Suggerimenti

Come migliorare l’idrologia del paesaggio per ridurre al minimo il rischio di incendio

La parola “idrologia” non faceva parte del mio vocabolario fino a quando
cominciò a coltivare la terra. Aveva una vaga comprensione dei cicli dell’acqua come
precipitazioni, deflussi, bacini artificiali, falde acquifere, ecc. Ho anche che le piante
ha usato l’acqua e ha contribuito al processo di precipitazione.

A parte questo, non ne avevo idea. Ho aperto il rubinetto e l’acqua
si è presentato. Quando è caduta troppa pioggia sulla mia proprietà, è stata lavata nella fogna della strada.
e a sinistra. Se ci fosse la siccità, attaccherei un tubo e accenderei un
di irrigatori.

Ora che viviamo nelle campagne della Carolina del Nord senza accesso all’acqua pulita, sono diventata una specie di autodidatta esperta di idrologia (almeno nel mio paesaggio). Quasi tutto ciò che faccio come agricoltore richiede la comprensione e l’utilizzo dell’idrologia naturale e artificiale del nostro paesaggio immobiliare.


Idrologia del paesaggio

Aggiungete del compost o applicate del pacciame per aiutare a conservare l’umidità e prevenire l’erosione del suolo? Avete a casa vostra dei barili di acqua potabile che reindirizzano l’acqua verso i barili di pioggia o verso il basso lontano da casa vostra? Avete una passerella coronata che costringe l’acqua a scorrere invece di essere allagata dalla pioggia battente?

Sono strumenti che gli agricoltori usano per influenzare l’idrologia della nostra terra. Quindi, anche se non usate la parola idrologia nella vostra vita quotidiana, scommetto che state già facendo un po’ di gestione dell’idrologia del paesaggio a casa.

L’idrologia del paesaggio è in gioco in molte attività agricole. Cose come la costruzione di stagni, lo sviluppo del terreno, l’irrigazione dei giardini, la raccolta dell’acqua piovana da barili, cigni e hugelkulturs, il mantenimento della sicurezza dell’acqua di pozzo, i sistemi di acqua settica e grigia, e molto altro ancora, sono tutte cose legate all’idrologia.


Idrologia del paesaggio e del fuoco

Piccole zone umide con menta, code di gatto e altre ancora si allineano su una recinzione del giardino – creando un habitat benefico per insetti e uccelli.

Anche l’idrologia del paesaggio svolge un ruolo fondamentale nella riduzione del rischio di incendio. Una buona idrologia può limitare i danni in caso di incendio. Inoltre, anche in caso di incendi estremi, l’idrologia ideale del paesaggio facilita la rigenerazione del paesaggio dopo un incendio.

Vediamo più da vicino perché l’idrologia del paesaggio è importante per la prevenzione degli incendi, la rigenerazione e le idee per il miglioramento.


L’esperienza del pensiero della spugna

Hai mai provato a dare fuoco a una spugna bagnata? Probabilmente no. Ma, aspettate un attimo a pensarci.

Una spugna asciutta è altamente infiammabile. Tuttavia, deve essere inumidito con acqua ed è praticamente impermeabile al fuoco. Ora, se si cerca di bruciarlo a sufficienza, il calore finirà per asciugare l’acqua. La spugna diventerà di nuovo infiammabile.

Fortunatamente, la maggior parte degli incendi accidentali non avviene in questo modo. Consumano il combustibile disponibile, come tutti i tipi di legna secca, legna da ardere, carta, detriti del giardino, tetti in legno, rivestimenti, ecc. Poi passano a cose più asciutte, lasciando dietro di sé ciò che non era così infiammabile.

Il suo paesaggio è infatti una spugna secca o bagnata a seconda della sua idrologia. Quando contiene molta acqua, può essere molto meno permeabile alle fiamme. Quando è secca, può essere una fonte di combustibile per incendi a combustione rapida.


Consigli per migliorare l’idrologia del paesaggio

Ci sono molti consigli che potete usare per migliorare la capacità di ritenzione idrica della vostra casa. Di seguito è riportato un elenco di idee che possono aiutarvi.

