Piante

Cos’è un biofiltro per acquaponica?

Molti principianti dell’acquaponica sono spesso confusi dalla necessità di filtrazione nel loro sistema acquaponico. Devo aggiungere un biofiltro? È una delle domande più frequenti in acquaponica. Per rispondere alla domanda, abbiamo scritto questo articolo per discutere del biofiltro, di cosa si tratta e hai bisogno di averne uno nel tuo sistema acquaponico.

L’ idea alla base dell’acquaponica è che è possibile imitare la natura per creare un ambiente di crescita perfetto per la crescita di pesci e piante . L’acquaponica è un metodo di coltivazione a ricircolo che combina acquacoltura e idroponica, portando all’allevamento di pesci e alla crescita di piante insieme in un ambiente simbiotico con batteri benefici. Converte i rifiuti prodotti dal pesce in nitrati, che diventano cibo per le piante e, in cambio, le radici delle piante filtrano e puliscono l’acqua per il pesce. Un biofiltro aiuta questo processo per garantire che nulla vada sprecato.

Cos’è un biofiltro?

Un biofiltro è un luogo in cui i batteri possono colonizzare. Fornisce ampie superfici, pH, livelli di ossigeno disciolto e temperatura adeguata.

I biofiltri sono abbastanza semplici da installare e sono costituiti da un serbatoio collegato alla pompa dell’aria e da alcuni substrati che forniscono il più possibile una grande superficie per la crescita dei batteri nitrificanti. Maggiore è la superficie da sviluppare per i batteri, meglio è perché significa un processo di nitrificazione più efficiente.

Cos’è una biofiltrazione?

La biofiltrazione è il processo di conversione dell’ammoniaca e dei nitriti in nitrati da parte dei batteri benefici. L’ammoniaca e i nitriti sono tossici per l’acquaponica, anche a basse concentrazioni. Tuttavia, le piante hanno bisogno dei nitrati per crescere, quindi è necessario installare un biofiltro per ospitare la maggior parte dei batteri viventi. Il movimento dell’acqua all’interno di un biofiltro abbatterà i solidi molto fini non catturati dal chiarificatore, il che impedisce l’accumulo di rifiuti sulle radici delle piante nel sistema acquaponico NFT . Una buona biofiltrazione è essenziale anche per la stabilità chimica del tuo sistema acquaponico. Biofiltri separati non sono necessari per il sistema acquaponico basato sui media perché i letti di coltivazione stessi sono biofiltri perfetti.

Perché hai bisogno di un biofiltro

In acquaponica, se la superficie del terreno di coltura non è sufficiente per la colonizzazione dei batteri, è necessario aggiungere più superficie. Questo è il motivo per cui è necessario disporre di un biofiltro. Il biofiltro costituirà una parte importante del tuo sistema assicurando che le piante abbiano abbastanza nutrienti per crescere in salute mentre puliscono l’acqua affinché i pesci possano vivere. 

L’intero sistema acquaponico è un biofiltro. Tuttavia, se utilizzi il sistema acquaponico DWC, Verticale e NFT per far crescere le tue piante, avrai bisogno di un biofiltro. In questi tipi di sistemi acquaponici, non puoi fare affidamento sul processo naturale di conversione batterica a causa della mancanza di una superficie adeguata. Un sistema acquaponico  basato su mezzi o su zattera di solito non necessita di un biofiltro separato perché la zattera, i substrati di coltivazione (argille espanse, ghiaia o roccia lavica), le pareti del serbatoio e altre aree superficiali forniscono un’area sufficiente per la colonizzazione dei batteri.

Vantaggi dell’utilizzo del biofiltro in acquaponica

1. Fornisce più superficie per la vita dei batteri benefici e aiuta a convertire l’ammoniaca e i nitriti in nitrati.

2. Biofilter aiuta nei processi di aerazione e nitrificazione nei sistemi di acquaponica NFT, DWC e verticale.

3. Aiuta la stabilità chimica del tuo sistema acquaponico.

4. Molto economico e facile da costruire.

5. Molto facile da usare e richiede pochissima manutenzione.

Fattori importanti da considerare prima di utilizzare il biofiltro

Prima di decidere di utilizzare il biofiltro nel tuo sistema acquaponico, devi essere consapevole di queste considerazioni.

  • Rimuovere prima i solidi

I biofiltri non sono per grandi rifiuti solidi di pesce. I solidi devono essere schermati perché questo potrebbe bloccare i tubi. Una volta che questi solidi si accumulano nel tuo biofiltro, questo creerà aree note come zone aerobiche che attireranno i batteri e ridurranno la superficie del tuo biofiltro. Ciò ridurrà l’efficienza del tuo biofiltro, il che si tradurrà in un alto livello di ammoniaca, che non è adatto per pesci e piante. Ecco perché è importante aggiungere un filtro standard che rimuoverà il solido.

  • I batteri hanno bisogno di aria

In un sistema acquaponico, i batteri sono esposti all’aria. L’aggiunta di un biofiltro nel tuo sistema acquaponico conterrà i batteri nel filtro. Quindi devi assicurarti che il tuo filtro abbia abbastanza aria per garantire che i batteri non siano privati ​​dell’aria.

  • Densità di pesce

Se utilizzi una densità di pesce bassa, non hai bisogno di un biofiltro. Piccole quantità di pesce non produrranno rifiuti sufficienti per giustificare l’uso di un biofiltro. Le radici della pianta forniranno una superficie sufficiente per consentire ai batteri di convertire l’ammoniaca in nitrati.

Come funzionano i biofiltri nell’acquaponica?

Il biofiltro è l’estensione della superficie del tuo sistema acquaponico. È una parte essenziale del tuo sistema acquaponico perché assicura che le tue piante possano accedere ai nitrati di cui hanno bisogno per crescere mentre puliscono l’acqua per i pesci. I batteri si attaccheranno alla superficie del supporto del biofiltro. Una volta stabiliti, fanno il loro lavoro e aiutano a convertire l’ammoniaca e i nitriti in nitrati. 

La biofiltrazione in acquaponica avviene in tre fasi principali. Questo processo è per la tipica configurazione acquaponica. Il processo o le fasi possono variare a seconda del design del biofiltro.

1. La pompa dell’aria pompa l’acqua fuori dall’acquario e nel biofiltro.

2. All’interno del biofiltro, l’acqua passa attraverso il processo di nitrificazione. I batteri benefici aiutano a convertire l’ammoniaca e i nitriti in nitrati.

3. L’acqua piena di sostanze nutritive fluisce dal biofiltro e nelle piante, dove le radici della pianta assorbono le sostanze nutritive mentre puliscono l’acqua prima che ritorni nella vasca dei pesci.

Biofiltro diverso

Ci sono diversi biofiltri per acquaponica che puoi usare nel tuo sistema acquaponico; questi sono:

  • Filtro a letto mobile

Questo biofiltro viene utilizzato in un sistema di zattere galleggianti dove non c’è molta superficie per i batteri. 

  • Filtro statico

Questi sono filtri a forma di vassoio che possono essere inseriti in un contenitore separato vicino all’acquario prima delle piante. Questi forniscono una vasta area per la raccolta dei batteri. Questo filtro deve essere posizionato dopo il filtro solido prima che raggiunga le piante, consentendo di filtrare l’acqua prima che raggiunga le piante.

  • Filtro antigoccia

Questo filtro consente all’acqua di entrare dall’alto. L’acqua passa attraverso la scatola del filtro, piena di ghiaia, gusci di ostriche o un altro mezzo biologico simile con molta superficie. Questo biofiltro deve anche essere posizionato dove l’acqua viene filtrata prima che arrivi alle piante. Mentre l’acqua si muove attraverso il filtro, l’ammoniaca viene convertita in nitrati prima di essere pompata nuovamente nelle piante.

Conclusione

Una buona biofiltrazione è essenziale per la stabilità chimica del tuo sistema acquaponico. Ecco perché è importante comprendere il ruolo di un biofiltro in acquaponica per sapere se il tuo sistema ha bisogno di un biofiltro. Se hai commenti, non esitare a lasciarli qui sotto.

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.