Suggerimenti

Suggerimenti per il dimensionamento di un giardino. Come fare il layout

Buongiorno a tutti gli Agrohuerter! Oggi vengo a raccontarvi un po’ delle difficoltà che ho passato il giorno in cui ho dovuto dimensionare un giardino, che ho dovuto sistemare completamente il terreno del giardino.

Come ho già detto nell’articolo: Primo passo: dove localizzare il giardino?  Il terreno in cui ho deciso di collocare il mio orto non era mai stato lavorato ed era necessario condizionarlo adeguatamente affinché desse una discreta produzione, avesse un adeguato drenaggio, una buona porosità e non vi fossero impedimenti alla nascita di semi come sassi e cristalli.

Come dimensionare un giardino

Essendo un progetto agronomo sarebbe stato molto triste che non crescesse nulla, quindi mi sono impegnata molto per svolgere questo lavoro con il mio amico Cristian, colgo l’occasione per mostrarvi il video dove abbiamo allestito tutto questo shebang e così fatti un’idea del lavoro che svolgiamo:

La prima cosa che dovevamo fare per migliorare il nostro terreno era passare la motozappa o il mulo meccanico, questo attrezzo permette di rimuovere lo strato superficiale del terreno quando le fragole passano attraverso la sua superficie, con questo facciamo in modo che il terreno migliori la sua struttura , le sue condizioni di drenaggio, la sua capacità di aerazione e infiltrazione d’ acqua ecc.

Fatto ciò, avevo due opzioni per progettare l’architettura del ritaglio:

1. Crea letti rialzati

Immagino che li abbiate visti più volte in questo blog, nell’articolo su  Come  preparo il mio giardino  per vederne la realizzazione nelle fotografie che Paolo ci ha lasciato nella sezione commenti.

I letti rialzati hanno il vantaggio di:

  • Facilitano il lavoro al suo interno non dovendosi piegare troppo.
  • I materiali con cui sono normalmente imbottite, imbottiture in paglia ecc. Evitano perdite per evaporazione.
  • Il controllo delle infestanti è più semplice in quanto le dimensioni del letto sono delimitate.
  • Il lavoro si riduce non dovendo rimescolare o rinnovare il terreno sul terrazzo.
  • Possono essere costruiti con vari materiali di riciclo.

2. Crea creste

Questa tecnica è stata più facile per me poiché non avevo intenzione di acquistare binari o tavole e terreno fertile per costruire le terrazze rialzate e potevo usare il mio terreno per realizzarle.

Le creste hanno il vantaggio di:

  • La frazione fertile del suolo viene incrementata concentrando sul terrazzo gli strati di terreno superficiali (più ricchi di sostanza organica) dei corridoi.
  • È favorita l’irrigazione per solchi o coperte, pratica comune nei frutteti convenzionali.
  • Le attività possono essere svolte più comodamente dai corridoi senza dover salire sul terrazzo, appesantendo il terreno.

Faceva un caldo infernale per fare le creste, ma avevo poco tempo se volevo piantare il giardino per le date appropriate e non avevo altra scelta che prendere la pala e iniziare a scavare, penso che quel giorno ho perso come una Formula 1 pilota dopo una gara, ma il risultato finale è stato molto utile per vedere come abbiamo trasformato la terra desolata in un orto per apprendisti.

Migliori dimensioni per il giardino

Quando si è trattato di progettare l’architettura del raccolto, ho applicato molti concetti di gestione efficiente per non rompermi la schiena lavorandoci sopra.

Fondamentalmente ho deciso di realizzare delle terrazze lunghe 6 metri x larghe 1,2 metri con un corridoio di 0,5 metri in mezzo.

E ti chiederai: perché 1,2? Perché è la misura più appropriata per poter lavorare sui terrazzi dai corridoi senza forzare troppo la propria posizione. Con questa misura di terrazzo non è necessario calpestarla per raggiungere zone impervie, ecc. Questa misura è raccomandata in molti metodi ecologici come Parades en crestall , il metodo Fukuoka e l’orticoltura sinergica.

Una volta preparati i corridoi e le creste, con un rastrello abbiamo livellato il terreno depositato sui terrazzamenti, questo evita depressioni che potrebbero concentrare l’acqua di irrigazione e facilita la piantumazione.

Con le creste pronte, per migliorare la gestione nel frutteto abbiamo deciso di posizionare una rete anti-erbaccia, questa tecnica è nota come pacciamatura inorganica e consiste nel coprire la coltura con una plastica:

Mantenendo il suolo coperto, riduciamo l’erosione del suolo, manteniamo l’umidità e regoliamo i cambiamenti di temperatura. A seconda del colore della plastica, i vantaggi saranno diversi, in questo modo:

  • Una plastica nera : Trattiene la luce solare grazie al suo colore (il nero assorbe le radiazioni), questo significa che i raggi non penetrano all’interno della plastica, rendendo difficile la fuoriuscita delle erbacce.
  • Una plastica bianca : mantiene il terreno fresco anche se non è molto efficiente per il controllo delle infestanti.
  • Una plastica argento-nera : sono i più efficaci nel ridurre la popolazione di insetti, evitando così molti vettori di parassiti per i nostri giardini. Il suo colore aiuta anche a controllare le erbacce.
  • Una plastica trasparente : Permette ai raggi del sole di penetrare all’interno, il che favorisce la germinazione dei semi man mano che il terreno è più caldo. Con questo tipo di plastica si può effettuare la tecnica della Solarizzazione, che consiste nell’innaffiare il terreno e coprirlo con una plastica di questo stile, il calore all’interno sarà tale da disabilitare i semi delle infestanti ed eliminare i patogeni che possono esistere.

Le pacciamature inorganiche possono essere realizzate con altri materiali come pietre vulcaniche ecc. Ma non forniscono materia organica o altri nutrienti come la pacciamatura organica.

Come puoi vedere nel video precedente, abbiamo sistemato le maglie con delle griglie, con questa è più facile camminare per i corridoi ma con il caldo in quel momento per me era difficile spostarle

Poco di più, spero che con questo avrai più chiare le possibilità che hai nel dimensionare il tuo giardino. È un lavoro duro ma poi dà tante soddisfazioni.

Ti auguro il meglio

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *