Suggerimenti

Qual è la tua impronta ecologica?

I negozi sono pieni di prodotti, abbiamo acqua istantanea o elettricità, abbiamo una vasta rete di trasporti che ci permette di andare dove vogliamo… Viviamo nell’abbondanza e, a quanto pare, le nostre risorse sono infinite. Ma questa situazione è sostenibile? Proprio per cercare di rispondere a questa domanda, i ricercatori William Rees e Mathis Wackernager hanno definito un nuovo indicatore che hanno chiamato “ impronta ecologica ”. Per il suo valore chiarificatore e il suo potenziale educativo, questo parametro è stato adottato come riferimento chiave da tutti coloro che si preoccupano della sostenibilità .

L’impronta ecologica misura “l’area necessaria per produrre le risorse consumate da un cittadino medio di una determinata comunità, nonché l’area necessaria per assorbire i rifiuti che genera, indipendentemente da dove si trovano queste aree”. L’illusione che ci sia una cornucopia inesauribile al servizio del nostro consumo svanisce come fumo quando calcoliamo la nostra impronta.

Su scala globale, l’impronta ecologica ha superato la capacità di generazione di risorse del pianeta dagli anni 80. L’impronta per il 1961 è stata stimata al 70% della capacità rigenerativa della Terra. Negli anni ’80 il consumo ha raggiunto il totale disponibile e nel 1999 ha superato la disponibilità planetaria. Ora l’umanità sta consumando il 120% di ciò che produce il pianeta. Tradotto in termini di economia domestica, spendiamo al di sopra del nostro stipendio mensile giornaliero e copriamo il deficit utilizzando l’eredità che ci hanno lasciato i nostri nonni.

E cosa posso fare?

Seguendo questi semplici consigli, puoi ridurre la tua impronta ecologica.

* Acquista con moderazione. Meno acquisti, meno rifiuti genererai, più soldi risparmierai e meno dipendenze materiali avrai.

* Utilizzare elettrodomestici e lampadine a risparmio energetico. Optate, se potete, per case bioclimatiche e coibentate bene la vostra casa.

* Ridurre il consumo di acqua. Avvia la lavatrice quando è piena e usa i programmi a bassa temperatura (il 90% di energia in più viene spesa per il lavaggio in acqua calda). Riparare le perdite (un rubinetto che perde perde 30 litri al giorno).

* Non utilizzare lo scarico come cestino della spazzatura né versare prodotti inquinanti o olio esausto.

* Evita i prodotti con troppi imballaggi, soprattutto quelli in sughero bianco. Prima di riciclare ricordare i passaggi precedenti per ridurre e, se possibile, riutilizzare.

* Ricicla la tua carta e acquistala riciclata al 100% e senza cloro. Ridurrai sostanzialmente il consumo di acqua, olio, emissioni di CO2 ed eviterai l’abbattimento di molti alberi.

*No tires a la basura productos peligrosos o tóxicos; llévalos a un punto limpio para su tratamiento correcto.

*Compra productos locales y lleva tu propia bolsa a la compra.

*Camina en la medida de tus posibilidades o utiliza la bici y el transporte público en lugar del coche. Si no puedes prescindir del vehículo privado procura compartirlo y mantenerlo en buen estado para que consuma y contamine menos.

*Evita los productos de un sólo uso (papel de cocina, servilletas, pañuelos de papel, cubiertos, maquinillas de afeitar…)

Puedes ver el documento completo sobre la huella ecológica aquí

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *