Suggerimenti

Settimana internazionale senza pesticidi

Dal 20 al 30 marzo si celebra la 13° edizione della Settimana Internazionale Senza Pesticidi.

Future Generations , un’organizzazione di origine francese, ha avviato questa campagna annuale nel 2006 per mettere a disposizione dei cittadini informazioni sugli effetti dei pesticidi sulla nostra salute e sull’ambiente. Inoltre, durante questi 10 giorni vengono proposte alternative all’uso di pesticidi e diverse attività.

È urgente intervenire sull’uso e l’esposizione dei pesticidi. L’inquinamento causato da questi pesticidi nei fiumi, nei mari, nelle acque sotterranee, nell’atmosfera e nel suolo sta danneggiando gravemente la nostra salute e quella del resto degli esseri viventi sulla Terra. E sappiamo che questa contaminazione può rimanere nell’ambiente per decenni dopo l’uso sul campo.

Quest’anno 2018 la campagna di sensibilizzazione dell’International Pesticide Free Week si concentra sui pesticidi presenti negli alimenti.

Per darvi un’idea, e secondo i dati ufficiali dell’AECOSAN ( Agenzia spagnola per il consumo, la sicurezza alimentare e la nutrizione ) sui residui di pesticidi presenti negli alimenti, in un’insalata possiamo ingerire più di 70 pesticidi di cui 19 interferenti endocrini.

Quel cocktail di 19 pesticidi endocrini che ingeriamo in un unico piatto può avere effetti molto dannosi, specialmente quando ingeriamo questi tipi di tossine durante il giorno durante i diversi pasti che mangiamo.

Gli interferenti endocrini possono causare, tra l’altro, alterazioni della tiroide, delle ghiandole surrenali, infertilità, leucemia, problemi ai reni, al fegato, cancro o malformazioni.

I bambini sono i più sensibili agli effetti negativi dei pesticidi.

Questo è qualcosa che preoccupa la comunità medica e i cittadini che cercano alternative salutari.

Ricordiamo che la Spagna è il paese in Europa che usa più pesticidi , mentre altri paesi come la Francia o la Danimarca hanno proposto di ridurre l’uso dei pesticidi tra il 40 e il 50%.

Un rapporto preparato dal PAN ( Pesticide Action Network ) indica, ad esempio, quali alimenti sono stati con il più alto contenuto di residui di pesticidi e quanti di questi pesticidi sono interferenti endocrini. Queste informazioni sono state raccolte da Ecologisti in Azione nella loro Guida ai cibi distruttivi .

Ecco i 10 alimenti più contaminati dai pesticidi, compresi gli interferenti endocrini (DEC):

Perché non pensi che mangiando una pera si ingeriscono quasi 50 pesticidi?

Cosa possiamo fare?

L’alternativa che abbiamo è quella di privilegiare cibi biologici, locali e di stagione per evitare di ingerire quel cocktail di pesticidi che si trova quotidianamente negli alimenti . L’agricoltura ecologica o biologica è uno strumento molto importante per produrre cibo sano riducendo i costi ambientali.

Da segnalare che il Parlamento Europeo ha pubblicato nel 2016 un rapporto secondo il quale il cibo biologico è più sano, più nutriente e più sostenibile .

Non sorprende che sempre più persone coscienziose richiedano alternative ecologiche, eque ed etiche alla produzione alimentare convenzionale a base di pesticidi. ECO agricoltore forniamo le directory più complete di agricoltori e produttori ecologici , gruppi di consumatori e mercati locali dove puoi trovare cibo biologico.

È anche importante sostenere iniziative che richiedono ai governi di adottare misure più rigorose con l’uso di pesticidi nell’agricoltura convenzionale.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *