Suggerimenti

Compost Bocashi per fertilizzare il tuo giardino: guida completa

Il compost Bocashi è un tipo di fertilizzante naturale di origine giapponese che può essere utilizzato per concimare il terreno . Oltre a nutrire le piante, il compost Bocashi aiuta le colture a mantenersi forti e possono difendersi meglio dall’attacco di parassiti e malattie , come i biostimolanti agricoli di cui vi ho parlato nel post precedente.

Nel post 5 modi per concimare l’orto biologico  abbiamo visto diversi metodi per concimare organicamente, come il vermicompost , il sovescio , il letame o alcune preparazioni fatte in casa , ma non parliamo di questo prodotto completo ed ecologico, bocashi compost. Vediamo di cosa si tratta!

Differenze tra il compost Bocashi e il compost tradizionale

  • Questo compost non solo contiene materia organica, ma fornisce anche al terreno una grande quantità di minerali e microrganismi , sempre benefici perché favoriscono l’assorbimento dei nutrienti dal terreno da parte delle piante.
  • Il compost Bocashi si prepara molto più velocemente del compost tradizionale . È pronto in due o tre settimane, mentre la maturazione di quello tradizionale, come vi ho raccontato nell’articolo Come fare passo passo il compost fatto in casa , richiede diversi mesi.
  • Segui una “ricetta” o un metodo di preparazione più rigoroso, con componenti e quantità specifici che devono essere aggiunti al cumulo di compost. Il compost tradizionale, invece, ammette molti componenti diversi ma nessuno di questi è “obbligatorio”, basta che ci siano materiali verdi e marroni, come ti ho già detto in altri articoli.
  • Nel compost possiamo aggiungere resti di colture, cibo o materiali biodegradabili nella quantità che vogliamo per settimane o addirittura mesi, come li abbiamo, mentre il compost bocashi si prepara in un’unica volta, aggiungendo tutti i componenti nello stesso momento. 
  • La tornitura è basilare, ed è comune ad entrambi i tipi di compost, ma nel caso del bocashi la rivoltatura va fatta più frequentemente: prima due volte al giorno e poi una volta al giorno.
  • La temperatura del compost bocashi durante la sua maturazione non deve superare i 50-60 ºC , da qui il continuo rivoltamento e la disposizione del compost in un tumulo alto 30-40 cm (non in pile molto alte o in cassetti, come il compost tradizionale, dove la temperatura interna può diventare molto più alta).

Come compostare Bocashi

La prima cosa che dovresti sapere è che il compost di Bocashi è un materiale fermentato. Ciò implica che i microrganismi vivi che aggiungiamo e che fanno parte di alcuni degli ingredienti, stanno fermentando e decomponendo i materiali, quindi dobbiamo mantenere le condizioni ottimali affinché il processo di fermentazione avvenga correttamente:

  • Proteggere dal sole: preparare il compost di bocashi in un luogo protetto dalla luce solare.
  • Proteggere da pioggia o umidità eccessiva.
  • Regola la temperatura girando e annaffiando in modo che i microrganismi non muoiano per il calore in eccesso.

Ingredienti per il composto bocashishi

Ora andiamo a vedere gli ingredienti di base:

  • 1 litro di melassa o zucchero.
  • 150 grammi di lievito fresco.
  • 2-3 litri di acqua tiepida (senza cloro) da mescolare alla melassa e al lievito e innaffiare il composto.
  • 2 sacchi di lolla di riso o altri residui colturali, stoppie, paglia…
  • 2 sacchi di letame di pollo o altro letame.
  • 2 sacchi di terriccio comune (se non è uniforme setacciarlo prima in modo che le particelle siano della stessa dimensione).
  • 5 kg di crusca di riso o altro cereale.
  • 1 kg di carbone frantumato.
  • 5 kg di polvere di roccia + cenere.
  • 5 kg di terreno forestale o bocashi maturo per inoculare più microrganismi alla miscela.

Ciascuno di questi ingredienti è interessante per l’apporto di microrganismi, minerali come il silicio, materia organica, nutrienti di base come l’azoto, o per il miglioramento della struttura del suolo.

Aggiungere gli ingredienti a strati e condire con il composto di acqua, melassa e lievito.  Mescolare poi  gli strati con una pala lasciando tutti i materiali in un cumulo omogeneo non troppo alto . Per due o tre settimane dovresti girare la pila ogni giorno e controllare la temperatura in modo che non salga troppo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *