o 25 cm dalla base. Perché così basso? Più basso è l’innesto, più è difficile per altri rami o germogli rubare linfa e sostanze nutritive dal taglio, che, soprattutto all’inizio, è ciò che ci interessa di più.
  4. Tagliare la gemma dell’innesto, mantenendo circa un centimetro di gambo sopra e sotto la gemma. Non succede nulla se il taglio ha del legno all’interno, infatti è normale. Non rimuoverlo. A questo punto si consiglia vivamente di evitare di toccare il tuorlo con le mani, poiché potremmo sporcarlo o infettarlo. Afferralo per il picciolo o, se si è staccato, usa i tuoi attrezzi.
  5. Inserire l’innesto nel modello tagliato, assicurandosi che sia ben trattenuto e incorporato, con quanta più superficie di contatto possibile tra i due. Tagliare la sporgenza dell’innesto e avvolgerlo con nastro adesivo o altro materiale inerte.
  6. Tagliare il portainnesto sopra l’innesto. Lascia l’albero in una posizione semi-ombreggiata per le prime settimane mentre controlli per vedere se l’innesto inizia a crescere e ha avuto successo. In questi primi giorni, annaffia spesso. Dopo circa sei settimane, è possibile rimuovere l’involucro dell’innesto.

Se quello che ci interessa è come innestare un vecchio arancio, sarà meglio fare l’innesto seguendo la tecnica della canna e farlo in pieno inverno.

Dopo aver appreso come innestare l’arancio, ti invitiamo a consultare queste altre guide su Prendersi cura dell’arancio nano e Come coltivare un albero di arancio in un vaso.

Come innestare un albero di arancio su un albero di limone

I limoni, come gli agrumi, sono buoni portainnesti per gli aranci, oltre a resistere meglio ad alcuni climi più freddi. Per questo motivo, e per quanto sia pratico avere limoni e arance sullo stesso albero, innestare un arancio su un albero di limone è un’ottima opzione.

Possiamo ancora usare il metodo del tassello sopra descritto, anche se se vogliamo che l’albero cresca verticalmente dall’innesto, possiamo fare un innesto a fessura.

  1. Taglia lo stelo principale del motivo all’altezza desiderata, facendo un taglio longitudinale lungo circa 5 cm.
  2. Preparare il paletto o la punta che fungerà da innesto, dandogli una forma a cuneo che si adatti al taglio praticato nel disegno.
  3. Dopo averlo inserito, avvolgi l’innesto con una corda o del nastro adesivo e taglia l’estremità del paletto per fare spazio a più germogli laterali.

Per ulteriori informazioni, ti consigliamo questi altri articoli di EcologíaVerde su Quando e come innestare un albero di limoni e Come innestare alberi da frutto.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come innestare un arancio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.