Suggerimenti

Come coltivare gli spinaci nel tuo giardino passo dopo passo: guida completa

Gli spinaci (Spinacia oleracea)  sono una pianta annuale della famiglia delle Amaranthaceae. La sua coltivazione avviene praticamente tutto l’anno e può essere consumata in molteplici modi: fresca, in insalata, cotta, fritta… È ricca di vitamine A ed E, iodio e vari antiossidanti , motivo per cui è molto apprezzata per la sua alto valore nutritivo in generale e la sua ricchezza vitaminica in particolare, sebbene contenga acido ossalico, il che significa che dovrebbero essere consumati con moderazione. Fu introdotto in Europa intorno all’anno 1000 dalle regioni asiatiche, probabilmente dalla Persia. Cominciò a diffondersi e si stabilirono coltivazioni per il suo sfruttamento principalmente in Olanda, Inghilterra e Francia.

Spinaci in crescita: requisiti del suolo e del clima per

Temperatura

Resistono a temperature inferiori a 0ºC; tuttavia, se persistono troppo a lungo, possono causare danni fogliari e arrestare lo sviluppo della coltura. La temperatura minima affinché la pianta possa continuare la sua crescita è di 5ºC .

Man mano che le ore di sole si allungano e le temperature superano i 15ºC, la pianta inizierà a emettere fiori, il che non ci interessa, poiché la pianta spende sostanze nutritive nella formazione dei fiori e meno nello sviluppo della sua parte vegetativa, che è ciò che siamo veramente andando per essere raccolto, quindi la resa è ridotta con temperature elevate e un lungo fotoperiodo (ore di luce) . Troppo calore li rende amari al gusto.

Fabbisogno idrico

Le piogge irregolari sono dannose per una buona produzione, così come la siccità, poiché provocano una rapida fioritura, che impedisce alle foglie di svilupparsi correttamente, soprattutto quando sono date le condizioni favorevoli per essa sopra menzionate. Ecco perché l’apporto dell’irrigazione sarà necessario quando le temperature sono alte e le giornate sono lunghe, cioè in primavera e in estate.

io di solito

Gli spinaci sono una coltura relativamente esigente in termini di suolo. Essi come terreni ricchi e bilanciato in nutrienti, profondo, con buona struttura, pH neutro, e Frank , che è, né molto argillosi né molto sabbiosa. Preferiscono anche il terreno leggermente umido , ma non tollerano le pozzanghere. Necessitano di sostanza organica e soprattutto di Azoto , molto importante per lo sviluppo della foglia. Nonostante tutto questo può crescere in altri tipi di terreno, ma purché abbiano una buona quantità di sostanza organica, in quanto fornisce nutrienti e soprattutto azoto, quindi è molto importante aggiungere al terreno il nostro compost .

Come coltivare gli spinaci

La semina effettuata a fine estate permette di effettuare la raccolta all’inizio dell’inverno, anche se se il clima è molto freddo la raccolta può essere ritardata fino alla primavera. A fine inverno possiamo seminare nuovamente, anche se, questa volta, il raccolto verrà raccolto prima, circa due mesi dopo. Per ottenere una produzione scaglionata, la semina può essere effettuata ogni 20 giorni.

Per seminare, il terreno deve essere umido e lavorato. Per facilitare sia l’aratura del terreno che per effettuare una semina più precisa, in agricoltura biologica possiamo utilizzare attrezzi manuali . Il seme viene deposto a 1 o 2 cm di profondità, e ad una distanza di circa 30 cm tra le file e di circa 10 cm tra le piante . Queste distanze possono variare, anche se è vero che a una densità di impianto più elevata, il controllo delle infestanti è molto più efficiente.

Devi stare attento alle temperature nella stagione della germinazione, poiché con temperature superiori a 26ºC, la germinazione è inibita , quindi si consiglia di non coltivare in estate, anche se se vuoi avere spinaci in questo momento, puoi cercare varietà adattato al calore.

Innaffiare gli spinaci

Gli spinaci si comportano molto bene quando il substrato è umido, soprattutto quando le temperature iniziano a salire. Si consigliano quindi annaffiature frequenti che possano mantenere il terreno umido ma senza allagarlo, per evitare marciumi delle radici. È molto importante che l’approvvigionamento idrico sia regolare , poiché, altrimenti, favorisce l’elevazione del fusto e l’emissione di fiori che, come abbiamo detto, non ci interessano.

Quando raccogliere gli spinaci?

È importante che non venga fatto dopo l’irrigazione , poiché in questo caso le foglie, essendo più turgide, si rompono molto facilmente. Negli orti biologici la cosa normale è fare una raccolta manuale . In questo caso vanno tagliate le foglie più sviluppate degli spinaci, dando più passaggi alla coltura, e lasciando crescere quelle più piccole; anche se possiamo anche avviare l’intero impianto.

Popeye, ferro e spinaci

Un mito diffuso sugli spinaci è che sono molto ricchi di ferro . Infatti, nei cartoni di PopeyePopeye consumava una lattina di spinaci che gli dava una forza soprannaturale. Tuttavia, questo non è del tutto vero. Altre piante commestibili contengono livelli di ferro simili o addirittura superiori agli spinaci, come prezzemolo, semi di sesamo , bietole, cavoli , cavoli e, in generale, la maggior parte delle verdure a foglia verde scuro.

Il ferro degli spinaci, infatti, è scarsamente assorbito perché contiene acido ossalico, che lo rende insolubile. L’origine di questo errore è in un errore dello scienziato E. Von Wolf (1870), che ha moltiplicato per 10 la quantità di ferro quando ha sbagliato nel posizionamento di una virgola.

In ogni caso, nonostante non contengano tanto ferro quanto si crede e non sia facilmente assimilabile, gli spinaci sono comunque un alimento altamente consigliato, per via del loro alto livello nutritivo . Spero di esserti stato utile e che presto inizierai a piantare spinaci nei tuoi orti!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *