Suggerimenti

Minatori di foglie nel nostro giardino: cosa sono? Come identificarli? Come combatterli?

[ A ike bruchi , minatori fogliari sono essenzialmente larve di insetti che vivono all’interno del tessuto delle foglie.

Di solito scavano piccole gallerie o percorsi tra le foglie e gli steli , riducendo lo spazio per la fotosintesi della pianta . Queste gallerie aumentano di dimensioni man mano che le larve crescono.

In questo modo i minatori attaccano le colture orticole , favorendo l’ingresso di batteri nella pianta . Una volta completato lo sviluppo larvale , le larve emergono dalle foglie per impuparsi , sul terreno o sulle foglie, per dare poi origine agli adulti.

I danni principali si verificano per escavazione delle foglie e dei fusti . Nella maggior parte dei casi, la lama finisce per essere distrutta, curvandosi e la cuticola finisce per annerirsi.

Tuttavia, con un po’ di fortuna il raccolto potrebbe non essere così compromesso, anche se se le condizioni meteorologiche sono buone, il minatore aumenta la sua attività distruttiva sulle foglie , e questo provoca un’elevata perdita di massa fogliare, riducendo il vigore della coltura.

Inoltre, le ferite provocate da questo parassita facilitano l’ingresso di altri agenti patogeni come funghi, batteri e virus .

Quali colture colpiscono?

Colpiscono principalmente melanzane , zucchine, fagioli , meloni , cetrioli, peperoni , angurie e pomodori .

Come combattiamo i minatori fogliari?

I minatori sono spesso attratti dal colore giallo , quindi trappole o contenitori di questi colori con superfici appiccicose possono essere posizionati per attaccarsi.

Un’altra forma di prevenzione è quella di posizionare reti intorno alle colture e pulire le erbacce e qualsiasi tipo di rifiuto o resti di colture precedenti.

Allo stesso modo, l’infestazione da minatori fogliari può essere prevenuta piantando colture trappola vicino alle piante da proteggere.

Puoi piantare cenere, colombina o abutilón per attirare l’attenzione dei minatori e ridurre la loro incidenza nelle tue colture.

Il controllo biologico può essere effettuato attraverso i suoi nemici naturali . Alcuni di loro sono vespe parassite come Diglyphus isaea , Diglyphus minoeus e Diglyphus crassinervis, nonché Chrysonotomyia formosa e Hemiptarsenus zihalisebessi.

Per combattere gli adulti , si può applicare l’ estratto di neem sulle foglie e il batterio Bacillus thuringiensis contro le larve che producono le gallerie nelle foglie. È efficace anche schiacciare le larve con le nostre dita, facendo attenzione a non ferire la pianta .

Negli attacchi forti è conveniente rimuovere e distruggere le foglie inferiori della pianta.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *