Suggerimenti

Come realizzare un orto urbano in casa

Sempre più persone parlano di orti urbani. Si tratta di piccoli frutteti che forniscono alimenti vegetali a livello locale o anche domestico e che, soprattutto, si caratterizzano per il fatto di trovarsi proprio nelle città o centri urbani dove questi alimenti vengono consumati, per i quali costituiscono cibo di chilometro 0, un altro dei vantaggi che presentano.

Tuttavia, realizzare un orto urbano è così semplice come potrebbe sembrare a prima vista. Non è sufficiente iniziare a piantare pomodori e cetrioli nel primo giardiniere che troviamo poiché, sebbene non sia complicato, richiede una conoscenza minima dell’agricoltura, oltre ad alcune condizioni e infrastrutture minime ma necessarie. Se vuoi sapere come realizzare un orto urbano in casa, continua a leggere EcologíaVerde e te ne parleremo.

La luce giusta per realizzare un giardino urbano

Quando si tratta di realizzare un giardino urbano, la cosa più complicata da realizzare di solito non è la terra, ma la luce. Il terreno può essere ottenuto posizionando vasi o spazi condizionati per esso. Tuttavia, la luce sarà il fattore più importante da tenere in considerazione quando si tratta di realizzare un giardino urbano, e ancor di più quando è a casa nostra.

Il problema dei frutteti urbani è che le specie da piantare generalmente necessitano di una notevole quantità di luce e, infatti, è meglio utilizzare la luce solare diretta. Ciò complica le cose quando si installa un giardino urbano a casa, poiché non tutte le terrazze hanno un orientamento favorevole per ricevere la luce solare necessaria.

In questo modo, quello che si dovrà fare è scegliere il luogo della casa più appropriato dove collocare l’orto urbano a seconda di quale sia il luogo più soleggiato della casa stessa. Non importa se si tratta di un balcone, di un terrazzo o di un semplice davanzale. L’importante è che sia uno spazio soleggiato e luminoso. Anche se non disponi di un’area ben illuminata, puoi scegliere di posizionarla sul tetto dell’edificio (sempre previa autorizzazione della comunità dei proprietari se presente).

Scegliere le piante giuste per un orto urbano in casa

Un altro aspetto importante sarà selezionare le piante più adatte allo spazio e alla quantità di luce disponibile. In questo senso, quando si pensa ad un orto urbano, la prima cosa che viene in mente sono le grandi piante di pomodoro che crescono allegramente sui terrazzi degli edifici. Tuttavia, le piante di pomodoro, ad esempio, sono un tipo di coltura che necessita di molta luce e spazio per crescere. In altre parole, salvo eccezioni in cui è presente un terrazzo ampio e soleggiato, non saranno le colture più adatte da piantare in città.

In questo modo, prima di lanciarci a piantare la prima cosa che ci viene in mente, è meglio selezionare quegli ortaggi che sappiamo si adatteranno meglio alle condizioni che abbiamo nel nostro particolare orto urbano. Un buon punto di partenza sono solitamente le piante aromatiche, poiché non necessitano di troppo spazio e possono essere consumate senza dover attendere la fioritura e la successiva crescita dei frutti.

Questo non significa che dobbiamo rinunciare a piantare pomodori o peperoni, ma significa che siamo consapevoli delle reali possibilità del nostro orto e scegliamo le varietà vegetali che si adattano meglio a ogni caso. Se abbiamo la fortuna di avere un grande spazio aperto su una terrazza sul tetto, con vasi capienti e un buon substrato, possiamo avventurarci a piantare pomodori. Ma se, d’altra parte, il nostro orto urbano si limita a un davanzale dove vogliamo che convivano diverse specie vegetali, è meglio iniziare con piante aromatiche a crescita rapida.

Vasi, substrato, fertilizzante e irrigazione di un orto urbano

Gli altri aspetti che devono essere presi in considerazione per realizzare un orto urbano in casa saranno quelli legati alla cura delle piante stesse e delle infrastrutture necessarie per esso. Di seguito, raccogliamo una serie di suggerimenti che dovrai tenere in considerazione se vuoi che il tuo giardino urbano abbia successo:

Pentole

Lo spazio disponibile negli orti urbani è limitato, quindi è meglio scegliere vasi che abbiano la forma giusta per sfruttare al meglio lo spazio a disposizione. In questo senso un altro elemento importante è il peso delle pentole. Sebbene i vasi in ceramica o terracotta siano più consigliabili per la coltivazione, pesano e occupano più spazio, quindi quando si tratta di realizzare un orto urbano in uno spazio ridotto, è meglio optare per vasi di plastica.

Substrato per un orto urbano

Continuando con il problema dello spazio, le piante degli orti urbani sono le stesse di quelle che crescono in campagna, ma con la differenza che qui il terreno è molto limitato. In questo modo, è importante acquisire un substrato basato su un terreno ricco e adatto a ogni tipo di coltura.

fertilizzante per il giardino

La stessa limitazione di spazio significa che questi frutteti devono essere concimati con una certa frequenza (a seconda del tipo di specie vegetale in ciascun caso). Tuttavia, un eccesso di fertilizzante può anche essere negativo per la corretta crescita. Per garantire che il compost sia adeguato, è meglio fare il compost in casa con i resti delle verdure che scartiamo dal cibo. Il modo migliore è conservare le verdure avanzate (bucce di patate, torsoli di mela, gambi di broccoli, ecc.) in un contenitore Tupperware.nel congelatore e, una volta alla settimana, fate bollire tutti questi avanzi di cibo e usateli come acqua di irrigazione (prima di annaffiare assicuratevi che il brodo vegetale sia stato tiepido o distruggete il vostro orto urbano in un batter d’occhio).

Irrigazione di un orto urbano

L’irrigazione dovrebbe essere in base a ogni tipo di pianta che abbiamo. Nel caso dei frutteti urbani, la cosa più comune è sbagliare a favore dell’irrigazione piuttosto che della sua mancanza. È importante che i vasi abbiano un drenaggio adeguato per evitare che il terreno si ristagni. In effetti, quella stessa acqua rimanente può essere utilizzata per annaffiare il resto delle piante, quindi non sprecarla.

Usa un taccuino

Anche se pensi di ricordare perfettamente i giorni che hai annaffiato e i giorni che hai pagato, a meno che tu non abbia una memoria prodigiosa, è molto probabile che prima o poi te ne dimentichi. Per evitare ciò, è meglio avere un taccuino e annotare la cura di ogni pianta nel tuo giardino urbano. In questo modo eviterai di annaffiare e concimare più o meno, e potrai annotare le note sul tasso di crescita di ogni pianta, nonché i giorni di raccolta, che ti permetteranno di identificare i bioritmi di ogni pianta e la frequenza con cui poter effettuare ogni raccolta.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come realizzare un orto urbano in casa, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.