Suggerimenti

Piante succulente: come farlo

Le piante grasse sono una delle piante più apprezzate dagli appassionati di giardinaggio, sia nella decorazione d’interni che nei giardini e all’aperto. Il suo successo è dovuto sia alle sue forme belle e appariscenti, esteticamente molto attraenti, sia alla grande resistenza che la maggior parte delle sue specie offre. Queste sono piante che non richiedono molto la loro cura. Una delle maggiori qualità di queste piante è la loro capacità di immagazzinare acqua nelle loro diverse parti, diventando così molto resistenti alla siccità. Inoltre, quando si tratta di nutrienti, non tendono nemmeno a essere schizzinosi. Se anche a te piacciono e vuoi imparare a piantare piante grasse a casa tua, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde che servirà come guida pratica per piantarle con successo.

Come piantare piante grasse in vaso

Quando si tratta di piantare piante grasse, sia in vaso che nel terreno, ci sono due opzioni. Il primo è piantare dal seme, cioè seminare come si fa con la stragrande maggioranza delle piante. Questo è un processo che non offre particolari complicazioni, ma poiché le piante grasse sono solitamente piante a crescita molto lenta, la più comune è optare per la seconda opzione, ovvero trapiantare le piante grasse da un pollone o da talea.

Le piante grasse tendono a produrre polloni o piante figlie ai piedi della pianta originale, che sono molto facili da separare e trapiantare, quindi questa è un’opzione molto comune quando si moltiplicano o si riproducono piante grasse. Anche le loro talee di solito radicano con successo, quindi il metodo è comodo e molto semplice. Prima di piantare piante grasse in vaso è importante assicurarsi di avere tutto ciò di cui abbiamo bisogno e quindi seguire questi passaggi.

  1. Preparare il vaso: si possono usare vasi e contenitori di qualsiasi materiale, ma il più consigliato con queste piante è l’argilla. Questo materiale permette una buona circolazione dell’aria e anche dell’acqua, aiutando ad evitare uno dei maggiori pericoli delle piante grasse: l’eccesso di umidità. Per lo stesso motivo, è fondamentale che il vaso abbia anche fori di drenaggio attraverso i quali possa eliminare l’umidità in eccesso.
  2. Mescolare il substrato: non è necessario che sia molto ricco di sostanza organica o sostanze nutritive. L’importante è che sia leggero, sciolto e offra il miglior drenaggio possibile. Puoi usare substrati speciali per piante grasse, ma se prepari il mix, una base di ghiaia o sabbia nel vaso e una parte significativa di fibra di cocco nel substrato sono ottime opzioni. Inoltre, anche l’aggiunta di un po’ di perlite aiuterà. Scopri di più su Come realizzare substrato per piante grasse con la guida che troverai a questo link.
  3. Preparare la succulenta: quando si pianta una nuova pianta o si esegue un trapianto, rimuovere la succulenta o il pollone con molta attenzione dal suo vaso originale, prestando particolare attenzione alle sue radici, che sono fini e delicate. Inoltre, è consigliabile cercare di pulirli il più possibile dal vecchio terriccio, soprattutto se hai appena acquistato la tua succulenta. Probabilmente non è un terreno adatto per lui, ed è conveniente liberarne le radici e districarle il più possibile. Se vedi radici marce o malsane, usa delle forbici da potatura adeguatamente igienizzate per tagliarle.
  4. Piantare la succulenta: riempire il vaso con il substrato e piantare al suo interno la succulenta, facendo attenzione che le prime foglie non siano a diretto contatto con il terreno, per tenerle al riparo dall’umidità. Anche uno strato superiore di rocce o ghiaia aiuterà in questo senso. Inoltre, se hai intenzione di provare a prelevare una talea da foglie o rami, puoi migliorare le sue possibilità di radicazione lasciandolo in acqua per una settimana prima di piantarlo, così inizierà a sviluppare radici e sarà più preparato per il terreno.
  5. Aspetta di annaffiare: dopo la semina, lasciar trascorrere un paio di giorni prima di annaffiare in modo che le radici abbiano il tempo di riprendersi.

Come piantare piante grasse nel terreno

All’aperto, il processo non è così diverso. Segui questi passaggi per piante succulente nel terreno:

  1. Il terreno è molto importante, quindi è opportuno preparare uno strato di almeno 20 cm di substrato per piante grasse in modo che le piante non abbiano problemi a svilupparsi o ad accumulare umidità. Tieni inoltre presente che non si avvicina troppo ad altre piante che hai in questo campo, rispetta diversi cm di distanza tra di loro.
  2. Fornisce uno strato superficiale di roccia vulcanica o altro materiale che isola la parte aerea della pianta dall’umidità del terreno.
  3. Assicurati di rimuovere il vecchio terreno dalle radici se stai trapiantando o tagliando, come le piante grasse in vaso.
  4. Pianta la succulenta assicurandoti di posizionare le radici in basso e leggermente distese.
  5. Riempi con più substrato fino a quando la pianta non sta in piedi da sola e non è dritta, ma ricorda che se possibile dovresti evitare che il primo strato di foglie tocchi il terreno.
  6. Non innaffiare fino a pochi giorni dopo, soprattutto se il terreno a terra era già piuttosto umido. E così hai già piantato una succulenta nel terreno del tuo giardino.

Cura delle piante grasse – guida di base

Ora che hai piantato la tua succulenta in un vaso o in un terreno, segui questi suggerimenti per la cura delle succulente:

  • Queste piante sono molto resistenti e la loro cura poco impegnativa le rende molto adatte a principianti o giardinieri dilettanti ma senza molto tempo. Tuttavia, c’è un punto che non può essere trascurato: le piante grasse non tollerano l’umidità in eccesso. Innaffiandoli troppo o fornendo terreno senza un buon drenaggio, le radici della pianta marciranno e, molto probabilmente, la perderanno.
  • Non innaffiare le piante grasse fino a quando il substrato non è asciutto.
  • Se la pentola ha una piastra di drenaggio, rimuovere l’acqua in eccesso dopo l’irrigazione e non lasciarla mai accumulata.
  • Cerca di non bagnare le sue foglie quando le innaffi.
  • Posiziona la pianta in una zona dove riceve luce, ma non durante le ore di punta se vivi in ​​un clima con sole molto forte.

Consigliamo queste altre guide di giardinaggio di EcologíaVerde sulla cura delle piante grasse e i tipi di piante grasse.

Se desideri leggere altri articoli simili a Piantare piante grasse: come farlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.