Non posso darvi consigli specifici su quali idee funzioneranno meglio nel vostro paesaggio. Dipenderà da fattori quali la pendenza, il regime delle precipitazioni, la composizione del suolo, il livello della falda freatica, ecc. Tuttavia, queste idee, applicate in base alle vostre condizioni, possono rendere il vostro paesaggio più simile a una spugna bagnata per aumentare la protezione antincendio.


1. linea chiave aratro

Se avete aree erbose in casa, l’aratura della chiglia può essere una tecnica utile per catturare e trattenere più acqua nelle radici dell’erba. Molte persone giurano anche che aiuta a costruire il terreno e a sequestrare il carbonio.

Il concetto di base è che un accessorio del trattore chiamato aratro a cavo viene utilizzato per realizzare mini trincee larghe qualche centimetro e profonde da 6 a 8 centimetri. Devono essere posizionati nel punto di una pendenza dove l’angolo cambia da convesso a concavo.

Quello che succede poi è che l’acqua viene catturata nelle linee di rubinetto invece di scendere lungo il pendio per creare problemi di erosione. Penetra più in profondità nel terreno e viene immagazzinato nelle radici delle piante per un uso successivo.


2. scope

Le onde sono come le linee della chiave, ma più ampie e profonde. Sono essenzialmente trincee seguite da tumuli che catturano l’acqua, la trattengono e poi reindirizzano il trabocco verso un altro cigno.

Essi devono essere eseguiti anche in contorno seguendo la pendenza del loro terreno. Inoltre, hanno bisogno di un po’ di manutenzione.

I cigni tendono a raccogliere molte foglie, trascinando materia organica e letame lungo i pendii. Possono rimanere bloccati se non li si sgombera di tanto in tanto nelle zone piovose.

Li uso molto nel mio paesaggio in pendenza. Nella zona sopra il mio fondo, dove ho uno stagno alimentato da una sorgente, ho creato una serie di altalene per catturare l’acqua prima che fluisca nel mio stagno.

In questo modo si evita che il mio laghetto trabocchi in caso di forti piogge. Permette inoltre all’acqua di penetrare più in profondità nella zona delle radici delle piante che crescono sui tumuli del cigno.


3. Depressioni piovose

Come i burroni, le depressioni sono bacini per le piogge eccessive. La gente spesso li mette da una parte e dall’altra del vialetto di accesso per prendere il deflusso. Altri li usano per raccogliere la pioggia nelle zone più povere delle loro case.

Si tratta di solito di grandi trincee scavate nel terreno esistente. Vengono poi riempiti con materiali organici più permeabili, come terriccio, compost e pacciame, per creare un drenaggio ideale. Infine, sono riempite con una varietà di piante in grado di tollerare le radici bagnate e le periodiche condizioni di siccità.


4. Hügelkulturs

Un grande hügelkultur vicino al deposito di legname e un affumicatoio aiutano a mantenere il terreno spugnoso in queste aree a rischio.

Un hügelkultur è uno strumento impressionante per utilizzare alberi caduti e piantare detriti che altrimenti potrebbero diventare un pericolo di incendio. Fondamentalmente, si inizia creando un mucchio con grandi tronchi e monconi sul fondo. Poi si stendono strati di detriti legnosi, poi materiale vegetale verde, e infine il terriccio per fare un letto d’impianto rialzato.

Anche i materiali più piccoli si decompongono rapidamente in fertilizzante. Mentre i monconi più grandi e i pezzi di tronco, alla base, ospitano molti funghi. Quando i funghi digeriscono il legno, esso diventa una spugna per trattenere l’acqua.

In effetti, un hügelkultur ben fatto è come aggiungere una grande spugna imbevuta al paesaggio.


5. Zone umide

La creazione di una zona umida può essere utile per la fauna selvatica e per la prevenzione degli incendi. Posizionare strategicamente una zona umida tra la vostra casa e l’area a più alto rischio di incendio sarebbe un buon modo per realizzare questa idea.

Secondo l’USDA, le zone umide possono essere create ovunque con alcune conoscenze di base. Si dà il caso che abbiano anche una buona guida per aiutarvi a farlo.


6. Stagni

Gli stagni possono essere il miglior firewall. Tuttavia, hanno bisogno di
essere ben posizionato e soddisfare alcuni requisiti di base per essere utile come fuoco
strumento di prevenzione. Inoltre, se si desidera utilizzare l’acqua del proprio stagno per
…per combattere un incendio, bisogna sistemarli bene.

Gli stagni di solito richiedono permessi e un po’ di idro-ingegneria per garantire che non creino problemi nel vostro paesaggio. Gli esperti consigliano di contattare i vigili del fuoco locali per sapere come utilizzare al meglio i bacini per la prevenzione e il controllo degli incendi.


7. Irrigazione

C’è una ragione per cui si vede la gente che innaffia il tetto quando il rischio di incendio è alto. L’immersione in acqua delle superfici infiammabili riduce il rischio che le scintille vaganti trovino combustibile da bruciare.

L’installazione di questi irrigatori che possono mirare alla vostra casa, al ponte e a qualsiasi altra area infiammabile intorno alla vostra casa può aiutare a prevenire gli incendi di scintille.


Costruzione del suolo per la rigenerazione

Tutte queste idee di idrologia del paesaggio, applicate correttamente, possono aiutare a proteggere la vostra casa dal fuoco. Tuttavia, dopo un incendio, uno dei fattori più importanti nella rigenerazione di un paesaggio è la qualità del suolo.

Un terreno ricco di materia organica e ben inumidito al momento dell’incendio è più resistente. Gli studi hanno dimostrato che anche quando la superficie del suolo brucia, il terreno sottostante può essere pieno di vita e pronto a ricrescere rapidamente.

Se il terreno è ben mantenuto regolarmente, per esempio aggiungendo concime, pacciamatura, annaffiatura e mantenendolo piantato, le possibilità di un rapido recupero sono maggiori.


Protezione contro l’erosione dopo l’incendio

Le consegne di massa di pacciame possono aiutare dopo un incendio

Come abbiamo visto con ogni incendio grave del mondo, le colate di fango sono un altro grande rischio dopo un incendio. Se tutta la vegetazione brucia e la pioggia cade, allora il terreno bagnato verrà lavato via a livelli più bassi.

Ciò significa che tutto quel terreno esposto è una frana in attesa di accadere. Se il vostro paesaggio è danneggiato dal fuoco, potete ridurre al minimo il rischio adottando al più presto misure di protezione contro l’erosione.


1. Limite di erosione

A seconda delle condizioni del vostro terreno, potrebbe essere necessario portare il topsoil e reimpiantare. Oppure si può semplicemente piantare una pianta di copertura a crescita rapida fino a quando non cresce una vegetazione più permanente.

Può anche essere necessario intervenire scavando delle trincee o scavando delle altalene per reindirizzare l’acqua intorno alle zone soggette a scivolare.


2. Un vantaggio secondario del fuoco

Uno dei vantaggi collaterali di un incendio è che può aiutare il terreno a trattenere più acqua. Proprio come l’utilizzo di biochar in giardino, tutta questa materia organica carbonizzata può stimolare l’attività della vita nel suolo e accelerare la decomposizione della materia organica.

Ciò significa che il vostro pavimento dopo l’incendio può avere una capacità di ritenzione idrica ancora maggiore di prima. Questi benefici diminuiscono con il tempo man mano che la superficie carbonizzata svanisce o diventa più acida a causa della lisciviazione.

Quindi, se volete approfittare di un’ustione post-incendio, procuratevi un carico di compost o pacciame alla rinfusa. Applicatelo generosamente e piantatelo immediatamente. Questo intrappolerà il materiale carbonizzato in posizione e sfrutterà la sua potenza in modo vantaggioso nel vostro paesaggio.


Ultime riflessioni

Gli incendi sono una parte naturale dei nostri cicli ambientali. Eppure possono essere mortali e distruttivi.

Adottare misure per migliorare l’idrologia del paesaggio al fine di limitare i rischi. Inoltre, utilizzate altre tecniche di base per la gestione del rischio di incendio e la prevenzione del paesaggio per mantenere il vostro paesaggio ed evitare incendi di scintille.

Quindi, se arriva la chiamata di evacuazione, uscite il più velocemente e in sicurezza possibile. Stare fermi durante un incendio – anche quando si ha l’idrologia ideale – non solo mette a rischio la propria vita, ma anche le persone coraggiose che rischiano la vita per combattere gli incendi e salvare chi non può salvarsi.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *