Suggerimenti

Come passare da un orto convenzionale a un orto biologico

Ciao Agrohuerter, oggi vedremo il caso di Mireia, è un’Agrohuerter che mi ha contattato per aiutarla a convertire il suo giardino convenzionale in biologico.

Mireia ha un piccolo giardino nella zona periurbana di Barcellona e siccome ero in questa città sono andata a trovarlo e consigliarla di persona. Nel suo orto ha attualmente piantate le seguenti colture: pomodori , fagioli , lattugacipolle , zucche e alberi da frutto, due limoni e un ulivo . Da anni coltiva il suo orto in modo tradizionale utilizzando prodotti chimici autorizzati, ma nessuno è biologico. Tutta la produzione che hanno è per il proprio consumo e in occasioni specifiche regalano alcune verdure alla famiglia.

Come passare dall’orto convenzionale a quello biologico?

Per passare da un giardino convenzionale a uno biologico, devi prima differenziare approssimativamente quale tipo di giardino sarà quello fortunato.

Tipi di frutteti

Il giardino può essere di 3 tipologie :

  • Grandi frutteti o aziende orticole : che non siano in città, ma in campi la cui produzione è su larga scala ed è dedicata alla vendita.
  • Orti urbani su appezzamenti : possono essere in associazioni di quartiere o in aree periurbane.
  • Macetohuertos : cosa abbiamo sui nostri terrazzi e patii.

Nel primo caso, per essere biologici, i grandi frutteti devono rispettare pienamente una serie di standard previsti da una vasta legislazione a livello nazionale ed europeo , per avere frutteti biologici e quindi raccolta biologica.

Nel secondo caso, che è quello rappresentato dal caso di Mireia, deve rispettare e rispettare le normative sugli orti urbani della Comunità Autonoma oa livello della località dell’area in cui è situato il frutteto. Per questo, devi scoprire in Consiglio comunale dove avremo questa trama, sui regolamenti per questi processi.

Infine, non ci sono norme stabilite per i vasi da fiori  , questi sono molto facili da rendere ecologici, devi solo cambiare il substrato per uno ecologico e seguire pratiche ecologiche.

Passi da seguire per passare dal convenzionale al biologico

Per passare dall’orto convenzionale al biologico negli orti urbani, devi seguire questi passaggi fondamentali:

  • Il problema più grande quando si vuole convertire un orto convenzionale al biologico è il terreno , che impiega anni per “pulirsi” o riprendersi dall’azione di sostanze chimiche fitosanitarie, pesticidi…ecc. Questo processo può richiedere circa 5 anni. Ma non è per questo che smetteremo di fare giardinaggio. Raccomandiamo ai nostri Agrohuerter, che nelle ultime settimane di agosto, quando il ciclo delle loro colture è terminato, effettuino una disinfezione del terreno, ad esempio mediante solarizzazione (questo aiuterà il processo di “pulizia” del terreno, ma non è immediato).
  • Con questo, ciò che si intende è preparare il terreno per la coltivazione biologica in vista dell’autunno. Un’opzione che può continuare ad essere praticata nella nuova coltivazione biologica come si vede nella foto è la minima lavorazione del terreno , in questo modo si ottiene un pacciame naturale, molto vantaggioso per la stagione estiva.

  • Progettare l’orto : in agricoltura biologica questo passaggio è molto necessario. Se pianificato correttamente, effettuando le rotazioni colturali consigliate e le associazioni a seconda della specie; la coltivazione del giardino sarà un successo clamoroso. Perché sono le chiavi per ridurre parassiti e malattie nelle piante.
  • Il fertilizzante organico è un altro passaggio importante, si consiglia come Mireia di avere abbastanza spazio nel proprio giardino, incorporando una compostiera . In questo modo il compost sarà sempre ecologico al 100% e riutilizzerà anche, tra l’altro, gli scarti vegetali della cucina.

  • Per quanto riguarda parassiti e malattie , come diciamo sempre, l’ottimale è prevenire, e per questo dobbiamo stare attenti ai piccoli cambiamenti che possono verificarsi nelle nostre piante. Per fare questo, a seconda della specie della pianta, puoi usare vari repellenti naturali o coltivare verdure della zona tra gli altri metodi preventivi. Se invece la peste è installata, esistono già molti prodotti o tecniche per farla sparire. Per i piccoli animali che possono danneggiare il giardino come conigli o uccelli, Mireia ha dei gatti che li tiene lontani.

Uno dei cambiamenti più importanti è in se stessi, nel cambiare idea, è fondamentale iniziare una coltivazione biologica per esserne totalmente sicuri e volerlo fare, perché altrimenti si tornerà rapidamente allo stato precedente. È necessario prendere coscienza, perché richiede una cura speciale, che verrà poi premiata in tutti gli aspetti, sia nella verdura o nella frutta, sia nella sostenibilità dell’orto con l’ambiente, che è un grande contributo alla natura.

Sia per Mireia che per tutti gli Agrohuerter, se avete domande durante il passaggio dall’orto convenzionale a quello biologico, non esitate a chiederci. Fino alla prossima volta!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *