Orti di cura generale

scoiattoli rossi: tutto quello che c’è da sapere

Quando è stata l’ultima volta che ha visto uno scoiattolo rosso e dov’era? O forse non ne hai mai visto uno? In Gran Bretagna sono rimasti solo 140.000 scoiattoli rossi, contro i 2,5 milioni e mezzo di scoiattoli grigi – e siccome sono anche molto timidi e timidi, se avete visto uno scoiattolo rosso di recente, siete molto fortunati!


Perché gli scoiattoli rossi sono così rari e in pericolo?

Lo scoiattolo rosso è classificato come “Near Threatened” in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, ma si trova più comunemente in Scozia.

Ci sono molte ragioni per il declino degli scoiattoli rossi e non possiamo biasimare del tutto lo scoiattolo grigio. Lo scoiattolo grigio non è indigeno in Gran Bretagna (mentre lo scoiattolo rosso lo è) ma con la sua introduzione in Gran Bretagna nel 1870, lo scoiattolo grigio fiorì, mentre lo scoiattolo rosso diminuì lentamente e costantemente di numero. Lo stesso vale per l’Italia, dove nel 1948 solo due coppie di scoiattoli grigi fuggirono dalla prigionia e la popolazione di scoiattoli rossi è in pericoloso declino. Ma perché?


Prima di tutto, un po’ sullo scoiattolo rosso…

Più piccolo del cugino grigio, lo scoiattolo rosso è di solito lungo dagli 8 ai 9 cm e la sua coda è lunga circa 6-8 cm. Come dice il nome, ha un caratteristico mantello rosso e orecchie cespugliose che d’inverno diventano ancora più cespugliose. Si tratta di una specie di scoiattolo albero che preferisce essere trovato nella chioma dell’albero, ma lo scoiattolo rosso può anche nuotare se necessario.

Allo scoiattolo rosso piace vivere in una tana – o tana secca – che è fatta di corteccia, ramoscelli, foglie e muschio sulla forchetta o sui rami di un albero. La sua aspettativa di vita in natura è di soli 3 anni (rispetto ai 7-10 anni in cattività). E poiché i cuccioli di scoiattolo rosso hanno un tasso di sopravvivenza tra il 20 e il 50%, non è facile per la nostra popolazione di scoiattoli rossi in declino prosperare.


Allora perché il declino?

Lo scoiattolo grigio, molto adattabile (e un po’ più avventuroso), riceve molta cattiva pubblicità sul declino del rosso, ma non è del tutto colpa sua. Una combinazione di fattori complessi si sono uniti negli ultimi 150 anni per dare al più piccolo dei rossi nativi una giusta possibilità:

  1. Lo scoiattolo rosso non è così adatto alla sopravvivenza come lo scoiattolo grigio. Poiché gli scoiattoli rossi non vanno in letargo, le loro scorte di cibo invernale, che hanno nascosto durante i mesi più caldi, sono cruciali per la loro sopravvivenza. Ma la loro memoria spaziale non è precisa come quella degli scoiattoli grigi, il che significa che non ricordano bene dove hanno nascosto le loro scorte di cibo invernale.
  2. Purtroppo, lo scoiattolo grigio è un portatore del virus parapox dello scoiattolo. È un po’ come la mixomatosi degli scoiattoli e, sebbene non sembri nuocere agli scoiattoli grigi, uccide gli scoiattoli rossi. Tra il 1900 e il 1920 (pochi decenni dopo l’arrivo dei Grigi in questo paese), i Rossi sono stati quasi spazzati via dal virus.
  3. A causa del loro bel mantello, gli scoiattoli rossi sono stati cacciati fino al 1927 e in altre parti d’Europa sono ancora cacciati.
  4. Anche l’erosione dell’habitat preferito dello scoiattolo rosso da parte dell’uomo è in parte responsabile e mentre lo scoiattolo grigio può sopravvivere ad una densità fino a 8 scoiattoli per ettaro di foresta, lo scoiattolo rosso lotta per competere con una densità di popolazione preferita di 1 per ettaro nelle foreste di latifoglie o di 0,1 per ettaro nelle foreste di conifere.
  5. Quando sono pressati da un ambiente difficile o da una carenza di cibo, gli scoiattoli rossi non si riproducono così tanto.

  6. Non sono tutte cattive notizie per lo scoiattolo rosso

    Molti progetti sono in corso nel Regno Unito per sostenere il recupero degli scoiattoli rossi. Nel 1998, sull’isola di Anglesey è stato lanciato un progetto per sradicare lo scoiattolo grigio e sostenere la piccola popolazione di scoiattoli rossi rimasta. Grazie all’introduzione delle foreste di legno duro, Anglesey ha ora la più grande popolazione di scoiattoli rossi del Galles.

    E Anglesey non è solo. L’Isola di Brownsea a Poole Harbour ha una fiorente popolazione di scoiattoli rossi, così come l’Isola di Wight e troverete l’85% della nostra popolazione di scoiattoli rossi in Scozia o nel nord dell’Inghilterra.


    A cosa prestare attenzione

    Gli scoiattoli rossi sono generalmente molto più timidi degli scoiattoli grigi e possono essere difficili da individuare. Cercate segni rivelatori come grandi sgabelli sugli alberi, segni di graffi sulla corteccia o resti di ananas che possono sembrare un torsolo di mela una volta che i semi sono stati rimossi. E se avete la possibilità di vederne uno, ci piacerebbe sentirne parlare attraverso i nostri social media.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *