Suggerimenti

Come piantare i cocomeri

L’anguria, con il nome scientifico Citrullus lanaus, è uno dei frutti più apprezzati consumati quando arrivano i mesi caldi. Il suo sapore dolce e rinfrescante è uno dei migliori compagni della primavera e dell’estate e, quindi, vale la pena fare posto a questa gustosa cucurbita nel nostro giardino.

Se vuoi imparare a piantare i cocomeri, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde dove vedrai una guida pratica su come piantare un seme di anguria passo dopo passo e altri suggerimenti per coltivarlo e raccoglierlo.

Quando viene piantata l’anguria?

I semi di anguria hanno bisogno di una temperatura di almeno 15ºC per germogliare e si sviluppano in un ambiente ideale tra 23 e 30ºC. Per questo motivo, è consuetudine piantare semi di anguria in primavera, intorno ad aprile e maggio in Spagna, quando il rischio del gelo, che ucciderebbe le piantine, è già passato.

Tuttavia, se tieni a mente questo intervallo di temperatura e il clima locale, puoi piantare i semi di anguria prima se il tempo lo consente. Un’altra opzione a tua disposizione è piantare i semi in un semenzaio e tenerli al chiuso in un ambiente controllato, trapiantando successivamente i cocomeri all’esterno quando la temperatura aumenta. Con questo metodo, puoi far avanzare l’intero processo tra 2 e 3 mesi.

Come piantare i cocomeri passo dopo passo

Ora spieghiamo come piantare un seme di anguria o come piantare i cocomeri passo dopo passo:

  1. Prepara il terreno: se hai intenzione di piantare i tuoi cocomeri direttamente all’esterno, dovrai ripulire il terreno dalle erbacce e mescolarlo per aerarlo e allentarlo. Spezzate le grosse zolle e rendi il tutto omogeneo e leggero, in modo che drena il meglio possibile. L’anguria è una pianta che necessita di buoni livelli di umidità, ma allo stesso tempo è sensibile all’attacco dei funghi, quindi un adeguato drenaggio sarà fondamentale nella sua coltivazione. Inoltre, non è una pianta molto esigente per i nutrienti del suolo, quindi non è necessario aggiungere materia organica a questo punto.
  2. Dividi le distanze: questa pianta si sviluppa molto, quindi sarà necessario assegnare a ciascuna pianta circa 2 metri di spazio di separazione tra le altre, sia nella stessa fila che tra file diverse.
  3. Scava le buche: il seme non deve essere molto profondo, ma faremo il buco più grande per preparargli un letto con un po’ di sostanza organica. Basteranno circa 10 cm di profondità.
  4. Aggiungere sostanza organica: l’ideale è utilizzare humus di lombrico, che è un concime organico ed ecologico molto completo e benefico. Se non ce l’hai, anche il compost è una buona opzione. Aggiungere per coprire tre quarti del buco.
  5. Semina il seme dell’anguria: lascia il seme sopra lo strato di materia organica che hai appena posato, infine ricoprilo di terra.
  6. Pacciame e annaffia abbondantemente: con l’anguria è consigliabile prestare particolare attenzione allo sviluppo delle erbe infestanti, quindi la pacciamatura del terreno è un’opzione molto interessante, che terrà lontane le erbacce avventizie e allo stesso tempo aumenterà la temperatura del terreno. Quindi annaffiare abbondantemente ma senza allagare.
  7. Consigli finali: se quando le vostre piantine germogliano e iniziano a crescere vedete arrivare un’ondata di freddo, potete utilizzare bottiglie o brocche d’acqua con la base mozzata e senza tappo come serre improvvisate, che le proteggano dal peggio del freddo.

Cura di base dell’anguria

Queste sono le cure di base delle angurie:

  • Terreno: necessario un ottimo drenaggio. Non è esigente in materia organica.
  • Irrigazione: frequente. Il terreno deve essere mantenuto costantemente umido o il frutto si spezzerà. Senza allagare o bagnare la pianta.
  • Clima: necessita di temperature superiori ai 20 ºC per svilupparsi in modo ottimale. È molto sensibile al gelo, che devasterà il raccolto.
  • Luce: richiede molta luce solare, fin dalla sua stessa germinazione. Nelle prime fasi, le piantine corrono il rischio di avvizzire se non ricevono abbastanza luce, dettaglio particolarmente importante se viene piantato in vivaio per un successivo trapianto.

Quando raccogliere i cocomeri

L’anguria è una di quelle piante in cui il momento della raccolta potrebbe non essere così ovvio come vorremmo, e ci vuole una buona dose di esperienza per imparare a distinguere il punto esatto di raccolta del frutto. Ecco alcuni suggerimenti per sapere quando raccogliere i cocomeri:

  • Il tempo di raccolta sarà di solito di circa 2-3 mesi dopo il trapianto nella sua posizione finale all’aperto.
  • Un altro indizio che la pianta stessa ci dà è quando il viticcio che si sviluppa dove il frutto si unisce alla pianta sembra essere completamente asciutto.
  • L’ultimo segno è quando la parte del frutto che è a contatto con il terreno presenta segni gialli.

Quante angurie dà una pianta

La produzione di ciascuna pianta di anguria è abbastanza variabile e dipende in gran parte da quanto siano ottimali le condizioni in cui la pianta si sta sviluppando.

La cosa più usuale è che la produzione viene mantenuta in un numero compreso tra 2 e 3 angurie. È possibile che la pianta produca un solo frutto, come è possibile che ne produca anche più di 6, ma in quest’ultimo caso è difficile che tutti siano di buona qualità per il consumo.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come piantare i cocomeri, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.