Suggerimenti

Rocalla: [Cultivo, Riego, Asociaciones, Plagas y Enfermedades]

Punti importanti durante la semina del giardino roccioso
  • Dove seminare? In piena luce. Ha bisogno di molta luce solare.
  • Quando? Inizio primavera .
  • Come prepariamo il terreno? Rimosso, eliminando le erbacce . Con substrato composto da sabbia fine e perlite che permette un buon drenaggio.
  • Come innaffiamo? Con gocciolamento .
  • Quanto spesso annaffiamo?  In estate , 2 volte a settimana. Il resto dell’anno innaffiature distanziate.
  • Piaghe e malattie? Cocciniglia, afidi e malattie fungine causate da acqua in eccesso, oidio, muffa, ecc.

Le piante di rocaille o la loro composizione sono, in generale, di piccole dimensioni e di grande varietà, per tutti i gusti.

Conosciuto anche come giardino alpino, realizzare un giardino roccioso in giardino è perfetto per chi vuole ricreare quel misto di pietra e natura, tipico delle Alpi.

Il giardino roccioso è un sistema naturale ideale anche per aree di siccità o terreni poveri. Può essere anche la soluzione perfetta per quelle zone del giardino con dislivelli, o di natura boschiva e di difficile accesso.

Molte piante rocciose sono lente a diffondersi e altre crescono solo su piccole colline, come alberi in miniatura o arbusti su piccola scala.

Per i paesaggisti, è necessario prendersi del tempo per progettare la struttura di quello che sarà il giardino roccioso in giardino, sia per coprire i suoi spazi liberi sia per realizzare una composizione speciale in contenitori.

Quando seminare il giardino roccioso?

Il giardino roccioso è molto facile da coltivare, ed è meglio seminare all’inizio della primavera, con il terreno umido per godere di tutto il suo splendore e bellezza nei prossimi mesi.

Si consiglia di non piantare il giardino roccioso fino a diverse settimane dopo il posizionamento delle rocce, in modo che il terreno si depositi.

È preferibile seminare il giardino roccioso in gruppi irregolari e disporre le piante in passaggi successivi, cercando l’armonia tra colori, forme e tempi di fioritura. Quelli di altezza maggiore saranno collocati ai lati e quelli della stessa specie, in gruppi.

Una volta che il terreno è compatto, si annaffia leggermente e, se c’è rischio di gelate, si stende uno strato di lettiera o corteccia.

Dove farlo?

I giardini rocciosi vanno orientati a ovest o sud, al riparo dal vento ed esposti ad abbondante luce solare: questa è la situazione ideale per posizionare le piante.

Di solito crescono nel loro habitat naturale, in zone di alta montagna. Un giardino roccioso può essere la caratteristica più affascinante di un giardino, anche se si trova in uno spazio limitato come un contenitore.

Possono essere coltivate in giardino, in pieno sole, ma avendo molta cura nella pianificazione della strategia di impianto perché possono crescere senza ordine e ovunque.

Come preparare il terreno?

La pianta del giardino roccioso non è esigente riguardo al tipo di terreno e può crescere in un terreno carente di sostanze nutritive e spesso senza acqua.

Per la preparazione del terreno è necessario tenere conto che le erbacce devono essere eliminate dalla superficie.

Quindi si procede ad arare la terra scavando almeno 30 centimetri, e mescolandola con la sabbia. Se il sottosuolo è argilloso, sarà necessario creare una rete di drenaggio per rimuovere l’acqua.

Viene quindi preparato un letto di macerie di 25 centimetri e su di esso viene steso uno strato di substrato di radicazione di 40 centimetri.

Quindi viene eseguita la procedura di posizionamento della pietra, anche i graniti sono molto appariscenti e solitamente sono ricoperti di muschio, che fornisce un tocco naturale.

Le pietre possono avere una forma irregolare e le loro dimensioni non sono inferiori a 60x30x30 centimetri. Si consiglia di posizionare prima quelli più grandi e separarli abbastanza in modo che le piante possano svilupparsi comodamente.

Almeno metà del suo volume dovrebbe essere interrato e la parte superiore dovrebbe essere leggermente inclinata verso il pendio, in modo che l’acqua scorra verso terra. Tra un livello di pietre e l’altro il terreno deve essere orizzontale.

Per finire di realizzare un giardino roccioso, dovresti aspettarti di aspettare un po’ di più, almeno da due settimane a un mese. Questo è il tempo sufficiente per depositare sia il substrato che le pietre. Solo allora, quando inizieremo a piantare, la terra sarà la cosa più vicina a quella che durerà nel tempo.

Alcuni esemplari di rockery possono fiorire in un primo anno e non passerà molto tempo prima che un giardino piantato di recente sembrerà coltivato da anni.

Come innaffiamo il giardino roccioso?

Gli orticoltori e i giardinieri consigliano di annaffiare il giardino roccioso con parsimonia e di sfocare l’acqua in modo che il terreno non si erodesse.

L’ irrigazione a goccia è molto importante per il giardino roccioso in quanto questo tipo di giardino non richiede molta acqua.

Per sapere come innaffiare il giardino roccioso, si consiglia di mantenere un’umidità uniforme, innaffiare sempre al tramonto o di prima mattina e posizionare la quantità d’acqua specifica per ogni esemplare.

Come seminiamo il giardino roccioso passo dopo passo?

Sono piante che si adattano a tutti i tipi di terreno e non richiedono sostanze nutritive. Per seminare il giardino roccioso, è possibile seguire i seguenti passaggi:

Seleziona contenitori che possono essere grandi o piccoli a piacere, ma devono essere profondi almeno 15 cm o più e devono avere un foro di drenaggio sul fondo.

Il tipo di contenitore può essere realizzato in legno , senza dimenticare di trattarlo con un prodotto che lo preservi dall’effetto dell’acqua; Oppure, usa un contenitore speciale, che è conico e poco profondo.

Fare una miscela di substrato in un rapporto di sei parti di compost per tre parti di sabbia fine, a cui sarà necessario aggiungere un buon drenaggio.

Coprire il fondo della pentola con uno strato di pezzi di pentola di 5 cm e poi aggiungere uno strato di torba di 2,5 cm. Infine, riempi il contenitore con il compost fino a 2,5 cm dal bordo.

Posizionare un disco di zinco forato sopra il foro di drenaggio, una volta riempito il contenitore con il substrato, per evitare che il compost venga dilavato. Una volta terminato il tempo di attesa per il giardino roccioso, semina la pianta e annaffia.

Quando si semina una pianta rocciosa è necessario rimuovere un po’ il compost della massa radicale dalla pianta rocciosa invece di seminarle nella loro interezza, ma trattando la pianta con cura e delicatezza.

Avere uno strato di roccia grattugiata sulla superficie del compost per fornire freschezza e umidità al giardino roccioso. Una volta che il contenitore del compost è stato riempito, dovrebbe essere affermato e annaffiato. Lascia che si stabilizzi per qualche giorno. Metti la pianta al sole

Ogni anno, in autunno o in primavera, si consiglia di stendere uno strato di compost  per dare al terreno un concime organico e che le piante abbiano tutti i nutrienti di cui hanno bisogno.

Quali associazioni favorevoli ha?

L’associazione di colture vegetali compatibili produce benefici rispetto alla loro coltivazione separata, oltre all’utilizzo di luce, acqua e/o sostanze nutritive.

Il giardino roccioso può essere associato/seminato a varie specie per formare composizioni. Arbusti come cotoneaster, erica o rododendro e conifere come il ginepro o il tuo.

Piante a bulbo con tulipani e rivestimenti per pavimenti come la verbena o l’alisso. La nota di colore gli darà vivacità come l’aster, la campanula, il garofano e la lobelia, e bulbose come il croco .

Nei climi caldi e secchi è meglio associare il giardino roccioso a piante succulente come cactus, yucca, aloe e agavi, o rampicanti come aptenia , sedum e drosanthemum, che difficilmente necessitano di acqua.

Quali parassiti e malattie attaccano il giardino roccioso?

I parassiti che colpiscono il giardino roccioso sono direttamente associati alle varietà di piante della composizione che viene realizzata.

In questi casi, cocciniglia , afidi , insetti da fiore e malattie fungine (oidio, peronospora), marciume del fusto e delle radici a causa dell’eccesso di acqua.

Bibliografia e riferimenti

  • Fragoso, R; Luisier A. (1971). Storia naturale, vita di animali e piante. Settima edizione, Instituto Gallach de Librería y Ediciones, SL Barcellona-Spagna.

Banca dati digitale

  • Gardencenterjea.com. Tutto quello che devi sapere sui giardini rocciosi. Riprodotto da: https://blog.gardencenterejea.com/plantas-de-rocalla/
  • Verdesvida.es. Tecniche e cura del Rockery. Riprodotto da: https://www.verdeesvida.es/tecnicas_y_cuidados_4/construir_una_rocalla_117
  • Verdecora.es. Le migliori piante per il giardino roccioso . Riprodotto da: https://verdecora.es/blog/las-mejores-plantas-rocalla

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *