Suggerimenti

Overwatering, problemi che provoca nelle piante e come risolverlo

Irrigazione in eccesso , pratica che può essere comune sia nei frutteti e giardini che nelle piante da interno, terrazzi e patii. L’eccesso di acqua può provocare da danni lievi e temporanei a danni molto gravi che si concludono con il marciume delle radici delle piante ed infine con esse.

Se quando innaffiamo lo facciamo in modo eccessivo aggiungendo troppa acqua o annaffiamo troppo frequentemente, le radici delle piante possono finire per annegare perché l’acqua accumulata impedisce loro di assorbire ossigeno e sostanze nutritive attraverso le radici.

Per scoprire se il terreno o il substrato ha abbastanza umidità e necessita di essere annaffiato o meno, possiamo utilizzare diversi metodi, dall’utilizzo di un igrometro a metodi più casalinghi e basilari come infilare una matita nel terreno: se esce pulito , il terreno è asciutto, se la matita esce con lo sporco bloccato, c’è ancora umidità nel substrato.

Un altro dettaglio su cui dobbiamo affinare è che i vasi o il terreno di coltivazione hanno un buon drenaggio che permette di espellere comodamente l’acqua in eccesso quando vengono annaffiati.

Ti diciamo come identificare i sintomi che ti avvertono di un eccesso di irrigazione nelle piante e per prevenire gravi danni e alcune soluzioni di base per le piante con acqua in eccesso .

Sintomi nelle piante di irrigazione eccessiva

– La pianta è appassita e debole, non mostra segni di vitalità. Questo accade perché non è in grado di assorbire nutrienti e ossigeno dal terreno.

– Non crescono nuovi germogli.

– Le foglie che si trovano nella parte inferiore della pianta, quella più vicina al suolo, ingialliscono e talvolta cadono anche se l’acqua in eccesso persiste.

– Comparsa di funghi e/o alghe nel terreno attorno al fusto.

– Marciume dello stelo.

– Caduta dei fiori

– Le piante non mantengono lo sviluppo che dovrebbero, la loro crescita ristagna e diventano più piccole.

– Le foglie più giovani diventano marroni, successivamente seguiranno le foglie più mature.

Leggi altri articoli sull’orto biologico

Come riparare i danni alle piante causati dall’eccesso di acqua?

Come prima misura, non annaffieremo nei giorni successivi.

Se è una pianta in vaso o un tavolo da coltivazione ci è più facile, possiamo estrarla e lasciarla all’aperto, preferibilmente in una zona ben ventilata, in modo che si asciughi a poco a poco.

Migliora il drenaggio delle piante coltivate in vaso o contenitori aggiungendo pietre medie e poi un sottile strato di sabbia. Quindi aggiungi la terra.

Se è una pianta o un arbusto coltivato direttamente sul terreno, possiamo aerarlo un po’ per favorire la circolazione dell’aria e che aiuta a far evaporare l’acqua più velocemente.

È preferibile annaffiare meno che esagerare con l’acqua.

La prossima volta che devi annaffiare, non limitarti a guardare se la superficie del supporto è asciutta o bagnata, controlla con un dito o una matita se è anche bagnata a circa 6 o 7 cm di profondità.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *