Suggerimenti

Substrato per piante in vaso

Affinché il nostro orto urbano o vaso da fiori possa prosperare e ottenere buoni risultati, è di vitale importanza scegliere correttamente il substrato più adatto alle esigenze di ogni pianta che andremo a coltivare (ortaggi, aromatici e medicinali, ornamentali).

Il substrato è molto importante perché contribuirà, tra l’altro, a rendere le piante resistenti ai parassiti ( afidi , cocciniglie , aleurodidi , lumache e lumache , ecc.) e alle malattie ( oidio, oidio, ruggine ).

Dobbiamo tenere presente che il substrato sarà la fonte di cibo per le piante perché migliorerà la fertilità del suolo e dovrà fornire loro tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per evitare problemi di crescita, sviluppo dei frutti, ecc.

Ma in più il substrato deve fornire supporto alla pianta, essere in grado di trattenere una certa quantità di acqua, permettere la circolazione dell’aria e permettere alle radici di svilupparsi e crescere bene.

..

Tipi di substrato

Dobbiamo tener conto, oltre ai nutrienti che può fornire, della consistenza del substrato. Dovrebbe essere leggero e soffice per consentire alle radici di respirare in modo che possano facilmente ottenere nutrienti e acqua. È meglio includere una miscela nel vaso di diversi substrati per sfruttare le loro caratteristiche.

Substrati organici

humus di lombrico

Si ottiene attraverso il vermicompost ed è un tipo di substrato organico che fornisce molta fertilità alla terra grazie al suo contenuto di azoto, fosforo, potassio, calcio, magnesio, manganese, ferro e sodio. Ha una consistenza spugnosa ed è ottimo per migliorare l’aerazione, favorisce la germinazione dei semi. Come se non bastasse, l’humus di lombrico inibisce lo sviluppo di funghi e batteri dannosi per le piante, rendendolo ottimo da utilizzare nella preparazione di piantine e semenzai. Impara come fare getti di vite senza fine

Imbottitura o pacciame

È una pratica ampiamente utilizzata in permacultura e costituisce l’ultimo strato e quindi il più superficiale. Il pacciame oltre a prevenire l’erosione, apporta sostanza organica al terreno e protegge le radici dalle temperature avverse (dovute al freddo o al caldo eccessivi) e aiuta a mantenere un grado ottimale di umidità nel vaso. Ciò contribuirà a ridurre i rischi e risparmieremo acqua. Maggiori informazioni sulla pacciamatura

Altri articoli sull’orto biologico

Substrati inerti

Fibra di cocco

È un altro tipo di substrato che possiamo aggiungere all’impasto che prepariamo per riempire i vasi ed è adatto a tutti i tipi di colture. Le caratteristiche della fibra di cocco sono molto interessanti: migliora la capacità di aerazione, la ritenzione di acqua e sostanze nutritive, riduce i rischi della comparsa di malattie fungine, tra le altre.

perlite

È un substrato in granuli e le sue caratteristiche comprendono l’ossigenazione della terra grazie alla sua porosità, inoltre la perlite è un minerale naturale che aiuta a mantenere costante l’umidità nei vasi, è resistente all’erosione e per l’effetto esercitato da la luce sulla perlite respinge alcuni insetti e acari. Riduce la comparsa di piante spontanee o indesiderate.

Ghiaia

Ghiaia o ghiaia (come la perlite) per le sue caratteristiche non forniranno nutrienti o fertilità al terreno, ma il suo utilizzo ha alcuni vantaggi. È un eccellente drenante, quindi aiuterà a eliminare l’acqua in eccesso nel vaso e quindi a prevenire la decomposizione delle radici e danni significativi alle piante. Inoltre, poiché la ghiaia è porosa, facilita la circolazione dell’aria nella pentola. Come ghiaia possiamo usare i ciottoli di fiume.

sono per

È un altro substrato che possiamo utilizzare per fornire drenaggio alle piante ed evitare l’aggrovigliamento. L’opzione migliore è la sabbia di fiume lavata e viene solitamente utilizzata per le sue caratteristiche per realizzare letti di semina in parti uguali insieme a getti di lombrico. Ad esempio, un’opzione per preparare un vaso sarebbe quella di mettere prima uno strato di sabbia o ghiaia, quindi puoi aggiungere un altro strato di fibra di cocco, sopra un altro strato di vermi e infine il pacciame.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *