Famiglie

Pianta del ragno, Falange


Pianta del ragno, Falange


Botanica

Nome latino: Chlorophytum comosum

.
Famiglia: Liliaceae
Origine : Sudafrica

Tempo di fioritura: estate

.
Colore del fiore: bianco
.
Tipo di impianto :
pianta verde

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
fino a 30 cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza : 20°C per tutto l’anno

.
Esposizione: luce brillante

.
Tipo di terreno:
miscela di terreno di soprassuolo e terreno da giardino

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo :
normale

.
Uso:
pentola, sospensione

.
Piantare, reimpiantare:
molo

Metodo di propagazione: Separazione dei rifiuti


Generale

La pianta del ragno Chlorophytum comosumou è una pianta erbacea che proviene dalle foreste tropicali del Sud Africa. Soggetto, nel suo ambiente naturale, ad un susseguirsi di stagioni secche e piovose, le sue radici carnose hanno la capacità di immagazzinare acqua. Le sue lunghe foglie lanceolate e arcuate formano una rosetta di nastri verdi. Tuttavia, le varietà coltivate sono prevalentemente a strisce verdi e bianche. Al centro del fogliame appaiono lunghi corridoi che portano le piantine con le loro radici in attesa di essere ammucchiate.

In primavera e in estate, piccoli fiori bianchi a forma di stella appaiono a grappolo, appesi alle estremità dei nuovi corridoi. È buffo, purtroppo sono effimeri.


Utilizzo

Si tratta di una pianta verde che era molto popolare, soprattutto negli anni ’70, ed è caduta in disuso in seguito. Ora gode di un rinnovato interesse per le sue proprietà dispregiative.

Pianta da interno per eccellenza, la falange può essere installata in un vaso, piuttosto sospesa o addirittura appesa. Va notato che se il massiccio è alto poco più di 30 cm, il suo fogliame (lungo oltre 45 cm) e i corridoi scendono ben al di sotto della base. Così si forma, una bella associazione con la miseria.

L’ambiente caldo e umido di un bagno fa al caso vostro, ma è anche resistente all’aria secca.

La falange può essere utilizzata anche all’aperto, purché non debba affrontare temperature inferiori a 0°C: può essere utilizzata come copertura del terreno, su una catena montuosa o su un balcone.


Coltivazione e manutenzione

È una pianta molto facile da coltivare, che spesso non richiede molto: guardate come resiste ai nostri uffici, al lavoro, senza manutenzione regolare!

Tuttavia, ci sono alcune regole da seguire: offrire molta luce per godersi i colori, ma non la luce diretta del sole. Se la temperatura supera i 20°C, apprezzerà l’umidità (nebulizzazione delle foglie).

In primavera e in estate, l’acqua non appena il terreno è asciutto. In inverno, è possibile lasciare asciugare il terreno più a lungo, soprattutto se la pianta è esposta a basse temperature (inferiori ai 10°C). Dopo l’annaffiatura, non conservare l’acqua rimasta nel piattino dopo 30 minuti. Il fertilizzante durante la stagione della crescita è il benvenuto. Infine, rimuovere le foglie gialle o danneggiate man mano che si va.

Se la vostra pianta è all’aperto, controllate le temperature a partire da ottobre. Il tempo di metterlo in un luogo sicuro, in casa o sotto una veranda, sta arrivando!


Lo sapevi?

La falange è uno dei cosiddetti impianti di trattamento: eliminerebbe dall’aria formaldeide, monossido di carbonio, toluene, benzene e xilene.


Specie e varietà di Chlorophytum

Il genere comprende più di 200 specie – Chlorophytum comosum Vittatum – a foglia verde con una banda centrale cremosa – Chlorophytum comosum Variegatum – a strisce bianche. – Chlorophytum comosum Bonnie con foglie ricce.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.