Orti di cura generale

Cos’è l’idroponica e come si fa?

In breve, l’idrocoltura è un metodo per far crescere le piante in acqua piuttosto che nel terreno, anche se è essenziale che l’acqua contenga sufficienti sostanze nutritive minerali. Ma se pensate che questo sia un approccio al giardinaggio nuovo e alla moda, vi sbagliate.

I Giardini Pensili di Babilonia, che risalgono al 600 a.C., si dice si basino sui principi dell’idrocoltura. Gli Aztechi sembrano aver utilizzato l’idroponica nei loro giardini galleggianti nel X e XI secolo, e la prima pubblicazione conosciuta sulla coltivazione di piante senza terra risale al 1627.

Infatti, nel XIX secolo, i botanici avevano perfezionato il processo e determinato quali sostanze nutritive erano essenziali per il successo di questo tipo di coltivazione. Il termine “idroponica” è stato adottato solo nel 1937, ma i sistemi idroponici hanno continuato ad essere ricercati e perfezionati e sono ancora ampiamente utilizzati in tutto il mondo.


Diversi metodi di idrocoltura

Ci sono molti metodi idroponici diversi, il più noto dei quali è NFT (Nutrient Film Technique), che consiste nel sospendere le piante con le loro radici in una soluzione nutritiva. Ma altri metodi a volte coinvolgono alcuni terreni (o altri mezzi di coltivazione come la ghiaia o la sabbia) e includono

  • il sistema di stoppini in cui la soluzione nutritiva viene fornita al terreno o al terreno di coltura da un sistema di stoppini,
  • il sistema di coltura dell’acqua quando le piante e il loro terreno di coltura sono sospesi in una soluzione e una pompa aiuta a generare ossigeno,
  • il sistema di flusso e riflusso quando le piante sono posizionate in un vassoio che viene allagato e drenato, e
  • il sistema a goccia che spruzza la soluzione sulle piante e raccoglie l’eventuale eccesso.


Perché usare l’idroponica?

A differenza delle piante che vengono piantate nel terreno, con l’idroponica si può dare a una pianta esattamente ciò di cui ha bisogno. Avrà accesso costante all’ossigeno, il perfetto equilibrio delle sostanze nutritive di cui ha bisogno e tanta o poca acqua quanto ne ha bisogno.

Niente più sovra o sotto l’acqua, niente più tentativi di riequilibrare il pH del suolo. Ancora meglio, l’idroponica rende più facile la vita delle piante.

In altre parole, l’energia che usano per estrarre le sostanze nutritive di cui hanno bisogno è molto più bassa nei sistemi idroponici che nelle piante piantate nel terreno o in altri mezzi. Di conseguenza, l’energia risparmiata può essere utilizzata per la coltivazione, la fioritura o la produzione di colture.

Provate a coltivare due piante identiche, una in terra e una in idroponica, e vedrete la differenza. L’idroponica permette alla pianta di crescere più velocemente, rendendola più sana e quindi più produttiva.

Non è quindi difficile vedere che in aree con suolo molto povero, terreno limitato o spazio esterno di coltivazione, l’idroponica può svolgere un ruolo molto importante.

Si può trovare in zone aride o desertiche, in zone ghiacciate con una breve stagione di crescita o in aree urbane densamente popolate, o anche un giorno su Marte o in qualsiasi altro posto nello spazio! Ciò significa che, in larga misura, e se si dispone di un’illuminazione adeguata, si possono coltivare piante in qualsiasi periodo dell’anno.


Super per l’ambiente

Potreste essere sorpresi di apprendere che i sistemi idroponici utilizzano circa il 10% in meno di acqua rispetto alle diete normali, in quanto non ci sono sprechi d’acqua e l’acqua in eccesso utilizzata può essere riciclata.

Le piante coltivate idroponicamente non richiedono praticamente nessun pesticida e ancora meno fertilizzanti e nutrienti perché è un sistema più efficiente. Se le regioni che storicamente hanno faticato a far crescere i propri impianti possono farlo, le loro importazioni e l’impronta ecologica si ridurranno notevolmente e ci sarà una maggiore domanda di manodopera locale.

Potrebbe quindi essere un attore chiave nella protezione del pianeta.


È facile da provare?

Se avete già preso la tazza e l’avete messa in acqua, avete provato l’idroponica. È un sistema in cui si può lanciare tanto o poco quanto si vuole.

L’uso dell’idroponica può essere costoso su larga scala, ma per il giardiniere medio non deve essere complicato o costoso.

Nella maggior parte dei buoni centri di giardinaggio, è possibile acquistare la soluzione che conterrà una miscela di azoto, fosforo, potassio, calcio, magnesio e altre sostanze nutritive, adattata, naturalmente, alla pianta che si sta coltivando.

È relativamente facile e conveniente acquistare un impianto idroponico, sia online presso il vostro vivaio che costruire il vostro impianto. Se avete un giardino di dimensioni limitate, potrebbe essere la risposta che state cercando per aiutarvi a coltivare il vostro giardino.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *