Asteraceae

Dahlia x pinnata Dahlia commun


Dalia comune


Botanica

Nome latino: Dalia x pinnata Sinonimi : Dalia x variabilis, Dalia x ortensia

.
Famiglia:
Asteraceae, Compounds

<

Origine : Orticoltura

Periodo di fioritura: da giugno a giugno fino al gelo

Colore dei fiori: diversi colori, eccetto il blu
.
Tipo di impianto :
fiore

Tipo di vegetazione: a bulbo, annuale

Tipo di fogliame: deciduo
.
Altezza: da 30 a 150 cm Tossicità: tubero commestibile


Piantagione e coltivazione

Resistenza: bassa resistenza, -4°C
.
Esposizione: in pieno sole

.
Tipo di terreno :
ricco di humus

.
Acidità del suolo:
normale

.
Umidità del suolo:
fresco Uso: vasi e fioriere per varietà nane, aiuole, fiori recisi per altri < br>
Piantare, reimpiantare:
La Dalia viene piantata nel mese di aprile ad una profondità da 2 a 3 cm con una separazione da 80 a 120 cm, tranne che nella Dalia Nana dove sono sufficienti circa 35 cm.

Sì.
Metodo di propagazione:
Semina, divisione dei tuberi in primavera

.
Malattie e parassiti :
botrite, virus del mosaico della dalia, ostruzione della dalia, afidi neri, acari, acari, paraorecchie, lumache all’inizio della sessione primaverile


Generale

La dalia comune, chiamata Dalia x pinnata , Dalia hortensis , o Dalia x variabilis è una pianta tuberosa perenne di origine orticola. Dahlia x pinnatare presenta ibridi di origine orticola, dalie da giardino. Questi numerosi ibridi, molto variabili nella forma e nel colore, discendono da 3 specie o individui importati in Spagna alla fine del XVIII secolo, chiamati all’epoca : Dalia pinnata , Dalia roseaet Dalia coccinea .

La prima Dalia pinnata, potrebbe essere stata ibridata, o essere scomparsa, ma non è mai stata trovata in natura. Inizialmente importate per il consumo di tuberi, le dalie comuni sono diventate rapidamente ornamentali estremamente diversificate: tutti i colori, tranne il blu, sono rappresentati.


Descrizione della dalia comune

Le radici tuberose della dalia sono raggruppate in corrispondenza dei germogli centrali, che si sviluppano intorno al fusto dell’anno precedente. I tuberi variano notevolmente per dimensioni e forma, lunghi o rotondi, capaci di penetrare molto in profondità nel terreno.

Ogni primavera, la dalia comune sviluppa nuovi steli con foglie opposte e pennate, divisi in foglioline seghettate, con una foglia verde tenuta in posizione. Gli steli si ramificano e producono diversi boccioli di fiori nella parte superiore degli steli.

I fiori della dalia comune possono essere singoli e piatti, doppi, con nappa o decorativi, cactus o loto.


Forme correnti

Lo troverete sotto forma di tuberi che di solito vengono venduti in primavera. Ci sono 13 famiglie di dalie classificate in base alla forma dei loro fiori, le principali delle quali sono :

Il cactus dalia i cui petali sono arrotolati e appuntiti. Questi fiori sono numerosi e di grande diametro.

Il dalia pompon , che forma una palla perfetta, con foglie che formano una specie di nido d’ape

La dalia decorativa è la più classica e i suoi fiori sono di grande diametro.

La palla di dalia forma una palla, sono i suoi petali che girano verso il gambo per formare questa palla.

Ma anche, il fiore di dalia peonia, la dalia collana, il fiore di dalia anemone, la dalia a fiore singolo, la dalia a pizzo, il fiore di dalia giglio, il fiore di dalia clematide …


Piantare e coltivare la dalia comune

La dalia x pinnata è molto facile da coltivare in un terreno ricco, anche pesante, che non si secca. Richiede l’esposizione al sole. Generosa nella sua fioritura, fiorisce da luglio a ottobre, anche da giugno se si inizia prima in una stanza chiara e senza gelo. Le piante più grandi e con grandi fiori hanno bisogno di pali per sostenere le loro pesanti teste.

Non è molto resistente, non resiste a più di -4°C, e anche allora, quando i suoi tuberi non sono troppo bagnati. È quindi preferibile portare i tuberi ogni anno.

Le dalie comuni vengono piantate in primavera, non appena non si prevede più il gelo, cioè all’inizio di maggio. Da aprile in poi, possono essere coltivate in vaso o messe in un box di compost umido in una stanza chiara e priva di gelo: veranda, serra, cornice. Attenzione, i teneri germogli sono molto fragili, sia al gelo che alle lumache.

Quando le prime gelate di caduta danneggiano le foglie di Dalia x pinnata , è il momento di rimuovere i tuberi dal terreno. Gli steli cavi sono tagliati a bassa altezza. Poi tutto dovrebbe essere lasciato ad asciugare all’aria aperta, per esempio in un garage. I tuberi sono poi conservati in un luogo dove la temperatura è compresa tra 1 e 7°C: cantina, garage… Sono conservati in un sacchetto di plastica aperto o incollati in segatura, perlite o in terreno torboso con pochissima umidità. È necessario evitare che si secchino.


Moltiplica le tue dalie comuni

La divisione viene fatta in primavera prima di piantare, ma senza eccessi perché a lungo termine le belle caratteristiche della vostra dalia possono degenerare.

La semina non è fedele alle varietà. Le dalie nane con fiori individuali sono molto ben piantate.

Il taglio delle dalie permette la moltiplicazione delle varietà e il ringiovanimento delle piante, per evitare una possibile degenerazione. Le piante risultanti da queste talee saranno molto soddisfacenti a partire dal secondo anno. Da febbraio in poi, i tuberi sono coltivati in condizioni di luce e calore. Quando i germogli appaiono e si sviluppano, vengono presi tagliandoli al di sotto del loro punto di nascita e messi in una pentola, riscaldata e accesa.


Lo sapevi?

I messicani coltivano la dalia per il consumo, raccolgono le radici tuberose e le cucinano in acqua. Ci ricorda il sapore dei nostri carciofi.

Fu classificato come vegetale nel 1817.


Un po’ di storia

Originaria degli altipiani messicani, la Dalia è stata scoperta dai botanici spagnoli nella “Nuova Spagna”, l’attuale Messico. Questo fiore eliofilo bulboso appartiene alla famiglia delle Compositae e gli indigeni lo chiamavano “Acocotli e Chichipatli”. La Dalia prende il nome da Andreas Dahl, un botanico del XVIII secolo. Fu allievo del famoso botanico svedese Carl von Linné, che stabilì la moderna classificazione delle piante.

La Dalia fece le sue prime apparizioni in Europa alla fine del XVIII secolo. A Versailles, la Dalia è stata presentata come un legume, consumato dagli indigeni! Dal gusto pungente, questo fiore bulboso è stato coltivato per le sue qualità ornamentali, cercando di ottenere nuovi colori. All’inizio del XIX secolo esistevano 454 varietà di dalie.


Specie e varietà di dalie

Dalia cactus con grandi fiori (18-20 cm) – frigorifero rosso scuro con punte bianche – 110 cm – petali di uccello di fuoco che vanno dal giallo al rosso – 110 cm – giorno. Fiore: 20 cm – talee arancioni – 130 cm – petali Alfred senza griglia gialli e rosa – giallo Broadway giallo al centro e rosso all’esterno – 110 cm – dalia decorativa con grandi fiori (18-20 cm) – bianco fumé a strisce con spighe viola – aramis bordeaux scuro – ht 110 cm – dia. fiore: 20 cm- Arubanite rossa – Catena di dalia a fiore grande (18-20 cm)- Emmaus® giallo con punte arancioni- Siberiano con petali da gialli a bianchiDahlia pompon- Scettro dorato con piccoli pompon gialli – ht 80 cm – fiore: 6 cm Dalie nane- Topmix arancione o rosso con singoli fiori – 30 cm

Mappe di piante dello stesso genere

  • Dalia coccinea , Dalia scarlatta

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *