Suggerimenti

Cos’è un compost fatto in casa e come si fa?

Oggi parleremo del compost fatto in casa o compost , uno dei fertilizzanti naturali più conosciuti e utilizzati negli orti biologici. Ci sono molti benefici del compost fatto in casa per il terreno e le colture, quindi è interessante sapere come fare il compost in casa e come concimare l’orto biologico con esso.

È possibile compostare in casa utilizzando i rifiuti della cucina, dell’orto e del giardino stesso. Come vedremo nel post di oggi, ci sono diversi modi per fare il compost fatto in casa : in un cumulo all’aperto, in una compostiera in legno o in rete metallica, in compost di plastica, ecc.

Cos’è il compost e a cosa serve?

Il compost è un prodotto naturale ottenuto da un processo di decomposizione dei rifiuti in cui la materia vegetale e altri rifiuti organici vengono convertiti in fertilizzante organico .

E l compostaggio è un processo biologico aerobico (cioè con ossigeno) che è reso possibile dall’azione di microrganismi, vermi e/o altri organismi benefici decompongono la materia organica e la trasformano in compost: un prodotto ricco di humus e nutrienti essenziali per le piante .

Questo fertilizzante organico è molto benefico per il suolo e le colture, rendendolo il fertilizzante più utilizzato nei giardini biologici .

I materiali utilizzati nel compost per produrre fertilizzanti naturali sono molto diversi: lettiera secca, rifiuti alimentari come bucce di frutta e verdura, letame, cenere, erba o erba, rami e residui di potatura, residui colturali frantumati, ecc.

Usi e benefici del compost

A cosa serve il compost fatto in casa? Fare il compost in casa serve, in primo luogo, per dare altra utilità ai resti della cucina e ridurre gli sprechi oi rifiuti prodotti in casa , che possono attirare zanzare e altri insetti se non li gestiamo adeguatamente.

Inoltre, fare il compost in casa invece di acquistare il compost ti farà risparmiare quando si tratta di giardinaggio (in effetti, è uno dei trucchi che abbiamo visto per realizzare un giardino economico ). Con il compostaggio, oltre a riutilizzare i rifiuti e a prenderci cura dell’ambiente, del suolo e delle colture, otteniamo un fertilizzante per il frutteto e il giardino che arriva quasi gratuitamente.

In sintesi, a grandi linee, i vantaggi dell’utilizzo del compost per concimare l’orto e l’orto sono i seguenti:

  • Benefici per il terreno e le piante del giardino: migliora la struttura e l’aerazione del terreno, ne mantiene l’umidità e aumenta la concentrazione di nutrienti a disposizione delle piante. Inoltre, il compost riduce il rischio di erosione e aumenta la biodiversità e la qualità del suolo attraverso l’apporto di microrganismi benefici e materia organica. L’uso del compost riduce la necessità di utilizzare fertilizzanti chimici che inquinano il suolo e l’acqua, e allo stesso tempo favorisce la crescita delle piante più forti e con maggiore resistenza a parassiti e malattie.
  • Benefici ambientali : se produciamo compost in casa collaboriamo alla sostenibilità del pianeta. Grazie al compostaggio domestico, riduciamo la quantità di rifiuti che finisce in una discarica o in un inceneritore e contribuiamo al risparmio delle risorse naturali, alla riduzione della nostra impronta di carbonio, al riciclaggio dei rifiuti, ecc.
  • Vantaggi economici: come già accennato, non acquistiamo il fertilizzante per l’orto ma ci compostiamo utilizzando materiale vegetale di scarto dell’orto e rifiuti organici della cucina.

Ingredienti del compost o materiali compostabili

I materiali per fare il compost sono, fondamentalmente, di due tipi:

  1. Rifiuti o materiali ricchi di azoto o “rifiuti verdi” : sono la materia umida del compost, quindi quando si decompongono generano solitamente un forte odore, come l’ammoniaca. L’aerazione è importante in modo che i rifiuti non marciscano in assenza di ossigeno.
  2. Materiali ricchi di carbonio o “residui bruni” : si tratta di materiali più secchi, ricchi di cellulosa e lignina. Questi residui impiegano più tempo a decomporsi e per questo devono essere inumiditi.

Materiali di compostaggio ricchi di azoto

  • Steli, foglie e altri resti di piante verdi delle nostre coltivazioni.
  • Scarti vegetali della cucina come resti di frutta e verdura, fondi di caffè, bustine di tè…
  • Erba falciata
  • Resti di fiori antichi
  • Alghe
  • Letame e liquame: letame di cavallo, mucca o pecora, letame di pollo o escrementi di pollo e pollo, urina e escrementi di coniglio e uccelli …
  • Piante da sovescio interrate

Composti ricchi di carbonio

  • Paglia e fieno
  • Segatura e trucioli di legno
  • Rami legnosi e corteccia come residui di potatura o corteccia di pino
  • Foglie secche
  • Cartone triturato (è possibile utilizzare carta o cartone per uova o altri imballaggi purché il contenuto di inchiostro sia basso).
  • Capelli naturali, lana e fibre
  • Gusci di noci e ananas
  • gusci d’uovo
  • noccioli di frutta
  • Aghi o aghi di pino e altre conifere
  • Cenere di stoppie bruciate, legno o pigne (questo ingrediente aiuta a regolare il pH del compost e del terreno a cui è incorporato poiché aumenta il pH di terreni troppo acidi che impediscono l’adeguato assorbimento dei nutrienti da parte delle piante).

Materiali che NON possono essere usati per fare il compost

  • Materiale non degradabile: resti di ceramica, vetro, plastica, fogli di alluminio, contenitori…
  • Pezzi di legno trattato o sughero
  • Resti di piante malate o erbacce che abbiamo rimosso dal giardino
  • Rifiuti umani o di animali domestici come cani e gatti
  • Avanzi di cucina non di origine vegetale (scarti di carne e pesce, lische, cibi grassi come formaggi e yogurt, ecc.).
  • Agrumi in eccesso (si possono aggiungere di tanto in tanto le bucce di limone, arancia, ecc. ma sempre ben tritate e in piccole quantità in modo che, per la sua acidità, il pH del compost non scenda eccessivamente).

Come fare il compost fatto in casa

Dopo aver miscelato correttamente tutti gli ingredienti o i materiali per fare il compost che abbiamo visto nella sezione precedente, il processo di compostaggio avviene in due fasi: la decomposizione della materia organica e la maturazione del compost.

Nella prima fase scompaiono le molecole più facilmente degradabili – come acqua, anidride carbonica e ammoniaca – rilasciando energia sotto forma di calore (alte temperature all’interno del compost: 60-70°C).

Il compost smette di odorare di ammoniaca dopo questa decomposizione e l’acqua e i detriti vegetali sono parzialmente alterati. Questa prima fase dura solitamente 4-6 settimane negli orti biologici, anche se intensivamente (aree chiuse e aerazione forzata) può ridursi a 2-4 settimane.

Il compost fresco di questa prima fase può essere utilizzato come pacciamatura per il frutteto e gli alberi da frutto in giardino (protezione dal gelo e dalle erbe infestanti) o lasciato maturare per qualche settimana in più per essere utilizzato come compost.

Nella fase di maturazione, il residuo si stabilizza e matura per 6-10 settimane fino ad ottenere finalmente il compost o compost maturo .

Durante le due fasi del processo di compostaggio, è necessario mantenere un’adeguata quantità di ossigeno e umidità nel compost, quindi dobbiamo annaffiarlo di tanto in tanto in modo che non si asciughi completamente e rimuoverlo in modo che abbia una buona aerazione.

Nel post Come fare il compost fatto in casa passo dopo passo ci sono maggiori dettagli su come fare il compostaggio in casa in due modi diversi: in un contenitore o compostiera e in un cumulo di compost o in un mucchio all’aperto. Come vedremo di seguito, oltre a queste due opzioni, possiamo realizzare anche altri tipi di compost .

5 tipi di compost fatto in casa

Esistono diversi tipi di compost fatto in casa a seconda di dove prepariamo il compost naturale o dei materiali e del processo che utilizziamo per il compostaggio.

1. Compost in Compost

Il compost può essere fatto in contenitori utilizzando un secchio di plastica che acquistiamo o che realizziamo noi stessi (puoi usare qualsiasi contenitore riciclato – dobbiamo fare dei fori per la ventilazione – o comprare un bidone del compost o una compost box ).

Possiamo anche utilizzare un contenitore più grande e realizzare una compostiera fatta in casa con pallet di legno . Fare il compost in cassetta di legno è altrettanto facile, richiede solo un piccolo sforzo in più e una gestione svolta dei materiali.

2. Compost da giardino o compost da cumulo

Se abbiamo l’orto in un campo con spazio libero o se abbiamo un piccolo orto, un’altra possibilità è quella di compostare in cumulo.

I materiali verranno mischiati a strati , come nel caso del compost in scatola, ma questa volta li collocheremo direttamente a terra facendo una piccola montagna, invece di metterli in un contenitore.

3. Humus di vermi o compost di vermi

Vermicompost, compost di vermi o compost di vermi è un tipo speciale di compost.

Per la sua fabbricazione, oltre alle due fasi che abbiamo visto nella sezione sul processo di compostaggio, prevede una terza fase in cui il compost maturo viene fornito come cibo per i vermi delle specie Eisenia foetida ed Eisenia hortensis , i cui escrementi danno origine a un compost molto più ricco: humus di lombrico .

Nel post su cos’è la vermicoltura e come fare il compost di vermi ci sono maggiori informazioni su questo tipo di compost naturale.

4. Compost bocashi

Bocashi è un compost fermentato, un tipo di compost speciale che utilizza ingredienti molto specifici, come melassa, polvere di roccia o carbone.

Uno dei vantaggi di questo compost naturale è che il processo di compostaggio è molto più veloce : sarà pronto in due o tre settimane, rispetto ai tre o quattro mesi minimi necessari per maturare il compost tradizionale.

Maggiori dettagli su questo fertilizzante nel post Compost Bocashi per fertilizzare il giardino .

5. Humus liquido o tè di compost

È un derivato del compost che può essere fatto in casa utilizzando il compost fatto in casa e anche con compost o getti di lombrichi che acquistiamo in un negozio di giardinaggio.

Il tè di compost è un fertilizzante liquido ottenuto dall’estratto di compost in acqua. Nel post Come fare passo dopo passo il tè del compost fatto in casa ci sono maggiori informazioni su questo tipo di fertilizzante organico facile da fare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *