Piante

Piante e fiori che producono più allergie

Gli effetti delle allergie possono essere molto sgradevoli per chi soffre di allergie a fiori e piante perché quando arriva la primavera o il cambio di stagione è quando le allergie tendono a venire alla luce.

Le allergie sono una risposta esagerata del corpo a una sostanza identificata come dannosa o aggressiva ma questa identificazione è sbagliata, ma quando viene toccata, inalata o ingerita, il corpo produce sintomi diversi. Gli allergeni possono essere di natura molto varia poiché possono essere frutti, funghi, medicinali, animali, noci, morsi, acari e anche piante e fiori. In EcologíaVerde parleremo di piante e fiori che causano più allergie tra le persone e perché.

Secondo la stagione dell’anno

Ci sono piante e fiori che, a seconda della stagione dell’anno, possono causare allergie alle persone, questi sono quelli che possono causare più allergie:

  • In inverno. Pioppi e nocciole.
  • In primavera. La primavera è quando si possono creare più allergie dovute al cambio di stagione e all’impollinazione e fioritura delle piante. Ad esempio, la betulla in fiore sarebbe un esempio di pianta che fiorisce e provoca allergie.
  • in estate Durante l’estate fioriscono molte erbe e cereali, che possono causare allergie nelle persone.

Attenzione al polline!

I pollini sono grani microscopici che fanno parte di fiori e piante perché li aiutano a formare frutti e anche a riprodursi. Ed è a causa dei pollini che si producono la maggior parte delle allergie e che oltre a essere confuso con un raffreddore, possono produrre anche sintomi di asma, rinite e persino congiuntivite nelle persone affette.

Inoltre, possono anche causare infiammazioni interne dei bronchi, del naso e degli occhi, rendendoli sensibili e dolorosi, come se prudessero. Inoltre, i pollini possono anche causare allergie cutanee come orticaria o infiammazioni.

Come influisce il polline?

Le piante si riproducono facendo passare il polline da un fiore all’altro, quindi possiamo dire che tutte le piante possono provocare allergie, comprese piante, fiori, alberi, erbe aromatiche, arbusti, ecc.

Il trasferimento del polline può essere effettuato dagli insetti o dal vento. Le piante che scambiano il polline attraverso l’aria piuttosto che attraverso gli insetti sono quelle che in realtà provocano allergie alle persone perché fluttuano nell’aria e vengono trasportate per centinaia di miglia dal vento. Successivamente, vedremo alcune piante che causano allergie da tenere in considerazione.

ginepro

Il ginepro è una pianta che rilascia polline dal vento, soprattutto a febbraio e marzo, quindi le persone allergiche possono soffrire di quella che viene chiamata «febbre da fieno». Devi stare attento ai sintomi perché molte persone lo confondono con il raffreddore, ma è davvero un’allergia ai pollini.

Edera velenosa

Non è necessario essere sensibili alle allergie per essere colpiti dall’edera velenosa, poiché provoca reazioni allergiche nell’85% delle persone che toccano la pianta. L’edera velenosa contiene una resina che provoca prurito e pelle gonfia.

Erba delle Bermuda

Questa erba viene solitamente applicata sui campi da golf perché è un’erba molto resistente, così come su altri campi sportivi, ma questa erba produce più polline di altre piante, motivo per cui producono allergie più gravi rispetto ad altri tipi di piante.

Questi sono solo alcuni esempi di piante e fiori che causano allergie, ma l’elenco può essere infinito. Sei allergico a qualche fiore o pianta in particolare? Raccontaci le tue allergie!

Se desideri leggere altri articoli simili a Piante e fiori che causano più allergie, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Piante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.