Piante

Tipi di saggi

Le Salvias sono un intero genere di piante che appartengono alla famiglia delle Lamiaceae e hanno al loro attivo più di 900 specie. È vero che quando si parla di salvia ci si riferisce quasi sempre alla Salvia officinalis, ma in realtà esistono molte più varietà di salvia, ognuna con caratteristiche diverse.

Se vuoi saperne di più su queste piante aromatiche con bellissime spighe di fiori o su quanti tipi di salvie esistono, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui ti mostriamo i nomi di 12 tipi di salvia, parliamo delle caratteristiche specifiche di alcuni di queste specie e ne commentiamo la cura e le proprietà.

salvia officinalis

La più riconoscibile delle salvie è la Salvia officinalis, pianta erbacea tipica delle regioni calde o temperate di gran parte del pianeta. Ha infatti la sua origine nelle aree mediterranee aride e rocciose.

È una pianta perenne, dalla crescita notevolmente accelerata e dalla grande rusticità, tanto da non aver praticamente bisogno di cure una volta adulta. Inoltre, può raggiungere un’altezza di circa 70 cm. Le foglie delle salvie di questo tipo sono di un colore che può andare dal verde al grigio bluastro ed i loro fiori sono tra il rosa e il lilla e circa 3 cm.

Salvia microfilla

Salvia microphylla, nota anche come micro salvia, salvia rosa o salvia grenadina, tra gli altri nomi, è una delle salvie da giardino o ornamentali più popolari perché i suoi fiori sono di lunga durata e permanenza. Raggiunge altezze fino a 1 metro, con steli sottili e foglie ovali di una tonalità verde che può variare dal verde chiaro al verde chiaro ma intenso.

I suoi fiori compaiono tra la fine dell’estate e l’autunno, essendo uno dei fiori di salvia più apprezzati per le sue vivide sfumature di fucsia e carminio e per la sua capacità di resistere a temperature fino a -15ºC. Questa pianta ha anche un aroma simile a quello della menta.

Salvia Guaranitica

Comunemente conosciuta come salvia blu, questa specie è un arbusto che cresce fino a 2 metri di altezza. La Salvia guaranitica è originaria del Sud America, che può essere considerata invasiva per la sua grande capacità di crescita laterale.

Le sue foglie sono ruvide ed i suoi fiori, formati in spighe di circa 20 cm, sono di diverse tonalità bluastre molto suggestive. I fiori crescono dalla fine dell’estate all’inverno e, per il suo aspetto e la sua crescita, è ampiamente utilizzato per delimitare margini o bordure nei giardini.

Salvia splendens

È conosciuta come salvia banderilla per le sue spighe, anche se è anche chiamata salvia rossa per i fiori di queste formazioni spinose. La Salvia splendens è originaria di alcune zone tropicali del Sud America, in particolare del Brasile, e raramente supera l’altezza di 1 metro.

È una pianta che, sebbene si comporti perennemente nel suo habitat naturale, tende a funzionare come pianta annuale nei giardini e nelle colture. È molto apprezzato per la sua incredibile fioritura scarlatta, colore che adotta l’intera spiga, e che la pianta regala dalla primavera all’autunno.

saggi elegans

Salvia elegans è anche chiamata salvia dell’ananas, fiore della collina, citronella o cuccioli di reojos. È una pianta che proviene dal Messico e dal Guatemala e vive nelle zone ad alto fusto.

I suoi fiori sono una festa per colibrì e farfalle. Il suo primo nome comune è dovuto al suo odore, che ricorda l’ananas. La sua parte aerea muore quando arrivano le prime gelate invernali, ma ricresce in primavera. È particolarmente digestivo.

Altri tipi di salvia

Esistono numerosi tipi di salvia oltre a quelli che abbiamo già menzionato. Questa è una lista con altri nomi di salvia:

  • salvia leucantha
  • Salvia greggi
  • saggio apico
  • salvia farinacea
  • saggio
  • saggia nemorosa
  • salvia sclarea

Di seguito puoi vedere le immagini delle salvie da questo elenco nello stesso ordine.

Cura di base delle salvie

Le salvie tendono ad essere piante abbastanza resistenti o resistenti, ma è una buona idea sapere quali sono le loro esigenze generali. Queste sono le cure delle salvie:

  • Luce: luce solare indiretta o filtrata e molto abbondante nella maggior parte delle varietà.
  • Clima: temperature calde o temperate. Alcuni sono resistenti al gelo.
  • Luogo: ventilato in modo che non soffra di marciume.
  • Irrigazione: moderata, ogni 48-72 ore nei mesi caldi e sempre senza allagamento. In questo altro post puoi imparare quando innaffiare le piante.
  • Substrato: leggero, con buon drenaggio e, se possibile, ricco di sostanze nutritive.
  • Fertilizzante: si, nei mesi caldi e in fioritura. Qui ti diciamo come fare il fertilizzante organico per le piante.

Proprietà delle salvie

A cosa servono i saggi? Queste piante possono fare molto di più per noi che semplicemente abbellire i nostri giardini e le nostre case e le salvie hanno dimostrato proprietà benefiche. E che proprietà ha la salvia? Quali sono i suoi vantaggi?

  • antibiotico.
  • Antisettico.
  • Astringente.
  • febbrifugo
  • antiossidante.
  • Ipoglicemico.
  • Tonico o stimolante delicato.
  • Digestivo.
  • Carminativo.
  • Antinfiammatorio.
  • Antispasmodico.
  • coleretico.
  • Estrogeno, quindi aiuta a calmare i sintomi climatici.
  • Emmenagoga, che aiuta a promuovere le mestruazioni.
  • Benefico per pelle e capelli.
  • Sono allo studio le sue proprietà benefiche per l’attività cognitiva.

Come puoi vedere, è una pianta con un enorme potenziale per migliorare la nostra salute e la qualità della vita, adatta a una varietà di disturbi e disagi. Molti farmaci incorporano alcuni dei suoi componenti, ma possiamo trarne beneficio anche sotto forma di infusi e tonici che ci aiutano in caso di cattiva digestione, irritazione della pelle, un episodio di ansia o un ciclo mestruale particolarmente doloroso, tra molte altre cose.

Se desideri leggere altri articoli simili a Tipi di salvie, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante.

Bibliografia

  • Cebrián, J., (2012), Dizionario delle piante medicinali, Barcellona, ​​​​Spagna, Integral RBA Books.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.