Aizoaceae

Fico Ottentotti, Fico di mare, Artiglio della Strega


Fico di Ottentotto, Fico di Mare, Artiglio della Strega

Fico Ottentotto, Fico di mare, Artiglio della Strega, Carpobrotus edulis


Botanica

Nome latino: Carpobrotus edulis

.
Famiglia: Aizoaceae
Origine: Sudafrica Specie correlate : Carpobrotus acinaciformis

.
Tempo di fioritura:
per tutta l’estate fino al gelo

.
Colore del fiore: giallo pallido
.
Tipo di impianto :
succulenta perenne

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
foglie perenni succulente

.
Altezza:
40 cm


Piantagione e coltivazione

Forza: non troppo duro, -4°C

.
Esposizione: sole

.
Tipo di terreno:
drenante, sabbioso, povero, tollerante al sale
.
Acidità del suolo:
tollerante
.
Umidità del suolo:
normale ad asciugare
.
Uso:
copertura del terreno, roccia, bordo, pendenza, frutta commestibile

.
Piantare, reimpiantare:
molla

Metodo di propagazione: piantine, talee, talee


Generale

Gli artigli delle streghe sono succulenti perenni resistenti al gelo e particolarmente resistenti agli spruzzi del mare. Si trovano in Francia sia a scopo ornamentale per mantenere un pendio troppo asciutto, sia per sfuggire ai giardini costieri. Il loro fogliame abbondante e i bellissimi fiori dai colori vivaci ne fanno una pianta interessante per le situazioni di siccità.


Descrizione del fico di mare

Il Carpobrotus edulisisis è una pianta erbacea robusta che forma un fitto tappeto di foglie perenni che può estendersi su diversi metri. I lunghi steli ramificati attecchiscono ad ogni nodo e continuano a crescere, in posizione eretta alle loro estremità, mentre le parti più vecchie si seccano; la pianta progredisce così. Le foglie opposte sono succulente, trigonali, lunghe da 6 a 13 cm e larghe circa 1 cm; leggermente ricurve in sezione trasversale e seghettate sui bordi esterni, il che ha valso loro il soprannome di “artigli di strega”; tuttavia, non artigliano e non mordono affatto. La produzione di foglie è talmente importante che sono state considerate come foraggio.

L’apparato radicale è denso fino a 50 cm di profondità.

I fiori sono margherite isolate di colore giallo pallido con tendenza al rosa. Raggiungono i 10-15 cm di diametro. Danno alla luce un frutto che rimane carnoso e giallo a maturità. Ha la forma di una trottola di 3,5 cm di diametro ed è portata da uno stelo alato. Questi frutti producono molti semi.

La specie è imparentata con Carpobrotus acinaciformis che ha fiori rosa e foglie meno dentate.


Cultura di Carpobrotus edulis

La coltivazione all’aperto è facile nelle zone con inverni miti, purché il terreno sia ben drenato. Può essere piantato in primavera o in estate. La propagazione per taglio o spacco del gambo è estremamente facile, poiché i fichi di mare hanno una radice ad ogni nodo.

Altrove, gli inverni freddi significano che bisogna tenere questa pianta in vaso e svernare in una serra fredda, cantina o garage, al riparo dal gelo. Il ritorno all’esterno avverrà in primavera, proteggendolo dai primi raggi del sole.


Carpobrotus edulis , ora un impianto invasivo

È stato introdotto nei giardini e poi, grazie alla sua tolleranza alla nebbia salina e alla terra, gli artigli della strega sono stati utilizzati per fissare le dune. Tuttavia, oggi, a causa dei tappeti giganti che formano nelle regioni a clima temperato, sono considerati una minaccia per la biodiversità, in particolare intorno al Mediterraneo e alla costa atlantica.


Lo sapevi?

Il nome di questa pianta deriva dal greco Karpos che significa frutto e germe commestibile: questa pianta ha un nome di genere che significa che si può mangiare i suoi frutti. I frutti di Carpobrotus edilissus sono utilizzati e consumati con il nome di fico. La frutta si colora di giallo e sprigiona un piacevole aroma a maturità. Possono essere mangiati crudi o cotti, ad esempio nella marmellata, interessante per la sua acidità.


Specie e varietà di Carpobrotus

Il genere comprende circa 30 specie dello stesso genere originarie dell’Africa e del Pacifico, come Carpobrotus acinaciformis , molto vicine tra loro e talvolta ibridate insieme, una specie è originaria dell’America Carpobrotus chilensis

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *