Piante

Il miglior pesce per l’acquaponica

Quali sono le migliori specie di pesci da allevare in acquaponica? 

Se stai pensando di stabilire il tuo sistema acquaponico, una delle decisioni più importanti che dovrai prendere è con quali specie di pesci allevarlo. Pesci, piante e batteri svolgono un ruolo vitale in un sistema acquaponico e i pesci sono la fonte di fertilizzante naturale per la crescita delle piante. 

Per costruire un sistema acquaponico di successo, dovrai selezionare attentamente il pesce che prospererà nel tuo clima, posizione e disponibilità di pesce. È anche essenziale pianificare il tipo di verdura che desideri coltivare e abbinare ai tuoi pesci perché alcuni pesci e piante prosperano a temperature e livelli di pH specifici. 

Ci sono molti tipi di specie di pesci che puoi allevare in acquaponica. Grandi, piccoli, commestibili o decorativi, ci sono molte opzioni per soddisfare le tue esigenze. Tuttavia, non tutti i pesci possono essere utilizzati in un sistema acquaponico, quindi è necessario scegliere specie di pesci che sopravviveranno e prospereranno nel tuo sistema affinché il tuo sistema acquaponico abbia successo. Questo articolo discuterà del pesce in acquaponica, come scegliere il pesce migliore e di cosa ha bisogno per prosperare nel tuo sistema acquaponico.

>
Cosa considerare quando si sceglie il pesce 

I pesci che allevi sono per uso domestico, commerciale o ricreativo? Oltre a fornire nutrienti alle piante, è essenziale conoscere e pianificare lo scopo del pesce nel tuo sistema. Ecco alcune cose chiave da considerare nella selezione del miglior pesce per il tuo sistema acquaponico.

1. Temperatura

Alcuni pesci prosperano in acqua fredda, mentre altri prosperano in acqua calda. I pesci sono a sangue freddo e la loro capacità di adattarsi a una vasta gamma di temperature dell’acqua è bassa. Quindi la prima cosa da considerare è; Il pesce che stai pianificando di coltivare è in grado di sopravvivere entro l’intervallo di temperatura della tua posizione? I pesci prosperano a temperature specifiche e una temperatura costante entro il loro intervallo di tolleranza corretto mantiene i pesci sani e li aiuta a crescere più velocemente. Conoscere i cambiamenti di temperatura e le preferenze di temperatura del pesce che vuoi allevare ti aiuterà a scegliere il pesce migliore per il tuo sistema acquaponico.

2. Disponibilità di pesce nella tua posizione

La prossima cosa importante da considerare è la disponibilità di pesce nella tua posizione. Alcuni pesci sono disponibili solo in alcune zone; un esempio è il Barramundi. Questo pesce non è facilmente reperibile negli Stati Uniti ma è prontamente disponibile in Australia. La facilità di acquisire avannotti è importante anche nella selezione del pesce migliore da allevare nel tuo sistema acquaponico. La tilapia è la specie ittica più comune utilizzata in acquaponica perché è prontamente disponibile nella maggior parte del mondo. 

3. Qual è il pesce legale nella tua posizione?

Non tutti i pesci possono essere acquistati e coltivati ​​legalmente in alcune località. Quindi è essenziale verificare prima con le leggi locali sulla piscicoltura per assicurarti che il pesce che intendi utilizzare nel tuo sistema acquaponico sia legale nella tua posizione.

4. Tipo di pesce e difficoltà di manutenzione

Alcuni pesci sono resistenti e hanno bisogno di poche cure, mentre altri sono sensibili e costosi da allevare. Scegli un pesce resistente che sia immune a malattie e parassiti se non vuoi dedicare molto tempo e sforzi a mantenere il tuo sistema. Tilapia e Koi sono pesci resistenti e ottimi per i principianti in acquaponica. La trota richiede uno standard più elevato in termini di qualità dell’acqua.

5. Dimensioni e requisiti di spazio

Assicurati di conoscere la taglia adulta del pesce che intendi allevare e la dimensione della vasca necessaria. Lo spazio disponibile nel tuo acquario determinerà il tipo e la quantità di pesce adatto al tuo sistema. Alcuni pesci hanno bisogno di spazio per prosperare, quindi fai attenzione alle dimensioni massime degli adulti del pesce che intendi allevare. Ad esempio, il pesce gatto del canale cresce fino a 40-50 libbre, quindi hanno bisogno di un grande acquario di almeno 250 galloni. Koi richiede anche grandi acquari o grandi stagni per prosperare, mentre i merluzzi sono adatti solo su acquari ad alta densità per sopprimere il loro comportamento territoriale.

6. Capacità di filtrazione

La capacità di filtrazione del tuo sistema acquaponico determina quanti pesci puoi tenere nel tuo acquario. È necessario bilanciare le esigenze dei pesci e la capacità delle piante e non sovrappopolare o sottopopolare i pesci poiché un acquario sovraffollato può interrompere il livello di ossigeno nell’acqua. Come regola generale, dovresti avere 1 pollice di lunghezza del pesce per litro d’acqua.

7.  Abitudini di riproduzione 

Le abitudini di allevamento dei pesci sono importanti anche nella selezione dei pesci da allevare nel tuo sistema acquaponico. Alcune specie di pesci non si riproducono in cattività, mentre altre specie di pesci come la tilapia si riproducono facilmente e rapidamente. A volte le specie ittiche che si riproducono rapidamente possono creare problemi in sistemi mal costruiti e causare problemi di densità di stock ittico. Potrebbe essere necessario disporre di vasche separate per l’allevamento dei pesci per deporre le uova e mantenere il giovane pesce vivo e in salute.

8. Dieta di pesce

Le diete a base di pesce sono una delle cose importanti da considerare nella selezione del pesce per il tuo sistema acquaponico. La scelta del cibo per pesci e la disponibilità di nutrienti per il cibo per pesci possono influire sui costi di mantenimento del sistema. Il pesce richiede il corretto equilibrio di proteine, grassi, carboidrati, vitamine, grassi e minerali per crescere sano. I pellet per mangimi commerciali sono altamente raccomandati per sistemi acquaponici su piccola scala, soprattutto all’inizio. Un’alimentazione fatta in casa pesce può essere utilizzato per alimentare i pesci, ma una particolare attenzione deve essere data perché a volte non sono bilanciati nelle componenti nutrizionali essenziali per il pesce.

I pesci sono classificati in quattro gruppi in base ai loro schemi di alimentazione. Questi gruppi sono erbivori, carnivori, onnivori e detritivori.

I pesci erbivori mangiano piante, frutti e alghe. Hanno un intestino speciale progettato per abbattere le sostanze vegetali e hanno bisogno di poppate più frequenti poiché non hanno uno stomaco per contenere grandi quantità di cibo. 

I pesci onnivori mangiano sia verdure che carne ad eccezione di alcuni cereali e piante che non possono digerire. Sono ottimi pesci da allevare perché facili da nutrire. I pesci onnivori mangiano anche cibi vivi e fiocchi.

I pesci carnivori sono cibo vivo e mangiatori di carne. Hanno enormi bocche e denti appuntiti che possono afferrare e strappare la preda. I pesci carnivori hanno anche uno stomaco enorme e possono ingoiare il cibo senza masticare. Non sono un ottimo pesce da allevare con altri pesci nella stessa vasca perché mangeranno gli altri pesci.

Qualità dell’acqua per il pesce

Ammoniaca

L’ammoniaca e il nitrito sono tossici per i pesci. L’ammoniaca e il nitrito sono considerati dannosi quando i loro livelli sono superiori a 1 mg / litro, sebbene qualsiasi livello di questi composti possa contribuire allo stress dei pesci e ad altre malattie dei pesci. I batteri benefici o i biofiltri sono responsabili della conversione di ammoniaca e nitriti in nitrati. 

pH

I pesci possono tollerare un’ampia gamma di pH, ma prosperano a livelli di 6,5-8,5. Un cambiamento sostanziale nei livelli di pH in un breve periodo può causare problemi al pesce. Quindi è importante mantenere stabile il pH. Per evitare grandi oscillazioni del pH, si consiglia di tamponare con carbonato.

Leggi il nostro articolo  Manutenzione dell’acquaponica: monitoraggio della qualità dell’acqua , per saperne di più sul pH in acquaponica.

Ossigeno dissolto

L’ossigeno disciolto (DO) è importante per la crescita dei pesci e dei batteri benefici che convertono i rifiuti di pesce in nutrienti per le piante. Si consiglia di mantenere i livelli di DO nei sistemi acquaponici a 5 ppm o più. Se i livelli di DO nel sistema sono troppo bassi, aumentare l’aerazione utilizzando una pompa più grande o aggiungendo pietre porose. Non riempire eccessivamente il pesce nel tuo sistema per evitare bassi livelli di DO. 

Luce e oscurità

Il livello di luce nell’acquario dovrebbe essere ridotto per prevenire la crescita di alghe, ma non dovrebbe essere completamente buio, poiché i pesci sperimenteranno stress e paura quando un acquario completamente scuro viene esposto a una luce improvvisa quando viene scoperto. La luce ideale è con luce naturale indiretta attraverso l’ombreggiatura, che previene la crescita delle alghe e lo stress dei pesci.

Il miglior pesce da usare nel tuo sistema acquaponico

Tilapia       

La tilapia è il miglior pesce per riposare in acquaponica perché può adattarsi al loro ambiente e resistere a condizioni dell’acqua non ideali. Sono resistenti a molti agenti patogeni, parassiti e stress da manipolazione. La tilapia è un pesce resistente e ha una dieta diversificata. Sono onnivori, nel senso che mangiano mangimi sia vegetali che animali. Il tempo di raccolta per la tilapia è compreso tra sei e otto mesi, a seconda di quanto è calda l’acqua, quanto vengono nutriti e le dimensioni del pesce che si desidera raccogliere. Le tilapie sono facili da allevare in sistemi acquaponici di piccola e media scala. La tilapia preferisce una temperatura di 82-86 ° F e un pH di 6,5 – 9.

Vantaggi della tilapia

  • Rapido tasso di crescita (circa nove mesi dal fingerling alla raccolta).
  • Pesci resistenti e in grado di adattarsi al loro ambiente.
  • Ottimo da mangiare, ha un buon sapore.
  • Capacità di riprodursi rapidamente.
  • Hanno una dieta onnivora (non mangiano altri pesci).
  • Non richiedono molto ossigeno disciolto. 
  • I migliori alimentatori, puoi valutare facilmente il loro consumo e regolare di conseguenza. 

Svantaggi della tilapia

  • Richiedono acqua più calda sopra i 55 ° F.
  • La loro capacità di riprodursi rapidamente può essere un problema se si dispone di un piccolo sistema acquaponico, ma ci sono modi per contrastarlo. 
  • Hai sempre bisogno di mantenere la tua acqua calda in un clima più freddo.

      Trota     

      Le trote sono pesci carnivori d’acqua fredda che appartengono alla famiglia dei salmoni. Sono pesci perfetti per impianti indoor e outdoor perché hanno un ottimo range di temperatura. Le trote preferiscono l’acqua più fredda e prosperano a temperature comprese tra 56 e 20 ° C, rendendole ideali per un ambiente più fresco. La trota cresce lentamente e raggiunge circa una libbra in 4 anni in natura.

      Le trote sono ideali per l’acquaponica nelle regioni a clima nordico o temperato, soprattutto in inverno. La trota richiede una dieta ricca di proteine ​​rispetto alla tilapia e alla carpa. Hanno un’altissima tolleranza alla salinità e possono sopravvivere in acqua dolce, acqua salmastra e altri ambienti marini.

      Vantaggi della trota

      • Buon pesce da mangiare e ricco di proteine ​​e acidi grassi omega.
      • Ideale nei climi più freddi.
      • Nutriti con una varietà di diete, che includono pesci, insetti e invertebrati dal corpo molle.

      Svantaggi della trota

      • Tasso di crescita lento.
      • Non può essere tenuto con altri pesci.
      • Ha bisogno di molto spazio per garantire la loro corretta crescita.
      • Richiede acqua filtrata pulita per vivere.
      • Meno scelte di piante a causa del loro fabbisogno di acqua più fresca.
      • È importante monitorare attentamente il loro livello di pH.
      • Hai bisogno di alti livelli di ossigeno disciolto nell’acqua (minimo 10 mg / litro). 

        Pesce gatto     

        Il pesce gatto è un gruppo di pesci estremamente resistente che tollera ampie oscillazioni di DO, temperatura e pH. Sono anche resistenti a molte malattie e parassiti. Il pesce gatto è il pesce più facile da allevare per i principianti in acquaponica che desiderano coltivare pesci in luoghi in cui l’alimentazione elettrica non è affidabile. A causa della loro elevata tolleranza a bassi livelli di DO e alti livelli di ammoniaca, il pesce gatto può essere immagazzinato a una densità maggiore, a condizione che vi sia una filtrazione meccanica sufficiente.

        Il pesce gatto è la specie più semplice per i principianti o gli acquaponisti che vogliono coltivare pesci in aree in cui l’alimentazione elettrica non è affidabile. Data l’elevata tolleranza a bassi livelli di DO e alti livelli di ammoniaca, il pesce gatto può essere immagazzinato a densità più elevate, a condizione che vi sia un’adeguata filtrazione meccanica.

        I pesci gatto sono pesci bentonici, nel senso che sono mangiatori di fondo e preziosi spazzini che non sono territoriali e facili da allevare e allevare. Quando si alleva il pesce gatto, si consiglia di utilizzare una vasca con uno spazio orizzontale maggiore rispetto allo spazio verticale per consentire al pesce di distendersi sul fondo. Altri pesci come la tilapia, il pesce persico o il pesce luna bluegill possono essere allevati con il pesce gatto nelle vasche. Il pesce gatto prospera a una temperatura simile alla tilapia 75-85 ° F e richiede un pH di 7-8. Crescono relativamente velocemente e possono essere raccolti entro tre mesi. 

        Vantaggi di Catfish

        • Non territoriale (può essere allevato con altri pesci di uguale taglia).
        • Può tollerare diverse temperature dell’acqua.
        • Buon pesce da mangiare.
        • Si nutrono di una varietà di piante, insetti, piccoli pesci e pellet.
        • Facile da allevare e allevare. 

        Svantaggio di Catfish

        • Richiedono cibo ad alto contenuto proteico.
        • I pesci gatto non hanno squame e sono facilmente stressati o feriti se non vengono maneggiati correttamente.
        • Sono sensibili alla qualità dell’acqua, alla temperatura dell’acqua e al pH.  

          Persico trota     

          Il persico trota può tollerare un’ampia gamma di temperature, bassi livelli di DO e pH. Tuttavia, il persico trota preferisce l’acqua pulita. Sono pesci carnivori e richiedono una dieta ricca di proteine. I tassi di crescita del persico trota dipendono dalla temperatura e dalla qualità del mangime. Nei climi temperati, la maggior parte della crescita si ottiene durante la stagione più calda. La spigola prospera a una temperatura dell’acqua di 65-80 ° F e pH di 6-8 e può essere raccolta entro un anno dai piccoli. A causa della loro elevata tolleranza al DO e resistenza agli alti livelli di nitriti, il persico trota è uno dei migliori pesci da allevare per gli allevatori di acquaponica, in particolare quelli che non possono cambiare specie di pesci tra la stagione fredda e quella calda .

            Vantaggi del persico trota

            • I migliori alimentatori, puoi valutare facilmente il loro consumo e regolare di conseguenza.
            • La spigola mangia quasi tutto, insetti, vermi e pellet.
            • Non hai bisogno di molte proteine, dandoti più scelte alimentari quando li nutri.
            • Ottimo pesce da mangiare.

            Svantaggi del persico trota

            • I livelli di potassio devono essere monitorati poiché i cambiamenti in questo possono far ammalare il tuo basso.
            • Le condizioni devono essere monitorate attentamente per garantire acqua pulita, ossigeno adeguato e livelli di pH.
            • Non tollera la luce intensa e la scarsa alimentazione.

              Salmone     

              Il salmone è un pesce sano e gustoso da allevare nel tuo sistema acquaponico. Richiedono un grande acquario per prosperare e impiegano circa due anni per raggiungere le dimensioni complete prima della raccolta. La temperatura dell’acqua per il salmone dovrebbe essere compresa tra 55 e 65 ° F e un intervallo di pH compreso tra 7 e 8. 

              Vantaggi del salmone

              • Il salmone è un pesce sociale, tollerante e amichevole con gli altri pesci.
              • Elevata tolleranza al freddo.
              • Delizioso e salutare da mangiare. 

              Svantaggi del salmone

              • Richiedono più cibo rispetto ad altri pesci.
              • Hanno maggiori probabilità di contrarre malattie rispetto a molti altri tipi di pesce.

                Koi     

                Koi è uno dei pesci ornamentali più popolari utilizzati in acquaponica. Le Koi hanno una lunga durata di vita e possono riprodursi e vivere comodamente all’interno del sistema acquaponico. Le Koi possono sopravvivere con molti tipi di cibo e sono anche resistenti alle malattie e ai parassiti. Vivono a temperature di 65-78 ° F e un livello di pH di 6,5 – 8. 

                Vantaggi di Koi

                • Resistente a malattie e parassiti.
                • Può sopravvivere in un’ampia gamma di temperature.
                • Pesce ornamentale e attraente.
                • Lunga durata.

                 Svantaggi di Koi

                • Non è un buon pesce da mangiare.
                • Può produrre rifiuti in eccesso man mano che invecchiano e richiederà una maggiore pulizia per mantenere il tuo sistema sano.

                  Pesce rosso     

                  Il pesce rosso è un ottimo pesce ornamentale per acquaponica di cui è facile prendersi cura. Sono una specie di pesce resistente che può vivere in un alto livello di inquinamento dell’acqua. I pesci rossi preferiscono temperature di 78 – 82 ° F e preferiscono un intervallo di pH compreso tra 6 e 8. A causa delle loro piccole dimensioni e della natura parassitaria, i pesci rossi non sono commestibili.

                  Vantaggi di Goldfish

                  • Bellissimi pesci ornamentali.
                  • Pesce robusto e tollerante ai cambiamenti di pH.
                  • Può vivere in acque inquinate.
                  • Produci molti nutrienti di scarto benefici per le piante.

                  Svantaggi di Goldfish

                  • Non si può mescolare con altri pesci in una vasca.
                  • Non commestibile.

                  >

                  Acclimatare il pesce

                  Acclimatare il pesce nel nuovo acquario può essere stressante per il pesce, in particolare dal trasporto effettivo da un luogo all’altro in piccoli sacchi o vasche. I due fattori chiave che causano stress durante l’acclimatazione dei pesci sono i cambiamenti di temperatura e pH. Per acclimatare il pesce, tieni i nuovi pesci in una piccola vasca aerata della loro acqua originale e aggiungi lentamente l’acqua di quella nuova nel corso della giornata.

                  Cura dei pesci

                  I pesci dipendono fortemente dall’acqua in cui vivono, quindi i cambiamenti nell’acqua avranno un effetto diretto sulla loro salute e sul loro benessere. Questi cambiamenti sono spesso invisibili agli occhi, così come il monitoraggio del loro colore e comportamento. È anche importante  testare l’acqua regolarmente .

                  Sintomi della malattia a cui prestare attenzione:

                  • Occhi nuvolosi o gonfi.
                  • Movimento rapido delle branchie.
                  • Stomaco dilatato o cavo.
                  • Alette opache, bloccate o sfilacciate.
                  • Ferite, crescita di funghi, macchie o macchie di colore bianco / grigio nuvoloso o cambiamenti di colore nella pelle. 
                  • Comportamento insolito. (schemi di nuoto insoliti, sfrecciare intorno alla vasca in modo allarmato, appendere in superficie o nascondersi ed essere insolitamente timidi)

                  Cause della malattia dei pesci

                  Le malattie possono essere introdotte da un nuovo pesce, piante, cibo vivo, invertebrati o attrezzature utilizzate nel sistema. Ci dovrebbe essere un delicato equilibrio nell’acquario per garantire che il pesce rimanga sano. Come tutti gli animali, i pesci trasportano batteri, virus, funghi e parassiti. Non tutti questi sono dannosi, ma alcuni di questi microrganismi chiamati agenti patogeni hanno il potenziale di causare malattie. I seguenti fattori possono causare malattie dei pesci .

                  • Ambiente o scarsa qualità dell’acqua.
                  • Non andare d’accordo con altri pesci nell’acquario.
                  • Dieta povera o squilibrata.
                  • Pesce stress.

                  Come prevenire le malattie dei pesci

                  1. Metti in quarantena i nuovi pesci in un acquario separato per due settimane prima di introdurli in un acquario stabilito. 
                  2. Nutri il pesce con una dieta buona, varia e ben bilanciata.
                  3. Mantieni pulita la qualità dell’acqua nel tuo sistema, inclusa la pulizia del filtro se ne hai uno montato sul tuo sistema.
                  4. Assicurati che il sistema rientri nei parametri di pH, ammoniaca, nitriti e nitrati per il tuo particolare pesce.
                  5. Aggiungi ulteriore aerazione. Raramente puoi avere troppa aerazione.
                  6. Ridurre la frequenza di apertura e chiusura del coperchio del serbatoio e ridurre al minimo la raccolta dei pesci per ispezionarli. 
                  7. Tratta la malattia non appena viene identificata.

                  Leggere ” Prendersi cura di Pesce in Aquaponics , ” per una discussione più approfondita sulla cura dei pesci in aquaponics.

                  Conclusione

                  È importante scegliere il pesce giusto per un sistema acquaponico di successo . Ma è anche necessario stabilire una routine di manutenzione  per prevenire le malattie dei tuoi pesci e piante. Scegli un pesce che prospera nel tuo clima e nella tua posizione e dagli da mangiare  il cibo giusto, non solo per la loro salute ma anche per la tua se prevedi di raccoglierli e mangiarli. 

                  Grazie per aver letto il nostro articolo. Ci piacerebbe sentire il tuo feedback nella sezione commenti qui sotto. Se vuoi saperne di più sull’acquaponica, puoi iscriverti alla nostra  newsletter . 

                   

                  Deja una respuesta

                  Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *