Suggerimenti

Cos’è il burnout nel giardinaggio e come possiamo affrontarlo?

Questo è il periodo dell’anno in cui il giardinaggio ripetuto comincia a sembrare un lavoro di routine. L’incessante clima di non collaborazione continua a stressarmi. I parassiti appaiono inaspettatamente, giusto in tempo per rovinare il mio raccolto di alcune colture. Vedo i fiori marci sui miei bellissimi pomodori. Gli scoiattoli fuggono con un lampo di sfortuna negli occhi e le verdure in bocca.

Inoltre, non riesco più a capire se sono sott’acqua o sopra l’acqua. Le cose che ho piantato all’inizio non funzionano. I raccolti logori decidono che è il momento di cadere e morire. Il giardino si scurisce lentamente man mano che la temperatura notturna si raffredda.

Sono passati solo pochi mesi dalla semina, ma durante la stagione del giardinaggio mi sono concentrato a lungo su questo compito. Le piacevoli passeggiate in giardino diventano meno frequenti, ed è allora che il mio solito compito di innaffiare la mattina o il pomeriggio viene messo da parte.

In questo mese di cambiamenti – tornare a scuola, cambiare le stagioni e le colture – non posso fare a meno di guardare l’orto e vedere qualcosa che sta lentamente volgendo al termine. Anche con progetti di giardini d’inverno o d’autunno in mente, mi sento scoraggiato e pronto a gettare la spugna.

Il giardinaggio è un hobby fantastico che mi permette di dare uno sguardo al funzionamento interiore di Madre Natura. Ho l’opportunità di vedere la vita crescere da quello che sembra un seme inerte. E’ incredibile. Ma arriva un momento in cui le cose cominciano a logorarsi.

Questo è quello che chiamo bruciare il giardino. Riesci a identificarti con questa sensazione? È così che ho imparato ad affrontarlo.


Cos’è l’impoverimento del giardino?

La stanchezza per il giardinaggio è una stanchezza che si accumula nel tempo e ti lascia indifferente al tuo hobby preferito. Lo sfinimento si verifica anche con altre cose della vita. Alcune persone si sentono esauste per la loro carriera, che hanno lavorato così a lungo e senza interruzioni.

Credo che ci sia anche il burnout dei genitori, anche se non sono un genitore. Faccio fatica a trovare il tempo durante la giornata e non riesco a immaginare come facciano le persone che hanno figli. C’è anche il burnout negli allenamenti, che gli atleti e la gente comune sentono quando si allenano troppo a lungo senza riposare a sufficienza.

Alcuni tipi di esaurimento si manifestano sia fisicamente che psicologicamente. I corridori che sono esausti possono notare che la loro frequenza cardiaca a riposo è più alta del solito. I corridori possono sentirsi più stanchi anche a parità di sforzo.

Quando sento l’esaurimento del giardino, mi sento ansioso, stanco e irritato dai compiti che mi attendono. Smetto di innaffiare fino a quando non è assolutamente necessario e non mi preoccupo più di diserbare i miei letti. Se vedo dei parassiti, tiro fuori furiosamente le piante colpite invece di cercare di trovare una soluzione con altri metodi. Pulisco le piante che non sono cresciute e prometto di non disturbarle mai più. Maledico più spesso quando cammino nel mio giardino e anch’io sono molto accigliato.


Identificazione dell’esaurimento del giardino

Sentire il burnout del giardino? Ecco alcuni segnali da tenere d’occhio:

  • Durante la stagione del giardinaggio si ha difficoltà a trovare la motivazione.
  • State rimandando i lavori di giardinaggio a spese del vostro giardino.
  • Ci sono una serie di gravi problemi nel vostro giardino (p.es. parassiti, siccità, carenze di nutrienti, ecc.)
  • Avete difficoltà finanziarie e state lottando per mantenere il vostro giardino con un budget limitato.
  • Alcuni dei vostri raccolti sono falliti.
  • Vi sentite stanchi e disinteressati a visitare il vostro giardino.

Nota: se si scopre che si perde interesse per i propri hobby (compreso il giardinaggio) e ci si sente tristi il più delle volte, si può essere depressi. Entrate e parlate con un professionista della salute mentale se avete problemi a fare e a godervi le cose che vi piacciono normalmente.


Strategie per far fronte all’impoverimento del giardino

Avete finito con il giardinaggio della stagione? Volete dimenticare i raccolti autunnali che avete piantato e lasciare le cose così come sono? Ecco alcuni consigli per affrontare il burnout da giardino:


Cambiare le cose

Cambia la tua routine per uscire dal giardino. È una cosa che di solito faccio come corridore o lettore (gli altri due miei hobby preferiti al di fuori del giardinaggio). Sto provando un nuovo tipo di libro. Sto scambiando le rotte o gli intervalli di corsa invece di fare sforzi costanti. Come giardiniere, cerco di innaffiare o di fare altri compiti la sera, se la mattina è difficile.


Chiedere aiuto

Non esitate a chiedere aiuto ai vostri amici e familiari se avete difficoltà nel lavoro di giardinaggio. Coinvolgete i vostri figli in un’attività di giardinaggio e insegnate loro alcune cose sul vostro hobby. Chiedete alla gente di aiutarvi con un grande raccolto e lasciateli andare a casa con qualche dolcetto o cucinate loro la cena!


Iniziare la pulizia autunnale

Se la raccolta del caffè vi deprime, non preoccupatevi se non volete pulire i vostri letti. La stagione non può durare per sempre in alcune zone e anche quando la stagione della crescita è più lunga, è necessario un rinnovamento.

Eliminate le piante che non sono cresciute e, se avete tempo, piantate le colture a maturazione precoce (ad esempio i ravanelli). In caso contrario, chiudere i letti uno ad uno. Alcune attività di pulizia sono più facili da gestire “che fare tutto in una volta”.

Oggi, per esempio, ho iniziato a tirare su le piante di lattuga che erano state seminate e a metterle nel compost. La prossima settimana valuterò le mie tende e deciderò se il tempo è scaduto.


Non sentirti obbligato a fare nulla

A volte il mondo del giardinaggio sembra una gara. Ogni giorno vedo altri giardinieri su Instagram (che spesso vivono in climi caldi) con bellissimi giardini che sono vivaci tutto l’anno.

Mi piace vedere la varietà dei pali, ma a volte mi fa sentire inadeguato e contribuisce all’esaurimento del giardinaggio. Alcune persone non sembrano mai perdere l’entusiasmo. Ma non sentirti in colpa se lo fai. Non c’è alcun obbligo di continuare. Forzarsi a continuare può avere un impatto negativo sul piacere generale del giardinaggio. Cogliete invece l’occasione per chiudere il vostro giardino.


Accettare le cose che non si possono cambiare

Alla fine della stagione, i piccoli problemi possono trasformarsi rapidamente in enormi fardelli. Tignole di cavolo nel putiferio? Scoiattoli che si avvicinano di soppiatto ai cetrioli? Con la caduta all’orizzonte, suggerisco di lasciar perdere. Chi se ne frega? Tirate fuori i raccolti malamente colpiti e ignorate quello stupido scoiattolo affamato. Ma non sei stufo dei cetrioli? Non preoccuparti delle piccole cose.


Sii generoso

Alla fine della stagione, una delle cose che mi stressa di più è quando ho un raccolto specifico in abbondanza. Purtroppo quest’anno non è così per me, ma è successo in passato. Spesso è un problema con pomodori, cetrioli o zucchine.

Se avete molto da fare, non abbiate paura di inscatolare o conservare. Se non avete tempo di preparare tutto per l’inverno, va bene! Dallo via, invece. I vostri amici, la vostra famiglia e i vostri vicini vi ameranno per questo!


Non sei solo

Per fortuna non cado mai a lungo nella disperazione. Mi rendo subito conto che nella mia regione ho la fortuna di vedere il mio giardino riadattato. Il giardino dorme durante l’inverno, e posso recuperare e dimenticare i problemi dell’anno scorso. E’ un po’ come allenarsi per una grande gara come una maratona.

Da corridore, ho affrontato la malinconia e la depressione che arriva dopo una lunga e dura stagione di allenamenti culminata in una grande gara. Il momento del traguardo è catartico ed emozionante, ma presto si trasforma in malinconia. Tutto il lavoro che hai fatto finisce bruscamente. Penso che sia per questo che i maratoneti amano parlare del loro hobby. È un modo per mantenere vivo il momento. Questa gloriosa istantanea non si ferma se si riesce a parlarne e a riviverla, dopo tutto.

Stessa cosa per il giardinaggio. Parlo di piante e di giardinaggio ogni volta che ne ho l’occasione. Al matrimonio di mia cugina, questa primavera, ho raccontato ai miei compagni di tavola le verdure che adornano i loro piatti. “Sono asparagi di mare! Non sono asparagi, e vengono dal mare!” La stagione del giardinaggio era appena iniziata e volevo trapiantare e seminare. Nominare e identificare le verdure è stata la cosa migliore.

So che il flusso e il riflusso della passione è normale. So anche che non posso essere l’unico a passarci attraverso. Che tu sia un giardiniere come me o che tu abbia un altro amato hobby, sai che è normale odiare ciò che fai a volte.

Alcune mattine, i corridori odiano stare sul marciapiede (lo posso testimoniare!). Immagino che i falegnami non sopportino la vista del legno alcuni giorni. A volte i musicisti non devono voler sentire più una particolare melodia. Gli amanti del libro possono passare mesi senza prenderne uno in alcuni casi.


Concedetevi una pausa

Solo perché stai cercando di goderti l’atto del giardinaggio in questo momento non significa che durerà per sempre. Prendetevi una pausa, fate qualcos’altro per il momento, e tornate con un rinnovato senso dello scopo. Come in ogni relazione, il vostro giardino a volte ha bisogno di una piccola distanza per far fiorire l’amore.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *