Suggerimenti

Cura della pianta Ipomoea tricolor o Manto

Il genere Ipomoea appartiene alla famiglia Convolvulaceae ed è composto da circa 300 specie di viti provenienti principalmente dalle Americhe e dall’Africa. Alcune specie sono : Ipomoea tricolor, Ipomaea alba, Ipomoea purpurea, Ipomoea acuminata, Ipomoea hederacea, Ipomoea coccinea, Ipomoea cairica, Ipomoea indica.

Riceve i nomi volgari di Manto, Campanitas, Quebraplato o Ornamental Churristate. Questa specie è distribuita nell’area tra il sud degli Stati Uniti e il nord del Sud America.

Sono piante erbacee perenni , con fusti sottili e portamento rampicante (avranno bisogno di un sostegno quando sono giovani) che raggiungono i 4 metri di lunghezza. Hanno foglie a forma di cuore di colore verde brillante. I fiori si aprono solo un giorno ma non interrompono la fioritura durante l’estate e parte dell’autunno. Questi fiori possono essere blu, bianchi, rosa o di diversi colori, sono a forma di imbuto e compaiono in gruppi di 3 o 4.

Si tratta di piante a crescita rapida che vengono utilizzate per coprire capriate, muri o pergolati o in vasi per terrazze, patii e serre.

Il mantello preferisce un’esposizione in pieno sole ma al riparo dal vento e dal freddo. Non sono resistenti al gelo e possono perdere le foglie a temperature inferiori a 10°C.

Il terreno deve contenere sufficiente sostanza organica e drenare molto bene. dovrebbe essere trapiantato dal vaso all’inizio della primavera se le radici emergono dal lato inferiore del vaso.

Acqua frequentemente in modo che il terreno sia sempre un po’ bagnato (mai saturo d’acqua) perché non tollerano la siccità.

Concimare in autunno con il concime in modo da far coincidere la concimazione annuale del giardino e aggiungere concime minerale, se lo si desidera, una volta al mese in primavera e in estate.

È possibile potare dopo la fioritura per controllare la loro crescita in quanto tendono ad essere invasivi. Si consiglia di togliere i fiori appassiti per favorire la comparsa di nuovi fiori.

Sono piante abbastanza resistenti ai soliti parassiti e malattie; temono solo la siccità e la saturazione dell’acqua.

Essi si moltiplicano abbastanza facilmente dai semi seminati in primavera e precedentemente immersi per circa 12 ore in acqua calda.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *