Piante

Caratteristiche e cura dell’Ulex europaeus

Ulex europaeus noto anche come Aliaga, Escajo, Toxo, Tojo o Thorny Broom (prende il nome dalla forma delle sue foglie). Appartiene alla famiglia delle Leguminose e fa parte del genere Ulex, che è composto da circa 20 specie. È originario dell’Europa occidentale e dell’Africa nordoccidentale. È considerata la specie aliena invasiva più dannosa del mondo.

Caratteristiche dell’Ulex europaeus

Arbusto che raggiunge quasi i 2 metri di altezza. Gli steli hanno spine e le foglie sono trifogliate quando sono giovani e, crescendo, le spine diventano squame. I fiori sono gialli, profumati (come l’odore di cocco) e abbondanti. I frutti sono piccoli e i baccelli sono pelosi, e quando scoppiano rilasciano i semi. Fiorisce in primavera e in estate, ma a volte anche in inverno.

Ulex europaeus care

Queste piante sono generalmente utilizzate per formare gruppi per aiuole, o come singoli esemplari in giardino.

Richiede una piena esposizione al sole e temperature medie annuali comprese tra 15 e 25˚C.

Per ottenere un buon sviluppo e una fioritura rigogliosa, il terreno deve essere ben drenato, cremoso e sabbioso. Il terreno fertile e umido produrrà più foglie che fiori. La semina finale può essere effettuata in primavera e in autunno.

Per quanto riguarda l’irrigazione, dovrebbe essere moderata e aumentare in estate. Mentre l’inverno sarà ridotto.

Il fertilizzante dovrebbe essere un fertilizzante minerale ogni 20 giorni da metà primavera a fine estate, ma in realtà non è necessario alcun fertilizzante speciale.

È un arbusto che resiste agli attacchi dei comuni parassiti e malattie del giardino.

Viene moltiplicato per i semi in primavera nella posizione finale, o in vasi singoli per facilitare la semina.

Utilizzi

Rami e fiori contengono pigmenti flavonici e carotenoidi.

I semi e i baccelli contengono alcaloidi epatotossici.

I fiori sono diuretici utilizzati nei reumatismi e nelle malattie del fegato.

La conoscevi? Se è così, parlaci di lei. Ma se non sapevate nulla di lei, potete farvi un’idea della sua cura in modo da poterla accogliere in questo giardino quando ne avete bisogno. Ma poiché è considerata invasiva, bisogna prestare molta attenzione a lei affinché non danneggi l’ambiente.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.