Piante

24 piante rampicanti

Le piante rampicanti sono una grande risorsa affinché nemmeno gli spazi verticali del nostro giardino possano resistere ad essere ricoperti di verde. La loro capacità di aggrapparsi a superfici verticali con diverse risorse, come le loro radici o viticci avventizi, li rende ideali per rivestire pareti, pergolati o facciate con il bellissimo manto delle loro foglie e fiori.

Se vuoi saperne di più su queste piante e scoprire alcune delle loro specie, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde dove vedrai una guida a 24 piante rampicanti con i loro nomi e foto.

Caratteristiche e tipi di scalatori

Esistono molti tipi di piante rampicanti, che differiscono principalmente per il modo in cui si arrampicano o si attaccano alle superfici. Vale la pena dare un’occhiata a queste differenze:

piante rampicanti

È molto comune commettere l’errore di pensare che vite e rampicante siano sinonimi, ma in realtà la vite è semplicemente un tipo di pianta rampicante. Questi sono caratterizzati dall’avere steli lunghi e flessibili, che hanno la capacità di avvolgere qualsiasi supporto che funge da tutore, come pali o fili. Ci sono piante rampicanti da interno e piante rampicanti da esterno. Alcuni nomi di piante rampicanti sono bignonia, edera e clematide (potete vedere questa pianta nell’immagine qui sotto ed è quella sul lato sinistro).

Scalatori con viticci

Questo tipo di rampicante ha adattato alcune delle sue foglie per formare i cosiddetti viticci, piccoli filamenti allungati e contorti che servono alla pianta per aggrapparsi alle superfici alla sua portata e, quindi, arrampicarsi e coprire ampie superfici verticali.

Alpinisti di supporto

I supporti necessitano di una struttura per sostenere le piante rampicanti, poiché non possono sostenersi da sole o attaccarsi alle superfici. Pertanto, quando li si pianta sarà necessario fornire loro un supporto adeguato.

scalatori autonomi

Si tratta di rampicanti con la capacità di produrre piccole radici aeree o avventizie sui loro steli. Grazie a loro aderiscono a tutti i tipi di superficie senza aiuto, da qui prendono il nome di autonomi. Sono una delle piante rampicanti più utilizzate.

Piante rampicanti con spine

Le piante rampicanti con le spine sono quelle che le sviluppano per attaccarsi a qualche struttura o guida che funge da supporto. Un esempio molto caratteristico sono i cespugli di rose rampicanti (potete vedere questa pianta nell’immagine qui sotto ed è quella sul lato destro).

Vediamo ora diversi esempi di piante rampicanti, i loro nomi, caratteristiche e foto.

Monstera deliciosa o costola di Adamo

Comunemente chiamata costola di Adamo, questo rampicante sempreverde autoportante si distingue per le sue grandi foglie lunghe fino a un metro, con brattee che si dividono man mano che crescono, ricordando le costole. È una delle piante rampicanti con i fiori più appariscenti, essendo sia questa che il frutto di grandi dimensioni, anche se quest’ultimo è molto tossico nelle sue fasi iniziali, quindi bisogna stare attenti con animali domestici e bambini piccoli.

Se ti piace questa pianta, non perdere questo altro post di EcologíaVerde sulla pianta della costola di Adamo o Monstera deliciosa: cura.

Vite o vite, una delle piante rampicanti più famose

Con il nome scientifico Vitis vinifera, questa è una delle piante rampicanti più conosciute al mondo. È originario dell’Europa centrale e meridionale, nonché dell’Asia sud-occidentale, e deve la sua popolarità al suo frutto, l’uva, consumata sia da sola che per fare il vino. È un raccolto con un grande peso economico in tutto il mondo, ed è una pianta rampicante che usa viticci per tenersi alla sua guida.

Qui spieghiamo come potare una vite ea che ora.

Bougainvillea o bouganville

Il suo nome scientifico è Bougainvillea spectabilis, ed è un alpinista molto popolare tra i giardinieri. È un arbusto sempreverde ed è una delle piante rampicanti a crescita rapida più facili da vedere che decorano tutti i tipi di giardini, facciate e terrazze, grazie soprattutto ai colori forti e vividi delle sue brattee, in un’ampia varietà di colori. Richiede molto sole e non sopporta climi molto freddi.

Per mantenerlo in buone condizioni, qui puoi imparare come potare una bouganville.

Campsis radicans o tromba rampicante

Va anche sotto il nome di gelsomino della Virginia, vite di tromba o bignonia rossa. Questa è una delle tre più apprezzate, in quanto regala fiori a forma di tromba di un vistoso colore rosso-arancio e molto belli. È una delle viti da fiore a più rapida crescita, che è anche molto resistente e richiede poche cure. È originario del Nord America.

rosa californiana

La rosa della California è un arbusto rampicante con steli spinosi. È una pianta rampicante decidua, nota soprattutto per il grande profumo dei suoi fiori, anch’essi coloratissimi e molto decorativi, con sfumature che vanno dal bianco al magenta. Non necessita di esposizione diretta alla luce, ma può essere considerato uno degli arrampicatori del sole, in quanto lo sostiene bene.

gelsomino reale cespuglioso

Il suo nome scientifico è Jasminum grandiflorum. È una pianta rampicante perenne, apprezzata per i suoi fiori dai colori vivaci e l’ aroma intenso, che renderà più gradevole qualsiasi giardino o spazio. Raggiunge altezze di circa 120 cm, e necessita di una buona quantità di sole e acqua, quest’ultima soprattutto se vogliamo che i suoi fiori abbiano il loro caratteristico aroma.

Scopri altre piante come questa in questo altro post in cui vedrai 9 tipi di gelsomino.

Il luppolo, una delle piante rampicanti più famose

Comunemente nota per essere uno degli ingredienti di base della birra, questa è una delle piante rampicanti più utilizzate per ricoprire facciate e grattacieli, poiché necessita di appoggi di circa 6 metri. Il luppolo è una pianta perenne originaria dell’Europa settentrionale e centrale, dove trova il suo clima ideale.

Innamorato del muro o Ficus pumila

Con il nome scientifico Ficus pumila, è una delle piante rampicanti più utilizzate per pareti e pareti. La sua popolarità è dovuta alla sua rapida crescita, che gli consente di coprire grandi superfici in poco tempo, oltre al fatto che richiede pochissima manutenzione. Proviene dall’Asia tropicale e aderisce a superfici con radici aeree. È anche comune trovarlo cresciuto in vasi sospesi, in modo che i suoi rami finiscano per raggiungere il muro.

glicine

Viene anche chiamato glicine, sebbene sia in realtà una specie del genere più grande. Il glicine è una pianta rampicante che può raggiungere altezze fino a 15 metri e grazie alla sua potente crescita può trasformarsi in un albero. La sua lunga vita può estendersi fino a un secolo nelle giuste condizioni, ed è ben noto per i suoi bellissimi mazzi di fiori viola, viola o bianchi, tipo pendenti.

Hedera elica

Questo tipo di edera, a crescita molto rapida, può raggiungere altezze fino a 30 metri, rendendola molto adatta per rivestire grandi superfici o facciate. È originario delle foreste peninsulari e presenta due varietà ampiamente utilizzate come piante da interno: Hedera helix Pittsburgh e Hedera helix Chicago.

Scopri di più sui tipi di edera in questo altro post di EcologíaVerde.

Hedera canariensis o edera delle Canarie

Quest’altra edera ha la sua origine in Africa e nelle Isole Canarie, a quest’ultima deve il suo nome. Tenendo presente questo, è facile capire perché l’ Hedera canariensis o l’edera delle Canarie non sopportano i climi freddi. Una delle sue particolarità è che le sue foglie cambiano colore a seconda della stagione, assumendo tonalità più marroni in inverno e recuperando un verde intenso in estate.

Ipomea, una delle più belle piante rampicanti da fiore

Essendo gli ipomea un intero genere di piante, si usa usare questo nome per riferirsi alla campana, che è l’ Ipomoea purpurea o Don Diego di giorno. Tra le piante rampicanti per ricoprire le staccionate, questa è molto diffusa e utilizzata, grazie alla sua rapida crescita e al fatto che nei climi caldi è perenne. I suoi fiori sono a forma di imbuto, in tonalità molto suggestive di viola e rosa, che si aprono e si chiudono con la presenza o l’assenza di luce. Esistono altre specie di ipomea con fiori di altri colori, come sfumature di blu, bianco o rosso.

Scopri di più sulle piante rampicanti in fiore in quest’altra guida al giardinaggio che abbiamo preparato a Ecologíaverde con i nomi delle piante rampicanti in fiore e le loro caratteristiche.

Lathyrus odoratus o fiore di pisello

I nomi più comuni per questa pianta rampicante sono pisello o pisello dolce. È, invero, una specie di pisello di tipo annuale, che è attaccato alle guide e ai guardiani per mezzo dei suoi viticci. I fiori rossi, rosa, bianchi o viola della pianta Lathyrus odoratus sono molto belli, fioriscono solo in primavera per appassire solitamente nelle temperature più elevate dell’estate.

Passiflora, passiflora o passiflora

Passiflora è un intero genere di liane, proveniente dalle zone a clima caldo dell’Oceania, dell’Australia e dell’Asia. Di solito sono chiamati passiflora e sono apprezzati per i loro fiori grandi e spettacolari, con grandi colori e forme impossibili da confondere. Sono sempreverdi e crescono verticalmente con i loro viticci, o strisciando se non riescono a trovare superfici a cui aggrapparsi. Inoltre, lo sapevi che la passiflora è la pianta che porta il frutto noto come frutto della passione?

Alcune delle sue specie più comuni sono Passiflora caerulea, Passiflora edulis e Passiflora quadrangularis. Qui potete vedere le loro foto in ordine.

Caprifoglio

Questo rampicante è molto apprezzato per i suoi fiori profumati, che compaiono in autunno, e per il suo aspetto esuberante, simile a una liana. I frutti del caprifoglio sono commestibili e viene utilizzato soprattutto per abbellire grate e pergolati, oltre ad alberi dai tronchi poco attraenti. Questa è una delle piante rampicanti dai fiori molto profumati che cresce anche molto velocemente e raggiunge altezze fino a cinque metri.

Qui vi mostriamo una semplice guida sulla coltivazione e cura del caprifoglio.

dipladenia o mandevilla

Conosciuti anche come mandevilla, sono un intero genere botanico con un gran numero di specie, come Mandevilla sanderi o Mandevilla laxa. Sono originari del Sud America e sono piante rampicanti sempreverdi. I suoi steli sono privi di viticci e raggiungono altezze non superiori ai 6 metri, e si distingue per i suoi bellissimi fiori a forma di tromba, con sfumature che vanno dal bianco al rosso, passando per il giallo. Tutti emanano un ottimo aroma. È necessario ricordare che è tossico, quindi non dovrebbe essere ingerito.

Scopri qui la Cura della dipladenia o mandevilla.

Dama de noche, pianta rampicante molto aromatica

Questo arbusto, dal nome scientifico Cestrum nocturnum, ha il suo momento protagonista quando fa buio, quando i suoi piccoli fiori bianchi si aprono e sprigionano il loro profumo intenso e gradevole. La pianta rampicante signora della notte è molto apprezzata nei giardini proprio per la sua capacità di arricchire l’ambiente al tramonto, ma non tollera bene le basse temperature.

Akebia quinata

Popolarmente conosciuta come la pianta rampicante del cioccolato, è una pianta rampicante la cui origine si trova in Cina, Corea e Giappone. È caducifoglia, anche se nei climi caldi può diventare perenne. È riconoscibile per le sue foglie, raggruppate in quintetti, e per i suoi fiori, che compaiono in primavera, sono di un sorprendente colore magenta e hanno un caratteristico odore pungente.

Se desideri leggere altri articoli simili a 24 piante rampicanti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.