Famiglie

Tulipano


Tulipano


Botanica

Nome latino: Tulipa

.
Famiglia: Liliaceae
Origine: Asia centrale, intorno al Mar Nero

.
Tempo di fioritura :
da febbraio a maggio


.
Tipo di impianto :
fiore

Tipo di vegetazione: lampadina

.
Tipo di fogliame:
deciduo

.
Altezza:
da 10cm a 70cm Tossicità: attenzione in caso di ingestione


Piantagione e coltivazione

Resistenza: -10°C, rustico

.
Esposizione: pieno sole, mezza ombra, al riparo dal vento
Tipo di terreno:
leggero, sabbioso, drenato, ricco

.
Acidità del suolo:
da leggermente acido a basico
.
Umidità del suolo :
normale

.
Uso: bordo, cucciolata, rockery per piccole varietà, vaso, fiori recisi

.
Piantare, reimpiantare:
Da settembre a ottobre

.
Modo di propagazione: semina, divisione dei bulbi

Malattie e parassiti : lumache, virus, muffa grigia


Generale

I tulipani sono piante bulbose che appartengono alla grande famiglia dei gigli. Il genere Tulipac comprende circa 100 specie distribuite in Europa, dall’Asia occidentale all’Asia centrale e al Nord Africa. Questo genere è rappresentato anche da migliaia di cultivar e ibridi , selezionati fin dalla loro introduzione in Occidente da Charles de l’Écluseau nel XVI secolo. Questo botanico ha dato il suo nome anche al tulipano botanico Tulipa clusiana .

I tulipani sono un grande successo tra i giardinieri, anche amatoriali; sono così semplici da usare: piantati in autunno, portano colore e varietà in primavera . Sono usati in vasi, vasche, aiuole… ma capire il loro ciclo, la loro crescita e le loro esigenze aiuta ad evitare delusioni.


Lampadine per tulipani

I tulipani apprezzano un terreno relativamente drenante che impedisce loro di marcire. Hanno bisogno della luce del sole durante il loro ciclo di crescita, che corrisponde ai letti soleggiati in inverno e in primavera quando il loro ciclo è completato a maggio. Questo può trovarsi nel letto da sud-est a sud-ovest, ma anche sotto alberi e arbusti a foglia caduca che lasciano passare i raggi del sole invernale mentre drenano il terreno con il loro apparato radicale.

I bulbi di tulipano da giardino vengono piantati preferibilmente da metà ottobre a metà novembre , al più tardi all’inizio di dicembre. I primi tulipani botanici possono essere piantati già a settembre. Le lampadine sono installate in terreni sciolti ad una profondità pari ad almeno tre volte l’altezza della lampadina . Saranno quindi sotto almeno 2 altezze del bulbo di terra.

Per facilitare la movimentazione dei letti a tulipano, questi bulbi possono essere collocati in appositi cestini. Rendono più facile raccogliere le lampadine quando sono a riposo. D’altra parte, se i tulipani sono botanici e c’è una chiara tendenza alla naturalizzazione, è meglio lasciarli al loro posto. Alcuni sono anche in grado di naturalizzarsi sull’erba.


Tulipani da giardino o tulipani botanici?

Quattro secoli di selezione separano i tulipani botanici dai tulipani da giardino in tutte le loro forme. Non vengono utilizzati allo stesso modo.


Tulipani botanici

I tulipani botanici, le specie selvatiche della natura, sono adorabili, piccoli e precoci . I loro bulbi sono molto piccoli rispetto a quelli dei tulipani da giardino. Alcuni non superano i 12 cm di altezza durante la fioritura e hanno le foglie sparse, creando un bellissimo ambiente per fiori luminosi. Altri sono più verticali, snelli e speziati, ma raramente superano i 40 cm di altezza.

La maggior parte è adatta alla coltivazione in trogoli, vasi, rocce, pendii , in radici di alberi decidui, o qualsiasi terreno ghiaioso con un buon drenaggio, ma alcune specie includono Tulipa sprengeri, Tulipa sylvestris e Tulipa tardasupportano i terreni più freddi.

Il vantaggio dei tulipani botanici è che quando le condizioni sono favorevoli, si naturalizzano : cioè si moltiplicano e rifiorentiscono di anno in anno. Nel corso del tempo, creano quadri fantastici.

Sono spesso piante abbastanza montuose e xerofite, a volte legnose, che sfruttano la stagione invernale fredda e umida per eseguire un ciclo di crescita rapido e precoce. Solo poche specie sono comuni nel commercio, le altre, rare, saranno oggetti da collezione. E’ bene conoscere le esigenze specifiche di una specie per poterla installare nel giardino nel miglior modo possibile.

Le foglie dei tulipani botanici emergono in inverno, poi fioriscono molto presto , prima che altre piante facciano concorrenza ad esse. Poi scompaiono, riposando sottoterra, non senza produrre qualche vescica secondaria. Alcuni tulipani botanici sono autofertili e sono in grado di produrre semi e risugare spontaneamente.


Tulipani da giardino

I bulbi delle colture orticole vengono alimentati, completamente gonfi, trattati a freddo per fargli fare l’induzione floreale e portare così la più bella fioritura possibile la primavera successiva.

Se gli date le giuste condizioni, cioè terreno drenante, un po’ di fertilizzante e luce solare per almeno metà della giornata , avrete sempre successo nei vostri letti a tulipano nella prima primavera. Ma se volete ottenere lo stesso risultato ogni anno, dovrete considerare i vostri tulipani come annuali e rinnovarli ogni anno.

Infatti, i tulipani da giardino lasciati sul posto tendono a ridursi di anno in anno . I bulbi sono divisi in bulbilli, poi quelli che rimangono in fiore fanno fiori altrettanto belli ma più piccoli. Inoltre, nelle zone in cui gli inverni sono troppo miti, l’induzione floreale non avviene, cosicché questi tulipani non fioriscono più.

Per curare meglio i tulipani da giardino per diversi anni, è necessario :

  • Lasciate che le foglie completino il loro ciclo dopo la fioritura, anche se assomigliano a grandi orecchie d’asino gialle (forniscono ombra alle piante). È anche una buona idea dare loro del fertilizzante e dell’acqua alla fine della fioritura.

  • Tagliare i fiori deflorati per evitare che il bulbo si consumi e produca semi.

  • Togliere i bulbi da terra quando le foglie sono gialle, quindi conservarli in una rete all’ombra a 18-20°C (garage o cantina) per il trapianto in ottobre. Questo ha il vantaggio di poter ristrutturare i loro letti ogni anno. Nei climi non abbastanza freddi, l’induzione floreale si stabilisce mettendo le piante nella parte più fredda del frigorifero per 4-6 settimane prima della semina (a settembre).


Capire la morfologia del bulbo del tulipano

I tulipani producono lampadine “vere”. Il bulbo è costituito da un vassoio dal quale si sviluppano le radici verso il basso e le foglie verso l’alto. Nel bulbo, la base delle foglie si ispessisce e funge da serbatoio di sostanze nutritive. Tra queste foglie sono inseriti il germoglio principale, i germogli laterali che produrranno i bulbi e il bocciolo del fiore. Il tutto è protetto dalla secchezza da una camicia, una sottile e secca pelle marrone.

Le scaglie centrali del bulbo crescono fuori terra in foglie di clorofilla vera e propria, poi il bulbo spende le sue riserve di sostanze nutritive a beneficio dell’infiorescenza. Pertanto, più spesso è il bulbo, più grande è il fiore del tulipano. Da qui la nozione di dimensione per i tulipani orticoli, che definisce la qualità del bulbo. Una taglia 1112 descrive una lampadina con una circonferenza da 11 a 12 cm.

Una volta finito il fiore, le squame del bulbo vengono sostituite per l’anno successivo grazie alla fotosintesi. Nei tulipani orticoli, è raro che il tulipano torni alle stesse dimensioni di prima.

Le radici si sviluppano senza rami: se le punte sono rotte, non possono più crescere. Ciò significa che le radici di un tulipano non devono mai essere disturbate durante la radicazione.


Come scegliere i bulbi di tulipano?

Nei negozi, guardate attentamente le lampadine e comprate solo lampadine sane che non siano troppo secche, ammuffite o macchiate. Per corrispondenza, la qualità è molto spesso presente, ma se è dubbia, non esitate a presentare un reclamo via e-mail con una foto.

È ovvio che sceglierete i tulipani in base al loro colore e alla loro forma. Ma per combinare più colori e inventare le vostre aiuole, dovete tenere conto di altri criteri: se possibile, combinate i tulipani che fioriscono contemporaneamente (all’inizio, a metà stagione o in ritardo) e tenete conto anche dell’altezza e delle dimensioni del fiore, perché se le differenze sono troppo grandi o troppo piccole, il risultato può essere deludente. Ecco perché sono interessanti le miscele ben preparate e ben progettate .

D’altra parte, si può scegliere ciò che si desidera se si piantano in gruppi uniformi : una varietà alla volta, piantata in modo stabile (un bulbo ogni 10 cm circa). Così, fanno un posto felice e sono molto facili da combinare con altre piante. In un letto informale , l’effetto è più naturale se i bulbi sono distanziati in modo non uniforme: una tecnica è quella di farli cadere o lanciarli delicatamente e piantarli esattamente dove sono.


Un po’ di storia

Tulip era la figlia di Proteus (un dio del mare che ha cambiato forma a suo piacimento e ha predetto il futuro). Era ambita da Vertumne, Dio dell’autunno, con gli attributi di un giardiniere, ma rimaneva insensibile alla sua assiduità. Offeso dalla sua sfortuna, Vertumne diventa cacciatore e segue il Tulipano nelle profondità della foresta. Per salvarla, Diana, la sorella di Apollo (conosciuta come la vergine bianca), ha trasformato la ragazza in un fiore che sboccia in primavera. Da allora, ogni anno al momento della semina, l’autunno apre il suo cuore al Tulipano.

Il Tulipano ha avuto origine in Oriente, dove il sultano Solimano si è innamorato di questo fiore sensuale e grazioso. Poi fu mandato a Vienna, in Olanda e poi in tutta Europa.

Della famiglia delle Liliaceae, il tulipano ha molte specie, tutte provenienti dalle regioni montuose dell’emisfero nord europeo e asiatico.

Il tulipano è senza dubbio il bulbo a fiore più popolare . Si coltivano milioni di tulipani, la maggior parte dei quali proviene dai Paesi Bassi.


Specie e varietà di Tulipa

125 specie e più di 5600 varietà, sufficienti a soddisfare tutti, raggruppate in 15 famiglie:

  • inizio semplice
  • Doppio anticipato
  • Trionfo con abiti eleganti, fiori semplici
  • Ibridi darwiniani singoli a fiore grande
  • tardo semplice
  • Petali conici del fiore di Lisaux
  • Frange con petali dentati
  • Viridifloraales pétalos verdesos
  • Rembrandtals fiori fiammeggianti
  • Incredibili pappagalli a fiore grande
  • Doppio ritardo
  • Ibridi di fiori kaufmanniani
  • Fosteria ibridi con foglie maculate
  • Ibridi di colore grigio e foglie venate
  • Varie, compresa la botanica

Plurifloroprodotto da 3 a 5 fiori

Mappe di piante dello stesso genere

  • , Tulipano lucchetto, Tulipano persiano, Tulipano ravanello
  • Tulipa humilis , Tulipano botanico
  • , Tulipano di ninfea, tulipano di Kaufmann
  • Tulipa saxatilis , Tulipa di Creta

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *