Suggerimenti

Ortensia macrofilla o cura delle piante di Ortensia

Ortensia significa “bevitore d’acqua”. Il nome Hortensia è dovuto all’Ortensia Lepante francese del XVIII secolo. Questo impianto appartiene alla famiglia Saxifragaceae .

L’ortensia macrofila è la specie più comune per la coltivazione in giardino. Le sue foglie sono decidue e il colore dei suoi fiori è molto vario: rosso, rosa, bianco, blu…

Le ortensie devono essere collocate in luoghi semi ombreggiati, in quanto hanno bisogno di fresco e di molta acqua. A seconda del luogo in cui ci si trova, potrebbe essere necessario innaffiarli due volte al giorno (con acqua senza calcare).

Il terreno non deve essere calcareo perché la calce non lo favorisce, e ancor meno per l’irrigazione, soprattutto nel caso del blu. Crescono molto bene nei terreni silicei. Grandi esemplari si formano vicino al mare.

Al terreno devono essere aggiunti il letame, la torba e l’erica o il terreno di castagno. Questa modifica dovrebbe essere fatta in inverno, quando non ci sono foglie. I risultati saranno visibili durante il periodo di fioritura estiva, quando un buon fertilizzante liquido sarà aggiunto dal momento in cui le foglie iniziano a germogliare fino alla caduta dei fiori.

Per azulear vendere prodotti ma deve essere applicato una o due volte a settimana un mese prima della fioritura.

La potatura viene effettuata in inverno, di solito a gennaio.

Le ortensie tendono a clorosi , quindi è consigliabile stirare 2 o 3 volte durante la fioritura.

La riproduzione avviene per taglio durante l’estate. Per una maggiore sicurezza, sono sottoposti agli ormoni radicali.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *