Suggerimenti

Sodio, potassio e cloro: essenziali per il nostro organismo

In altri articoli vi abbiamo già parlato delle funzioni di minerali come calcio , ferro , magnesio e fosforo e questa volta vogliamo scoprire perché sodio (Na), potassio (K) e cloro (Cl).

Sono essenziali affinché il nostro corpo svolga normalmente le sue funzioni a causa dei processi del nostro corpo a cui partecipano. Saprai anche in quali alimenti si trovano e le quantità consigliate.

Sodio, potassio, cloro… Cosa sono?

Si tratta di elettroliti, cioè di minerali di fragola che nel nostro organismo si sciolgono in acqua sotto forma di ioni.

Il sodio si trova allo stato naturale nel sale marino (cloruro di sodio, NaCl). È un metallo molto reattivo, soprattutto con l’acqua, è alcalino, argenteo e tenero.

Il potassio, altro metallo reattivo all’acqua, alcalino, argenteo e tenero come il sodio, è il minerale più abbondante nel nostro corpo e la più grande molecola presente nel fluido intracellulare del nostro corpo. Il potassio è un macrominerale che viene immagazzinato nei muscoli.

Il cloro, invece, è un gas allo stato naturale ma unito ad altri elementi chimici presenti in natura si ottengono cloruro di sodio (comune sale da cucina) e clorati.

Quali funzioni hanno nel corpo?

I tre elementi partecipano alla regolazione dell’equilibrio osmotico (pressione e concentrazione di sostanze all’interno e all’esterno della cellula) del nostro corpo. Ma intervengono anche in molte altre reazioni che avvengono nel nostro corpo, evidenziando:

Funzioni del sodio

  • Il sodio fa parte del tessuto osseo (ossa)
  • Collabora alla trasmissione dell’impulso nervoso
  • Partecipa alla regolazione della pressione sanguigna
  • Interviene nella contrazione muscolare
  • Ha un ruolo importante nell’assorbimento dei nutrienti da parte della membrana

Funzioni del potassio

  • Il potassio è coinvolto nella contrazione del muscolo cardiaco.
  • Collabora alla trasmissione nervosa
  • Si trova facente parte della struttura delle ossa
  • Partecipa alla sintesi o alla creazione di proteine ​​dagli amminoacidi
  • Contribuisce al metabolismo dei carboidrati

Funzioni del cloro

  • Il cloro partecipa all’eliminazione delle tossine dal fegato
  • Trovato in acido cloridrico nello stomaco per aiutare la digestione
  • Collaborare al trasporto di anidride carbonica
  • Partecipa alla digestione dei lipidi (grassi)
  • Contribuisce alla formazione del liquido cerebrospinale

In quali alimenti sono contenuti questi nutrienti?

Alimenti che ci forniscono sodio

Tra gli alimenti con il più alto contenuto di sodio abbiamo:

  • crostacei
  • Suola
  • Sardine
  • acciughe
  • Formaggi
  • bietola
  • Sedano
  • Spinaci
  • Carota
  • Asparago

L’elevato apporto di sodio va di pari passo con l’assunzione di prodotti ultralavorati, ad alto contenuto di sale. Se evitiamo o riduciamo il consumo di cibo spazzatura o spazzatura e basiamo la nostra dieta su cibi freschi (frutta, verdura, legumi, ecc.) ingeriremo quantità adeguate di sodio e ci prenderemo cura della nostra salute.

Alimenti che ci forniscono potassio

Tra gli alimenti con il più alto contenuto di potassio troviamo:

  • Soia testurizzata
  • Fagioli nani o fagioli neri
  • Pistacchi
  • Yogurt bianco
  • Patata dolce
  • Avocado
  • Anguria
  • Cardo
  • Spinaci
  • Salmone
  • Patata
  • finferli
  • Banana

In generale, verdura e frutta, legumi, frutta secca, funghi e cereali contengono buone quantità di potassio.

I cibi che ci danno il cloro

Lo troviamo nel sale comune, nell’acqua e negli alimenti come:

  • Olive
  • Alghe
  • Crescione
  • Cavolfiore
  • Integrale

In che quantità dovremmo consumarli?

Sodio

Nelle persone con normale attività fisica, la quantità minima giornaliera di sodio da consumare , che è compresa tra 200 e 500 milligrammi, può essere facilmente raggiunta.

La quantità massima giornaliera di sodio non deve superare i 2400 milligrammi in quanto potrebbe causare disturbi come ipertensione , ritenzione di liquidi , irritabilità e sovraccarico sui reni.

Negli atleti, durante episodi continui di diarrea e vomito, persone che consumano diuretici e persone con molta sudorazione, può verificarsi carenza di sodio e questo può causare ipotensione, vertigini e disidratazione.

Potassio

La quantità minima da consumare di potassio è specificata in 2000 milligrammi durante l’età adulta.

Durante le fasi di crescita, nelle persone che assumono diuretici e durante gli episodi di diarrea e vomito, questo minimo giornaliero viene portato a 3.500 milligrammi.

Quando c’è una mancanza di potassio nel corpo (cosa che di solito è rara), si verificano sintomi come ipotensione, disidratazione, grande sete, crampi, debolezza muscolare, stitichezza , battito cardiaco accelerato e persino vomito, diarrea e mancanza di appetito.

Al contrario, nei casi di iperkaliemia (alti livelli di potassio nel sangue), si possono differenziare sintomi come aritmie, intorpidimento delle estremità e persino scompenso cardiaco. Zucchero, alcol, caffè e tè provocano l’escrezione di potassio nel sangue.

Cloro

Nel caso del cloro, si consiglia di consumare una quantità minima giornaliera di cloro da 3.000 a 5.000 milligrammi e una quantità massima giornaliera di cloro di 7.500 milligrammi.

La mancanza di cloro nel nostro corpo potrebbe causare apatia, anoressia e astenia.

Al contrario, l’ ipercloremia provoca sintomi come stitichezza grave, sonnolenza, vomito e diarrea.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *