Cactaceae

Fico d’India, fico d’India


Fico d’India, fico d’India


Botanica

Nome latino: Opuntia ficus-indica < br>
Famiglia:
Cactacee, Cactus

Origine : Messico


primavera

.
Colore del fiore: giallo
.
Tipo di pianta : cespuglio succulento
.
Tipo di vegetazione:
perenne

.
Tipo di fogliame:
foglie molto piccole che non durano a lungo

.
Altezza:
5 m Tossicità : Attenzione alle spine dei fichi


Piantagione e coltivazione

Resistenza: resistente nei climi temperati, resistente al gelo in altri luoghi

.
Esposizione: pieno sole

.
Tipo di terreno :
sabbioso, pietroso, ben drenato

Acidità del suolo: neutro
.
Umidità del suolo:
secco
.
Uso:
siepe difensiva, box

.
Piantare, reimpiantare:
molla

Metodo di propagazione: separazione in racchette
.
Malattie e parassiti :
marcire per eccesso d’acqua


Generale

Il fico d’india è diventato molto comune nei paesaggi mediterranei dove adorna i pendii rocciosi. È una pianta succulenta, facile da coltivare, richiede poca manutenzione e, per coronare il tutto, produce frutti deliziosi in autunno inoltrato.


Una bella ragazza messicana

Il fico d’india ( Opuntia ficus-indica ) fa parte della famiglia dei grandi cactus e del piccolo genere Opuntias, che comprende circa 250 specie e innumerevoli varietà e cultivar.

Originario dell’America centrale e del Messico in particolare, il fico d’India è il rappresentante più famoso della famiglia Oponce. Acclimatatasi fin dal XV secolo in Europa, si è progressivamente naturalizzata sulle coste del Mediterraneo e persino in Africa. Questo grande cactus è ora usato come copertura difensiva in alcuni paesi.


Una porta ad albero

Opuntia ficus-indica è un imponente cactus che può raggiungere un’altezza di 5 metri nel suo paese d’origine. Si forma un tronco legnoso che porta oggetti ovali, leggermente allungati fino a 45 cm di lunghezza e 20 cm di larghezza, comunemente chiamati “racchette da neve”. Sono seminate con areole di colore bianco grigiastro con globuli gialli, molto delicati da rimuovere una volta nella pelle. I morsi stessi possono variare per dimensioni e numero, o addirittura essere assenti.

In estate compaiono bellissimi fiori gialli e presto lasciano il posto a grandi frutti carnosi e commestibili.


Una cultura molto facile

Il fico d’india merita di essere coltivato in campi aperti in regioni dove l’inverno non è troppo freddo e umido; può quindi svilupparsi completamente. Scegliere una posizione molto soleggiata, protetta dai forti venti e situata su un terreno in pendenza per garantire un buon drenaggio dell’acqua. Il terreno deve essere abbastanza ricco ma comunque molto ben drenato. Una volta ben stabilito e se l’inverno non è troppo piovoso, questo cactus può resistere a brevi gelate. Pensate al suo sviluppo futuro quando piantate, perché con l’età il cactus può diventare imponente!

Nelle regioni meno clementi, coltivare Opuntia ficus-indicadans in un grande vaso di terracotta, riempito con una miscela di 13 sabbie di fiume, 13 terricci da vaso e 13 terricci da giardino. Il fondo del vaso deve essere ben drenato con uno strato di ghiaia pari al 20% del volume totale del substrato. Mettete la vostra pianta in pieno sole e annaffiatela abbondantemente una volta alla settimana da maggio a settembre. Aggiungere un po’ di fertilizzante all’acqua una volta ogni due settimane. Durante questo periodo è possibile portare il cactus in giardino, esponendolo gradualmente alla luce del sole in modo che possa godere della sua fioritura. Appena arrivano le prime gelate, portatelo dentro e smettete di innaffiarlo fino alla primavera successiva.

Moltiplicare il fico d’india: niente di più facile! Basta rimuovere un oggetto in modo pulito, con un coltello affilato e disinfettato in precedenza, e stenderlo sulla sabbia bagnata in modo che possa attecchire rapidamente. Potete poi rinvasarla direttamente in giardino o metterla in un vaso individuale e farla crescere fino all’età adulta.


Lo sapevi?

Le specie disossate sono utilizzate come foraggio per il bestiame in America Centrale.


Specie e varietà di Opuntia

Il genere comprende più di 200 specie

Ci sono fichi d’india con o senza spine, e con fiori di diversi colori.

Mappe di piante dello stesso genere

  • Opuntia microdasys , Racchetta Cactus, Orecchio di coniglio

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *