Piante

Nutrienti e carenze delle piante in acquaponica

La produzione di verdure fresche e biologiche è uno dei principali vantaggi di una quaponica . Tuttavia, per assicurarti che le tue piante siano sane, devi evitare la carenza di nutrienti delle piante nel tuo sistema acquaponico. Le carenze di nutrienti delle piante sono comuni anche nei metodi di coltivazione tradizionali e di altro tipo, ed è uno dei problemi più comuni nell’acquaponica

Le carenze vegetali nell’acquaponica si verificano quando importanti nutrienti non sono prontamente disponibili negli scarti di pesce usati per nutrire le piante. Le carenze possono influire sulla crescita delle piante e renderle più suscettibili alle malattie delle piante e agli insetti. In acquaponica, per prevenire o trattare le carenze nutritive delle piante, è essenziale riconoscere questo problema e identificare i nutrienti di cui la tua pianta ha bisogno.

> Nutrienti in acquaponica

Le piante hanno bisogno di fotosintesi e sostanze nutritive per crescere. Questi nutrienti possono essere ricavati dal suolo. Tuttavia, in un sistema acquaponico, questi nutrienti provengono dagli scarti dei pesci a causa dell’assenza di suolo. Nutrienti e batteri hanno un ruolo molto importante in un sistema acquaponico.

Esistono due principali categorie di nutrienti essenziali per le piante in un sistema acquaponico. 

1. Macronutrienti

Ci sono sei macronutrienti di cui le piante hanno bisogno in grandi quantità. Questi nutrienti sono azoto (N), fosforo (P), potassio (K), calcio (Ca), magnesio (Mg) e zolfo (S). Di seguito sono riportati gli schemi di elenco della funzione di questi macronutrienti all’interno delle piante. 

Azoto (N)

L’azoto è la base di tutte le proteine ​​ed è essenziale per la costruzione di strutture, fotosintesi, crescita cellulare, processi metabolici e produzione di clorofilla. L’azoto è un elemento chiave nella soluzione nutritiva acquaponica e funge da indicatore proxy per altri nutrienti. Di solito, l’azoto disciolto è sotto forma di nitrato, ma le piante possono utilizzare piccole quantità di ammoniaca e amminoacido libero per crescere. Un eccesso di azoto può causare una crescita eccessiva delle piante con conseguente piante morbide e rigogliose suscettibili a malattie e danni agli insetti e difficoltà nella fioritura e nella fruttificazione. 

Fosforo (P)

Il fosforo è essenziale per la fotosintesi e la formazione di oli e zuccheri e favorisce la germinazione e lo sviluppo delle radici nelle piantine. La carenza di fosforo può causare un basso sviluppo delle radici. 

Potassio (K)

Il potassio funziona come un segnale cellulare tramite un flusso ionico controllato attraverso le membrane che controllano l’apertura stomatica e sono coinvolti nel fiore e nell’allegagione. Il potassio è coinvolto nella produzione e nel trasporto di zuccheri, nell’assorbimento di acqua e nella resistenza alle malattie e nella maturazione dei frutti. Tutte le piante hanno bisogno di potassio e possono essere influenzate da bassi livelli di questi nutrienti. 

La carenza di potassio nelle piante acquaponiche necessita di cure. Poiché la mancanza di potassio può influire negativamente sulla fotosintesi, che può anche influire sulla crescita delle piante, può anche rendere la pianta suscettibile a infezioni o infestazioni che potrebbero portare alla morte della pianta. 

Calcio (Ca)

Il calcio è essenziale per la crescita sana delle piante e per pareti cellulari robuste e aiuta a mantenere la forza e la forma delle piante. È coinvolto nel rafforzamento degli steli e contribuisce alla produzione di fiori, frutta e verdura. Zucca, pomodori e peperoni sono alcune piante sensibili alla carenza di calcio. 

È importante trattare la carenza di calcio in acquaponica per evitare di rovinare la frutta o la verdura raccolte. Bassi livelli di calcio possono anche arrestare la crescita delle piante e possono causare la morte delle piante. 

Magnesio (Mg)

Il basso contenuto di magnesio è una carenza di piante comune nell’acquaponica. Il magnesio svolge un ruolo fondamentale nelle funzioni interne della pianta. Il magnesio aiuta ad abbattere la clorofilla. Il trattamento della carenza di magnesio è importante per la salute generale e la crescita delle piante. 

Zolfo (S)

Lo zolfo è essenziale per la produzione di alcune proteine, clorofilla e altri enzimi fotosintetici. Le carenze di zolfo sono rare in acquaponica. 

2. Micronutrienti

I micronutrienti sono ferro (Fe), rame (Cu), zinco (Zn), manganese (Mn), boro (B) e molibdeno (Mo). La maggior parte delle carenze di micronutrienti include l’ingiallimento delle foglie, ma le carenze di rame possono scurire le foglie in un colore verde. 

Ferro (Fe)

Il ferro è utilizzato nei cloroplasti e nelle catene di trasporto degli elettroni. Il ferro è essenziale per una corretta fotosintesi. La carenza di ferro può essere identificata facilmente utilizzando un Iron Checker per controllare il livello di ferro nell’acqua. Un altro modo per identificare la carenza di ferro è controllare se le foglie delle piante stanno diventando gialle, ma le vene rimangono verdi, chiamate “choloris”. Il ferro deve essere aggiunto al sistema come “ferro chelato”. L’aggiunta suggerita è di 5 ml per 1 m2 di letto di coltivazione. Una grande quantità non danneggia il sistema ma può causare lo scolorimento del serbatoio e delle tubazioni. 

Manganese (Mg)

Il manganese è essenziale per l’intero sistema di fotosintesi perché viene utilizzato per catalizzare la scissione dell’acqua durante la fotosintesi. La carenza di manganese può essere vista dalla riduzione dei tassi di crescita delle piante, da un aspetto grigio opaco e dall’ingiallimento tra le vene che rimangono verdi. 

Boro (B)

Il boro è coinvolto nei polisaccaridi strutturali e nelle glicoproteine, nel trasporto dei carboidrati e nella regolazione delle vie metaboliche di alcune piante. Il boro è anche coinvolto nella riproduzione e nell’assorbimento di acqua da parte delle cellule. 

Zinco

Lo zinco è utilizzato dagli enzimi e anche nella clorofilla che influisce sulla dimensione complessiva delle piante.

> Fonti nutritive per acquaponica

In acquaponica  la fonte primaria di nutrienti per le piante è il cibo per pesci . Tuttavia, le piante hanno esigenze nutrizionali diverse rispetto al pesce e alcuni altri nutrienti dei rifiuti di pesce rimangono in uno stato solido che non è disponibile per le piante. I pellet di mangime per pesci sono un alimento completo per la crescita del pesce ma non per la pianta. I pesci non hanno bisogno della stessa quantità di ferro, potassio o calcio di cui le piante hanno bisogno per prosperare. Quindi possono verificarsi carenze di questi nutrienti. Di seguito sono riportate le carenze nutritive comuni nell’acquaponica.

Carenza di ferro

Segni di carenza di ferro

  • Colore giallo sulle foglie delle piante
  • Macchie su foglie immature

Come integrare il ferro:

Per integrare il ferro nel tuo sistema acquaponico, devi aggiungere ferro che può essere assorbito dalle piante. Ciò significa usare il ferro chelato.  L’aggiunta di ferro chelato al tuo sistema sarà efficace solo se il tuo pH è 7,5 o inferiore. Il tuo obiettivo è 2 mg / litro, quindi devi calcolare le dimensioni del serbatoio dell’acqua e aggiungere la quantità di ferro richiesta ogni 3-4 settimane. 

Potassio

Segno di carenza di potassio

  • Le foglie più vecchie delle piante mostrano clorosi interveinali e macchie o bruciature, che progrediscono verso le foglie più giovani quando la carenza diventa più grave.

Come integrare il potassio:

  • A spruzzo – Puoi usare il cloruro di potassio e spruzzarlo sulle foglie della pianta. Questo processo deve essere ripetuto almeno una volta alla settimana per evitare carenze di potassio nelle tue piante acquaponiche.
  •  Aggiungere un integratore di potassio al cibo per pesci attraverso il concentrato di farina di alghe. Altre opzioni sono l’aggiunta di solfato di potassio o idrossido di potassio al cibo per pesci.

Calcio


Segno di carenza di calcio

  • Aree nere e morte del tessuto vegetale giovane, note come necrosi.
  • Da leggera clorosi a bruno o nero bruciante sulle nuove punte delle foglie.
  • Le foglie fresche sono distorte con punte uncinate e forme irregolari.

Come integrare il calcio:

  • Un modo per integrare la carenza di calcio nell’acquaponica è usare la calce idrata (o agricola), che integrerà anche calcio e magnesio oltre ad aumentare i livelli di pH. 
  • Un altro modo è spruzzare cloruro di calcio mescolato con un po ‘d’acqua alle tue piante. Il rapporto dovrebbe essere di quattro cucchiaini di cloruro di calcio per litro d’acqua. Puoi aumentare la dose se necessario e spruzzare una volta alla settimana sulle tue piante.

Fosforo

Segni di carenza di fosforo

  • Crescita stentata delle piante.
  • Oscuramento delle foglie vicino alla base delle piante.
  • Colore viola o rossastro delle foglie.
  • Crescita delle foglie di ricambio.

Come integrare il fosforo:

Il metodo più comune per aggiungere fosforo all’acquaponica è usare il fosfato di roccia. Il supplemento può essere aggiunto direttamente ai tuoi letti di crescita. Evita di aggiungerlo direttamente all’acqua e il tuo letto di coltivazione dovrebbe essere riparato dalla luce solare diretta per assicurarti che non si dissolva prima che la pianta possa assorbirlo. 

Il modo migliore per garantire che le piante non soffrano di carenze nutritive in acquaponica è mantenere il livello dell’acqua di 6-7 pH e nutrire i pesci con una dieta equilibrata e completa. Un altro buon modo è fornire tutti i nutrienti di cui le piante hanno bisogno per crescere utilizzando i terreni di coltura. I terreni di coltura offrono un ambiente eccellente per lo sviluppo dei nutrienti nel tuo sistema e puoi anche aggiungere vermi nel tuo letto di coltura per aiutare a rompere i solidi e fornire più nutrienti alle tue piante. 

Sommario

In conclusione, l’ acquaponica è un sistema che deve essere bilanciato affinché pesci, piante e batteri crescano in modo sano. Quindi è essenziale controllare sempre i parametri specifici di qualità dell’acqua e nutrire sempre i tuoi pesci con il cibo giusto per garantire che il tuo sistema abbia successo. Grazie per aver letto; iscriviti alla nostra  newsletter per nuovi aggiornamenti sull’acquaponica.

 

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *