Orti di cura generale

Coltivazione di piante erbacee perenni

Le piante erbacee perenni sono il perno delle aiuole e delle bordure, fornendo grandi spruzzi di colore, forma e struttura.

Le piante perenni sono difficili da battere per colore, forma e interesse, e ci sono così tante scelte che si può garantire più o meno colore tutto l’anno. Ci sono forme a crescita lenta che forniscono una copertura vitale del terreno, forme troppo alte, forme imponenti che forniscono grande struttura e punti di interesse suggestivi, come i lupini e i delfinei.

Alcuni pensano che la parola “erbaceo” significhi che le piante muoiono a terra in autunno, per poi tornare in primavera. Mentre molte piante perenni lo fanno, ci sono anche molte piante sempreverdi tra cui scegliere. E, naturalmente, essendo perenni, continueranno a fiorire per molti anni.

Brunnera Jack Frost è una perenne a bassa crescita che fornisce una buona copertura del suolo

.

Il fogliame e i fiori seducenti dei seduttori seducenti seducono e, insieme ai fiori sbiaditi, la loro forma e struttura in inverno


Come piantare le piante perenni

La scelta di piante che sfruttino le condizioni del vostro giardino è il primo passo, ma investire un po’ di cura e di attenzione alla piantagione e durante l’impianto garantirà migliori prestazioni per molti anni a venire.

Anche se la primavera e l’autunno sono considerati i periodi migliori per piantare, le piante perenni coltivate in container possono essere piantate tutto l’anno; basta tenerle ben annaffiate quando il tempo è secco.

  • Assicurarsi che il terreno sia sufficientemente sciolto per permettere la crescita delle radici
  • Immergere le piante in acqua prima di piantarle.

  • Se necessario, se si vedono piante in vaso, rimuovere delicatamente alcune radici dalla radice.
  • Piantare con una spatola, indurire il terreno intorno alle piante a mano e annaffiare accuratamente.


Manutenzione ordinaria

Le piante erbacee perenni forniscono un fogliame attraente e fiori con fiori appassiti, forma e struttura in inverno

L’altro grande vantaggio delle piante erbacee perenni è che richiedono una manutenzione minima se le piante giuste sono state scelte per le loro condizioni e piantate bene. Ma una semplice manutenzione ordinaria garantirà migliori prestazioni e un display più attraente.

L’applicazione di pacciame in primavera aiuta a prevenire i problemi di erbacce e a mantenere i livelli di umidità del suolo, cosa particolarmente importante per le piante che preferiscono un percorso radicale fresco e umido, come gli hostas e gli ellebori.

Alcune piante perenni più grandi, come il delfinio e il lupino, e quelle con grandi capolini, come le peonie, spesso hanno bisogno di essere piantate, soprattutto nelle zone esposte. I paletti devono essere posizionati in primavera in modo da essere rapidamente nascosti dal fogliame. È anche più difficile collocarli in un secondo momento e alcuni danni potrebbero essere già stati fatti.

La crescita primaverile è vulnerabile alle lumache e alle lumache, quindi occorre intervenire all’inizio della primavera prima che si verifichino danni. Gli ospiti, ad esempio, vengono spesso attaccati mentre i nuovi germogli sono ancora sotto il livello del terreno e mentre sono ancora in fase di sviluppo.

Tenere sotto controllo le erbacce – non solo sono antiestetiche, ma competono per lo spazio, la luce, il cibo e l’acqua.

Tenere le giovani piante giovani ben annaffiate e le piante stabilite possono avere bisogno di essere annaffiate per lunghi periodi di siccità.

Dare alle piante una buona dieta con alimentazione a rilascio continuo in primavera migliorerà la crescita e la fioritura.

I fiori morti e appassiti mantengono le piante in ordine e possono dare origine a nuovi boccioli di fiori nel corso dell’anno.

In autunno, tagliate il fogliame e gli steli dei fiori morti e morenti, a meno che non li vogliate per effetti invernali, come i capolini di sedum o le erbe ornamentali. Nelle regioni fredde e con piante che non sono totalmente resistenti, è meglio lasciare il taglio fino alla primavera, in quanto la crescita superiore offre una certa protezione dal freddo.


Divisione e propagazione

Gli ostaggi danno colore al loro fogliame

Dopo alcuni anni, alcune piante perenni saranno cresciute in grandi gruppi e, nel tempo, la massa radicale congestionata può significare una riduzione del vigore, la perdita del centro, la riduzione della fioritura e problemi con malattie come l’oidio. Le piante perenni più invasive cominceranno a crescere anche sui loro vicini.

In questa fase, sarà necessario sollevare e dividere le piante. Questo non solo migliorerà la resa, ma vi permetterà anche di avere un numero maggiore di piante, che possono essere piantate altrove nel giardino o donate.

  • Divide perenni durante il loro periodo di dormienza, di solito da tardo autunno a inizio primavera.
  • Scoprire il ciuffo e dividere le radici a mano, con una forchetta a mano o, per i ciuffi di grandi dimensioni, con due forchette da giardino usate schiena a schiena
  • Le piante con radici carnose sono di solito meglio divise con un coltello affilato – ogni sezione dovrebbe avere almeno tre o cinque germogli di crescita.
  • Le parti più giovani e più esterne sono le più vigorose; la parte centrale è la più vecchia e deve essere eliminata.
  • Si assicuri che ogni pezzo abbia più radici della crescita in cima per garantire un restauro corretto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *