Tomodori

Consigli per dolcificare i pomodori: Qual è il segreto dei pomodori dolci?

I pomodori sono probabilmente la coltura più comune negli appezzamenti. Forse è dovuto alla grande varietà disponibile o forse è dovuto ai molteplici usi per i quali i pomodori possono essere consumati. In entrambi i casi, coltivare pomodori dolci può essere un’ossessione per alcune persone, che ogni anno cercano di trovare il modo di rendere i pomodori più dolci rispetto all’anno precedente. C’è un segreto per i pomodori dolci? Si scopre che c’è una componente segreta per addolcire i pomodori. Continuate a leggere per scoprire come rendere i pomodori più dolci.

A proposito di dolcificare i pomodori

Non tutte le varietà di pomodoro sono uguali per quanto riguarda la dolcezza del frutto. I prodotti locali non hanno necessariamente lo stesso sapore dolce. Si scopre che ci sono una serie di fattori in gioco quando si tratta della dolcezza dei pomodori.

La dolcezza di un pomodoro è costituita dalla chimica della pianta e da altre variabili come la temperatura, il tipo di terreno e la quantità di pioggia e di sole che la pianta riceve durante la sua crescita. L’equilibrio tra acidità e zuccheri è ciò che rende un pomodoro un pomodoro, e per alcuni, quelli con acidità più bassa e zuccheri più alti sono i frutti migliori.

Gli scienziati hanno fatto ricerche sul segreto del pomodoro dolce. Secondo loro, il buon sapore dei pomodori è un mix sconcertante di zuccheri, acidi e sostanze chimiche che abbiamo l’odore e il sapore di un pomodoro di qualità superiore. Li chiamano “aromi volatili” e ne hanno identificati più di 3.000 tra più di 152 antiche varietà di pomodoro.

Un altro gruppo di scienziati ha cercato i geni responsabili dell’eterosi. L’eterosi si verifica quando due tipi di piante vengono incrociati per produrre una prole più vigorosa che produce più frutti rispetto alle piante madri. Hanno scoperto che quando è presente un gene chiamato SFT, che produce una proteina chiamata florigen, le rese possono aumentare fino al 60%.

Cosa c’entra questo con la coltivazione di pomodori più dolci? Quando sono presenti i giusti livelli di fioritura, i raccolti aumentano perché la proteina dice alla pianta di smettere di produrre fogliame e iniziare a produrre fiori.

Si potrebbe pensare che un aumento della produzione di frutta porti alla formazione di scaglie di pomodoro, in quanto le piante possono produrre solo una certa quantità di zucchero, che viene poi distribuito uniformemente su tutta la resa. Si scopre che quando la florigena è presente a certe dosi, il gene aumenta effettivamente il contenuto di zucchero, e quindi la dolcezza del frutto.

Come coltivare pomodori più dolci

Ok, la scienza è grande e affascinante, ma cosa si può fare personalmente per coltivare i pomodori più dolci? La scelta della cultivar giusta è un inizio. Selezionare le varietà che sono note per essere dolci. I pomodori grandi, come la bistecca, sono spesso meno dolci. L’uva e i pomodorini sono spesso dolci come i pomodori dolci. La regola d’oro per i pomodori più dolci è che devono essere piccoli.

Assicuratevi di scegliere un pomodoro adatto anche alla vostra regione, adatto alla quantità di sole, alla pioggia e alla durata della stagione di crescita. Iniziate presto le vostre piante di pomodoro in modo che abbiano abbastanza tempo per maturare. I pomodori maturi sono come i pomodori dolci. Se possibile, lasciateli maturare sulla vite, che li renderà anche più dolci.

Prima di piantare i pomodori, aggiungete molta materia organica per dare alle piante un sacco di sostanze nutritive. Siate coerenti con la vostra irrigazione.

Poi ci sono i metodi non convenzionali per promuovere la dolcezza. Alcuni suggeriscono che l’aggiunta di bicarbonato di sodio o di sale di Epsom al terreno favorisce la dolcezza. No, non funziona proprio, non funziona, no. Ma il bicarbonato di sodio miscelato con olio vegetale e sapone di castiglia, poi spruzzato sulle piante, aiuterà a combattere le malattie fungine. E, come per i sali di Epsom, una miscela di sali e acqua può scoraggiare il marciume finale del fiore.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Cerrar