Suggerimenti

Cuaderno de campo. Como hacerlo tu mismo

Ciao Agrohuerters, oggi vedremo come realizzare il nostro quaderno da campo. In questo caso si rivolge ai piccoli agricoltori, ea chi possiede un orto. Perché i quaderni da campo dei grandi giardini, hanno bisogno di raccogliere molti più dati e molto dettagliati, che in un piccolo giardino non è davvero necessario farlo meticolosamente.

Come in qualche altra occasione abbiamo già commentato, un quaderno da campo è indispensabile per progettare il giardino e un grande aiuto per aumentarne le prestazioni .

Come fare il quaderno da campo

Nel nostro caso, andiamo a vedere i 5 punti essenziali che deve avere un notebook da campo:

1.- Dati di base del frutteto

Ciò implica, dove si trova, sia nella geografia del paese, dove in casa lo hai, dove si trova ogni pianta (questo è più facile in un vaso di fiori). Questo è abbastanza importante, poiché non tutte le colture funzionano allo stesso modo nella stessa città, o in zone diverse della casa, a volte si tratta di testare, dove crescono meglio.

2.- Calendario di semina e coltivazione

Questo è facoltativo, ma è sempre bene averlo a portata di mano, per guidarci, sia prima della semina o della semina, sia per guidarci durante il suo ciclo di coltivazione (germinazione, trapianto, quanto tempo impiega a crescere, quando dà raccolto. ..).

3-Dati di ogni pianta

Questa è la parte principale del quaderno di campo, poiché qui andremo pianta per pianta, facendone un diario, per mantenere il maggior controllo possibile. Le sezioni da aggiungere sono le seguenti:

  • Nome della pianta, anche se è un frutteto o un giardino molto piccolo, puoi aggiungere la sua foto per renderlo più visivo. Va anche notato se si tratta di una varietà speciale.
  • Semi: è altamente consigliabile sapere da dove provengono i semi, da cui abbiamo ricavato detta pianta. Se li abbiamo acquistati (dove, data, certificazione …) O se li abbiamo ottenuti noi stessi.
  • Ore di sole: anche questa sezione è facoltativa, ma è sempre bene aggiungerla, poiché a volte le nostre piante non ricevono abbastanza ore di sole.
  • Irrigazione: quante irrigazioni la nostra pianta riceve al giorno e se è possibile registrare le quantità di acqua. Quale sistema di irrigazione viene utilizzato. Nota se ha piovuto e se la pianta ha ricevuto quest’acqua.
  • Trattamenti ricevuti: Questo è molto importante per tenersi aggiornati, bisogna annotare tutti gli iscritti che si sono fatti, i trattamenti preventivi, come i fungicidi, se possibile, le quantità di ogni trattamento e come è stato applicato (spruzzatura, direttamente sul supporto ecc..)
  • Cambiamenti nello stato fenologico: Annotare le date in cui c’è stato un cambiamento, cioè se sono comparsi boccioli, fiori, se sono caduti, se è apparso il frutto… cambiamenti nella morfologia della pianta.
  • Potatura: Annotare tutte le potature effettuate e in quali giorni o date sono state effettuate.
  • Misura della lunghezza: È facoltativo, misurare settimanalmente la lunghezza della pianta, per vedere l’andamento della sua crescita.
  • Osservazioni: qui vengono annotate altre informazioni, che possono essere o meno rilevanti, ad esempio se alcune foglie iniziano a ingiallire … o cose strane o curiose che potremmo notare.

4- Substrato

Includo questa sezione al di fuori dei dati, poiché serve a dettagliare le caratteristiche del substrato che stiamo usando in ogni pianta, cioè da dove proviene o come lo abbiamo prodotto. In molte occasioni dobbiamo utilizzare un substrato diverso per ogni pianta, perché le esigenze, come già sapete, non sono le stesse per entrambe.

5.- Pagamento

Qui andremo a dettagliare quale tipo di fertilizzante usiamo, se viene acquistato o se lo facciamo noi stessi.

-Se è stato acquistato: devi prendere in considerazione il giorno dell’acquisto, il marchio e le proprietà che offre.

– Nel caso in cui produciamo noi stessi il compost o il fertilizzante organico , annotare la data di produzione, gli ingredienti o i componenti utilizzati e in quali quantità sono stati forniti, i giorni di “maturazione”.

Come puoi vedere, un taccuino da campo potrebbe anche essere chiamato diario da giardino, poiché vengono raccolte tutte le informazioni quotidiane sulle nostre piante. Anche se ho aggiunto sezioni facoltative, è bene provare ad aggiungerle tutte, poiché più informazioni abbiamo sulla nostra pianta è sempre meglio, soprattutto nel caso in cui si ammali, sapere quando le è successo qualcosa può aiutare molto quando viene a scoprire cosa gli succede.

D’altra parte, rendere un po’ più artistico un quaderno da campo è una buona attività da fare con i bambini, in questo modo, non solo sviluppano la loro creatività, ma man mano che la completano, si sentono responsabili della cura del giardino.

Agrohuerters, vi incoraggio a prendere un quaderno da campo, anche se all’inizio dovete prendere il ritmo della scrittura quotidiana, col tempo lo apprezzerete. Saluti e alla prossima volta!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *