Suggerimenti

Rotazione del raccolto spiegato

Uno dei modi migliori per evitare parassiti, malattie e disturbi delle piante è quello di ruotare le vostre colture su appezzamenti diversi ogni stagione – questo metodo è chiamato rotazione delle colture.

La rotazione delle colture funziona perché i parassiti e le malattie che attaccano alcuni tipi di piante spesso non ne attaccano altri. Spostando il raccolto ogni anno, si evita che parassiti del suolo molto specifici di quel raccolto attacchino quello successivo. Ad esempio, la radice di bastone è una malattia fungina che è devastante per le piante della famiglia dei cavoli, ma è innocua per gli altri ortaggi. Evitate di piantare cavoli nello stesso punto per diversi anni consecutivi, poiché le spore del fungo scompariranno prima di reimpiantare il cavolo in quella zona.

Un altro vantaggio per la prevenzione di parassiti e malattie è quello di sfruttare al meglio la nutrizione delle piante e il miglioramento del suolo. Diversi gruppi di ortaggi hanno esigenze specifiche di nutrienti del suolo, quindi evitare anni consecutivi con la stessa coltura nello stesso luogo impedisce il drenaggio di specifici nutrienti. Ad esempio, i pomodori e il mais dolce sono colture ad alta richiesta che richiedono un terreno organico ricco di sostanze nutritive, per cui si dovrebbe evitare di piantarli nello stesso posto anno dopo anno. Queste colture dovrebbero essere seguite da colture meno impegnative come le carote o la pastinaca.

Non appena ogni appezzamento ha finito di produrre (normalmente in autunno), è consigliabile scavare e introdurre un emendamento ricco di materia organica. Circa due settimane prima del reimpianto, trattare il terreno con un alimento a base di frutta e verdura per arricchire il terreno prima del prossimo raccolto.


Esempio di semplice rotazione vegetale di 3 parcelle

Trama 1:

Insalata e colture di ortaggi
Trama 2:

Brassica (famiglia dei cavoli)
Trama 3:

Colture a radice
Fagioli (acciughe), zucchine, aglio, porri, lattuga, zucca, cipolle, piselli, spinaci, scalogni, mais dolce, bietole, pomodori
Cavoletti di Bruxelles, cavolfiori, cavoli viola, cavoli estivi, cavoli invernali…
Bietole, carote, pastinache, patate, ravanelli, rape…

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *