Suggerimenti

L’attività dell’orto biologico a marzo

Marzo ci porta la primavera e con essa giornate più lunghe con temperature più leggere e più moderate (a volte…). Durante questo mese possiamo goderci il giardino seminando nuove piante e trapiantandone altre.

Arriva la primavera , arrivano le temperature più miti e cominciamo a riempire il nostro orto. Negli ambienti interni bisogna fare attenzione alle gelate tardive che possono danneggiare le piantagioni e i trapianti. È possibile che ci siano temperature abbastanza miti per alcune settimane e che dobbiamo occuparci dell’irrigazione del giardino.

Dobbiamo tenere a mente che marzo è un mese instabile di contrasti. Un modo per evitare danni è l’uso di serre in cui possiamo tenere i semenzai e le colture al riparo dalle ultime gelate. È importante ricordare che nelle giornate con molto sole bisogna aerarle in modo che le temperature non si alzino troppo e danneggino le piante.

Per i climi temperati, vicini al mare , possiamo iniziare con piante di specie estive: pomodoro, melanzana, cetriolo, zucchina e peperone. Al contrario, se ci troviamo in una regione migliore dell’entroterra , è consigliabile attendere la seconda metà di marzo o addirittura aprile, per evitare danni dovuti alle basse temperature che potrebbero portare le ultime gelate.

SEMINA E TRAPIANTO
  1. Semina in semenzaio protetto: melanzane , zucchine , meloni , cetrioli , peperoni e pomodori .
  2. Semina in semenzaio aperto: bietola , sedano rapa, cipolle , patate dolci, cavoli , indivia e lattuga .
  3. Semina direttamente in giardino o in vaso o contenitore definitivo : fagioli , spinaci , pastinache , patate , ravanelli , carote .

È anche molto interessante, come repellente naturale e per attirare gli impollinatori , sfruttare e piantare piante aromatiche molto utili per il giardino e per sfruttare i suoi usi medicinali e culinari.

Per le piantine che abbiamo preparato in inverno, possiamo trapiantarle nel loro sito finale. Importante tenere in considerazione lo sviluppo della pianta. Normalmente il momento migliore per trapiantare è quando l’altezza della pianta è maggiore della profondità del contenitore in cui è stata piantata. Per le piante a foglia, aspetteremo che la piantina abbia più di 4 foglie vere.

Al momento del trapianto è preferibile farlo nel tardo pomeriggio, così eviteremo che le piante soffrano di disidratazione e caldo.

È necessario sottolineare che gli ortaggi che verranno trapiantati all’aperto quando arriverà la bella stagione (pomodori, peperoni, ecc.) e che abbiamo nelle piantine, devono essere protetti dalle basse temperature in casa o in serra. Non bisogna dimenticare di tenerli aerati nelle giornate calde, per evitare che le piante soffrano le alte temperature.

E già nella seconda metà di marzo potremo trapiantare le varietà con più resistenza (indivia, lattuga, cipolle, porri , bietole, ecc.)

COMPITI DI BASE

Prima di trapiantare le verdure dobbiamo fornire fertilizzanti organici in modo che la terra abbia nutrienti per le piante. Inoltre, li ricopriremo di plastica mentre aspettiamo la semina o il trapianto.

Possiamo anche usarlo per pacciamare o pacciamare

IRRIGAZIONE .

Se abbiamo scelto un sistema di irrigazione a goccia, lo posizioneremo prima della semina o del trapianto e della pacciamatura. Nelle settimane più calde potremmo aumentarne la frequenza. Vi lascio una formula per realizzare in casa un’acqua di irrigazione che stimoli la crescita delle piante .

È importante non allagare il terreno durante l’irrigazione, poiché contribuirebbe alla decomposizione delle radici. È necessario osservare come reagiscono la pianta e il terreno per adattare l’irrigazione alle proprie esigenze. Maggiori informazioni sull’irrigazione

TRATTAMENTI PREVENTIVI ECOLOGICI

Proprio qualcosa che influisce sulla salute della pianta è l’instabilità delle temperature. Questo ti renderà più incline a malattie e parassiti. Quindi a scopo preventivo possiamo fare in casa acqua di irrigazione arricchita per rafforzare la pianta e aiutarla durante la crescita.

Quando vediamo che le gemme iniziano a crescere, possiamo applicare un fungicida.

Un’altra applicazione di olio bianco può essere fatta quando il fiore inizia a formarsi, e così combattiamo afidi, acari, cocciniglie, minatore, ecc.

Per fare l’ olio bianco avrai bisogno di:

– 2 tazze di olio vegetale

– 1/2 tazza di sapone liquido normale


– Vaso vuoto o


flacone a
bocca larga – Flacone spray Spray

Versare l’olio vegetale e il sapone liquido in una bottiglia o un barattolo e agitare finché il composto non diventa bianco. Questo è l’olio bianco e concentrato per usarlo, che va diluito con acqua.

Per usarlo, aggiungere 10 ml per litro d’acqua (due cucchiai per litro d’acqua), mettere in un flacone spray, agitare bene. Ora puoi spruzzare le tue piante o alberi. Spruzzare nel tardo pomeriggio. Conservare in luogo fresco e asciutto, la durata è di circa tre mesi dal giorno in cui viene preparata.

Ricorda che puoi consultare il Calendario di semina e raccolta

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *