Suggerimenti

Come fare il compost biologico fatto in casa: [Tipi e forme]

Quando si utilizzano concimi e fertilizzanti organici, ci sono molti vantaggi che ci vengono offerti e, a volte, produrli in casa come complemento è l’opzione più naturale, sana e sostenibile, poiché riutilizzeremo anche i nostri rifiuti organici.

Il compost fatto in casa ha la qualità di aggiungere nutrienti di cui il terreno ha bisogno, aumentandone la crescita e la fertilità.

Speriamo che le informazioni in questo articolo ti aiutino!

Vermicompost

Il vermicompost è il processo di trasformazione della materia organica in un fertilizzante di ottima qualità comunemente noto come humus di lombrico.

Consiste in una bioossidazione e stabilizzazione della materia organica ad opera dei vermi rossi comunemente noti come “Eisenia Foetida” della California . Essendo un processo aerobico, non vengono prodotti cattivi odori. Con il vermicompost si ottiene:

  1. Humus di lombrico liquido: sono i percolati dei vermi o, in altre parole, il risultato ottenuto dai rifiuti liquidi dei lombrichi. È un ottimo fertilizzante liquido per piante e colture.
  2. Humus di lombrico solido: molto simile alla terra, otteniamo un materiale fine e poroso di colore marrone scuro con un odore di foresta, essendo uno dei migliori fertilizzanti organici fatti in casa che esistano.

Uno dei marchi attuali con la migliore qualità nella produzione di fusioni di vite senza fine è Pur Plant. Vendono anche altri fertilizzanti organici pellettati e insetticidi organici in formato domestico online, quindi puoi usarli per le tue piante d’appartamento.

Sono grandi!

Compost

È uno dei fertilizzanti domestici più comuni. La sua consistenza spugnosa e la ricchezza di nutrienti e materia organica lo rendono davvero prezioso per la cura di tutti i tipi di piante.

Si ottiene per decomposizione naturale in presenza di ossigeno. E il meglio, puoi produrlo da solo da qualsiasi angolo.

Per produrlo, dovrai accumulare detriti vegetali e rifiuti organici all’interno di una compostiera . In questo modo e con il passare del tempo, lasciamo agire la natura e ottenere una materia organica fatta in casa come il compost pronto all’uso.

gusci d’uovo

I gusci d’uovo possono essere utilizzati nel nostro giardino sia come fertilizzante che come repellente. Questi forniscono un calcio in più che, a volte, favorirà lo sviluppo delle nostre piante.

D’altra parte, è un modo biologico e casalingo per combattere lumache e lumache e tenerle lontane dalle nostre colture.

Tè alla banana

Usare le bucce di banana è un’opzione naturale, ecologica e sostenibile oltre che molto economica. Hanno molteplici benefici, soprattutto è ricco di potassio , componente fondamentale per la crescita delle piante.

Usarlo occasionalmente può essere una soluzione naturale perfetta.

Frassino

Recuperare le ceneri prodotte durante la combustione della legna , come raccogliere la cenere dai nostri camini, sarà l’ideale per dar loro un nuovo utilizzo come fertilizzante domestico ricco di fosforo. Certo, è importante diluire le ceneri in acqua e spruzzare il terreno delle piante per essere efficaci.

Fertilizzanti Verdi

I sovesci sono piante che non coltiviamo per ottenere frutti , ma anzi fungono da fertilizzante naturale. Sono utilizzati come rivestimento del suolo, evitando così l’evaporazione e proteggendoli da possibili erosioni causate da vento e pioggia.

Alcuni esempi includono senape bianca e segale. Sono più utilizzati nell’agricoltura rigenerativa e nella permacultura .

Letame

Gli escrementi di animali come cavalli, galline, pecore e mucche sono senza dubbio il fertilizzante organico per eccellenza, per il suo alto contenuto di azoto e sostanza organica.

Ma c’è un inconveniente, nonostante sia il miglior fertilizzante naturale, per ottenerlo bisogna avere questi animali o comprarlo da un noto allevatore. Sebbene per molti, questo processo non sia molto piacevole.

Come fare fertilizzante organico fatto in casa

Sebbene vi sia anche la possibilità di gettare alcuni resti di frutta e verdura direttamente sul terreno o sul substrato , il modo ideale per decomporsi è seguire passo passo il processo di compostaggio:

Prima opzione

Puoi riciclare i tuoi rifiuti organici in ciascuno e metterli direttamente sul terreno dei vasi. In 3-4 mesi puoi vedere i risultati

Seconda opzione

Scegli il contenitore più adatto alle tue esigenze per produrre il tuo compost . Puoi usare da una ciotola a una scatola di legno. La cosa più importante nel processo è seguire correttamente i livelli:

  • Strato 1 : utilizzare ritagli di cartone . Puoi utilizzare dai portauova ai rotoli di carta igienica o alle scatole dei tuoi acquisti online.
  • Strato 2: foglie secche. Aggiungi un bel strato di foglie secche.
  • Strato 3: Residui organici. È importante notare che non tutti gli sprechi alimentari sono validi. Evita carne e pesce.
  • Strato 4 : riutilizzare le foglie secche.

Continuare il processo in successione e annaffiare continuamente. Dopo alcuni mesi otterrai il tuo compost.

Terza opzione

Livello avanzato. Se invece avete tempo e spazio e volete realizzare il vostro humus di lombrico , potete realizzare un vermicompositore con i vermi rossi californiani.

Vantaggi dell’utilizzo di fertilizzanti naturali

Usando il biologico al posto dei prodotti chimici, limiti la tua dipendenza dalle industrie, riduci l’inquinamento e scommetti su un ambiente più sano e più vantaggioso per qualsiasi tipo di pianta . Cosa c’è di più:

  • Riduci la tua impronta ambientale e l’inquinamento, poiché il processo per ottenere ciascun fertilizzante è naturale al 100%.
  • Il materiale organico viene utilizzato a beneficio delle piante e del loro ciclo naturale, come letame, guano e resti di potatura.
  • Migliora la permeabilizzazione e l’ossigenazione del terreno in cui viene applicato. Sia a livello di struttura che delle sue proprietà fisiche e biologiche.
  • Fissano il carbonio nel terreno e facilitano l’assorbimento dell’umidità.
  • Contribuisci allo sviluppo locale.

In ogni caso, non importa quale opzione scegli. La cosa più importante è iniziare a includere nuove abitudini più sostenibili nella tua quotidianità.

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *