Orti di cura generale

i tigli che odiano le ericacee


Cosa sono le piante ericacee?

Le Ericaceae sono piante che non amano crescere in terreni contenenti calce. Sono anche noti come “amanti dell’acido” o “detrattori della calce”. Ciò significa che non cresceranno bene in terreni ad alto pH, tali terreni sono chiamati alcalini. Tra le piante erbacee ci sono rododendri, camelie, azalee, pieris, erica fiorita d’estate (calluna) e persino aceri giapponesi (Acer). Lo stesso vale per i mirtilli.

Se si cerca di far crescere piante ericacee in terreni alcalini o calcarei, producono foglie gialle. Si tratta di una condizione nota come clorosi indotta dal calcare, in cui non crescono o fioriscono bene e di solito finiscono per morire. La ragione principale di questo è che richiedono molto ferro e altri nutrienti del terreno che diventano insolubili o “bloccati” nel terreno ad alto pH, in modo che le piante non possano assorbirli.

Se il vostro terreno è alcalino, potete provare a scavare una grande buca, coprirla con un foglio di plastica, fare alcuni fori di drenaggio nella plastica, e poi riempirla con un terreno privo di calcare o con un fertilizzante a base di ericacee. Tuttavia, questo funziona raramente bene ed è un po’ rischioso.


Che cos’è il fertilizzante eritrocita?

Il fertilizzante ericaceo è un fertilizzante acido adatto alla coltivazione di piante che odiano il calcare come rododendri, azalee, camelie, callune e altre piante che amano l’acido. Il significato della parola “ericaceae” è direttamente legato alla definizione di piante della famiglia delle Ericaceae.


Coltivazione di piante ericacee in contenitori

È molto più facile e più efficiente coltivare piante ericacee in grandi vasi pieni di fertilizzante ericaceo (senza calce). La coltivazione di piante ericacee in vaso permette anche di farle crescere nel posto giusto in giardino. La maggior parte delle piante elencate (eccetto calluna e mirtilli) preferisce una posizione all’ombra o al riparo dalla luce diretta del sole, soprattutto al mattino presto, che può causare il marrone dei boccioli e dei fiori e la loro caduta.


Una buona alimentazione è la chiave

L’altra cosa da garantire per una crescita favolosa e sana è di nutrire le piante con il concime appropriato. Mentre molte piante possono essere alimentate con una dieta generale, le piante ericacee in realtà funzionano molto meglio se sono alimentate con un alimento specifico per piante ericacee. Questi contengono tutti i nutrienti specifici necessari per le grandi foglie verdi e le favolose masse di fiori.

Può essere un alimento granulare o liquido, a seconda delle preferenze. Gli alimenti a rilascio continuo sono perfetti per coloro che non hanno il tempo di nutrirsi regolarmente, in quanto possono alimentare fino a 6 mesi da una sola applicazione. Gli alimenti liquidi sono più adatti a chi ama un’alimentazione regolare.

Poiché i rododendri, le azalee e le camelie fissano i loro bozzoli da giugno ad agosto, è essenziale nutrirli bene in questo periodo, così come in primavera.


Annaffiare anche le piante ericacee

Poiché la maggior parte delle ericacee – soprattutto rododendri, azalee, camelie ed eriche – hanno radici poco profonde, tendono ad asciugarsi durante lunghi periodi di siccità. È quindi molto importante mantenere umido il terreno o il fertilizzante. Ciò è particolarmente importante durante il periodo estivo dell’accrescimento del bozzolo; se il terreno o il letame viene lasciato asciugare durante questo periodo, l’accrescimento del bozzolo può fallire. Per questo motivo, le piante devono essere annaffiate settimanalmente durante i periodi di siccità e il terreno deve essere ben coperto per conservare l’umidità.


Ericacee e altre piante acidofile

Le piante, come i rododendri, sono classificate come ericacee e devono essere trovate in terreni completamente spigolosi. Altri sono amanti dell’acido e preferiscono crescere in terreni acidi, ma possono tollerare un terreno leggermente più alcalino rispetto alle piante ericacee.

Ericaceae

  • Azalea
  • Mirtillo
  • Camelia
  • Calluna
  • Enkianthus
  • Gaulletheria
  • Kalmia
  • Pieris
  • Rododendro

Amanti dell’acido

  • Acer (acero giapponese)
  • Magnolia (eccetto M. x loebneriand M. stellata )
  • Raspberrys
  • Skimmia

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *