Piante

Per saperne di più sulla gestione di Berberis thunbergii

Berberis thunbergii noto anche come crespino rosso, crespino da giardino, crespino viola, arlo, berberis o arlera . Appartiene alla famiglia delle Berberidaceae, del genere formato da oltre 450 specie e diversi ibridi. È originario del Giappone.

Il nome scientifico Berberis deriva dalla parola araba “barbaris” che è stata usata per chiamare i frutti che sono stati utilizzati per scopi medicinali.

Caratteristiche di Berberis thunbergii

Arbusto di forma tondeggiante , con rami molto spinosi che possono raggiungere un’altezza di circa 2 m, ma di solito da 0,5 a 1 m.

Le foglie sono dense, ovali, verdi, glauco o viola.

I fiori sono piccoli, di colore giallo pallido e in alcuni casi profumati. Fiorisce in primavera.

I frutti sono bacche da rosso corallo a rosso scarlatto. Di solito appaiono in autunno

.

Cura di Berberis thunbergii

È una pianta utilizzata nel giardinaggio grazie alle sue molteplici applicazioni e alla sua adattabilità a tutti i terreni.

Può anche essere utilizzato per formare siepi, come base rocciosa e come ornamento per il prato, grazie ai suoi rami e al colore delle sue foglie.

È una specie che deve essere in pieno sole (nel caso del viola e del glauco). Mentre quelli con foglie verdi al sole o all’ombra. Inoltre, può resistere al gelo.

Per quanto riguarda il pavimento, può essere di qualsiasi tipo. Ammette anche il calcare. Idealmente, in autunno, si dovrebbe scavare in profondità intorno alla pianta e incorporare la materia organica per uno sviluppo ottimale.

L’irrigazione deve essere moderata e ben drenata per evitare la saturazione dell’acqua.

La potatura dovrebbe essere di natura formativa in modo che la pianta abbia un aspetto meraviglioso. Si svolge in autunno.

Il fertilizzante deve essere usato ogni due settimane quando si annaffia con concime minerale.

I parassiti che possono danneggiarla sono falsi bruchi e afidi. Le malattie sono la ruggine, l’antracnosi, la peronospora batterica, l’avvizzimento parassitario e il virus del mosaico.

Si moltiplica per i paletti in tarda estate, o per i semi in primavera.

Trattandosi di un bellissimo arbusto di facile manutenzione, vale la pena di averlo in questo giardino o spazio verde.

Utilizzi

Le radici e i rami vengono utilizzati per produrre tintura.

Si ritiene che le foglie per infusione abbiano proprietà astringenti, ma a dosi moderate, in quanto possono essere tossiche.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *