Piante

Cetriolo olandese: il più coltivato in Spagna

Cinque anni fa, la Spagna ha prodotto più di 650.000 tonnellate di cetriolo olandese, una delle varietà più coltivate di questo ortaggio, soprattutto nelle zone di Almería e Murcia. Oggi probabilmente supereremo questa cifra poiché si tratta di un raccolto in forte espansione.

Tuttavia, in Spagna e per il cliente finale, è più conosciuto il cetriolo spagnolo o francese, più piccolo e con una buccia ispessita e ruvida.

La verità è che il mercato europeo apprezza di più il cetriolo olandese, in particolare quello tedesco e inglese. Di tutte le migliaia di tonnellate prodotte, oltre il 60% è destinato al consumo fuori dal nostro Paese.

In questo articolo vogliamo passare in rassegna le caratteristiche più insolite del cetriolo olandese, le principali varietà e il modo di coltivarlo.

Caratteristiche del cetriolo olandese o cetriolo di Almeria

La varietà di cetriolo olandese è stata portata in Spagna 30 anni fa, direttamente dal paese a cui si riferisce, i Paesi Bassi.

È considerevolmente più lungo del cetriolo spagnolo, con una lunghezza compresa tra 30 e 40 cm. La differenza principale che ha con il resto delle varietà è la sua buccia, che è molto più liscia rispetto al resto.

La maggior parte delle zone di produzione della Spagna

L’Andalusia è la principale comunità di produttori di cetrioli olandesi, in particolare la provincia di Almería e Granada.

Producono circa 600.000 tonnellate.

Contrariamente a quanto può sembrare, anche le Canarie hanno la loro parte nella torta, con poco più di 200 ettari e una produzione di 28.000 tonnellate.

Seguono, in ordine di produzione, le zone agricole della Catalogna, Murcia e della Comunità Valenciana.

Classi e tipi di cetrioli nel mondo

Il cetriolo è un ortaggio conosciuto e apprezzato nel mondo della gastronomia.

Per questo motivo troviamo diverse classi distribuite nel mondo, la più importante delle quali è la seguente:

cetriolo spagnolo

Cetriolo corto (10-15 cm) con buccia ruvida e sapore e profumo intensi.

cetriolo francese

Abbastanza simile al cetriolo spagnolo ma un po’ più lungo. Di solito ha una lunghezza media tra 15 e 20 cm.

Ha un sapore più dolce e meno intenso rispetto a quello spagnolo, motivo per cui viene solitamente utilizzato per preparare il gazpacho.

cetriolo inglese

Con una morfologia molto simile al cetriolo olandese, ha una buccia verde leggermente ruvida. È di dimensioni leggermente inferiori rispetto all’olandese, ma ha un sapore simile.

cetriolo olandese

Uno dei più prodotti e coltivati, e ampiamente consumato in Europa (soprattutto nel Regno Unito e in Germania).

Un frutto molto allungato che può raggiungere fino a 40 cm di lunghezza, con una buccia morbida e liscia.

cetriolo giapponese

Il Giappone e la cultura asiatica usano spesso questo ortaggio nella loro cucina. Pertanto, il paese giapponese ha la sua varietà di cetriolo.

Questo ortaggio noto come cetriolo kyuri si caratterizza per essere un frutto sottile e allungato, di colore verde scuro e dal caratteristico sapore dolce e croccante al momento del morso.

cetriolo armeno

È anche comunemente noto come cetriolo serpente, per la sua lunghezza, il colore e la caratteristica curvatura che presenta.

La sua buccia è liscia e all’interno troviamo una carne gialla molto appariscente.

Principali varietà di cetriolo di Almeria

  • chencho
  • akiles f1
  • Bangla F1
  • Benedetto
  • CU25985009 F1
  • CU28392 F1
  • CU35685135F1
  • Drago
  • Leccio
  • strada
  • Kantaka
  • Corbezzolo
  • mitra
  • strateghi
  • Belmonte F1
  • Bomba F1
  • gallo f1

Principali varietà di cetriolo olandese

Come coltivare il cetriolo olandese

richieste climatiche

Il cetriolo olandese è una coltura abbastanza esigente in termini di temperatura e, soprattutto, di umidità relativa.

  • Temperatura di germinazione: 20-30 ºC
  • Temperatura di sviluppo del gambo e delle foglie: 20-30 ºC
  • Temperatura di ingrasso della frutta:  15-20 ºC

Per quanto riguarda l’umidità relativa, la coltura aumenta esponenzialmente il suo sviluppo con valori superiori all’80%, anche se c’è il rischio di aumentare la probabilità di soffrire di malattie come peronospora o botrite.

tipo di suolo

Il cetriolo olandese può essere coltivato in qualsiasi tipo di terreno, fattore principale da considerare è la conservazione ottimale dell’umidità.

Tieni presente che questo ortaggio necessita di grandi dosi di acqua per la dimensione delle sue foglie e per la continua produzione di frutti compatti del peso di 200-300 grammi.

Necessita di una profondità del terreno di almeno 40-50 cm, quindi è necessaria una buona lavorazione del terreno in profondità ed eventuali ostacoli come sassi o falde acquifere alte devono essere rimossi.

Il pH del suolo del cetriolo olandese è generalmente compreso tra 5,5 e 7.

bisogni di acqua

Molto esigente in acqua, poiché le sue grandi foglie traspirano molto al caldo, soprattutto con bassa umidità.

Per la sua coltivazione sono disponibili gocciolatori da 2-3 L/h per pianta, con rischi da 40 minuti a 1 ora.

Nella stagione calda, sopra i 25 ºC, ogni pianta richiede solitamente circa 2-3 litri per pianta al giorno

esigenze degli abbonati

Il cetriolo olandese è piuttosto esigente quando si tratta di concimazione. Questa varietà è in grado di produrre tra 8 e 12 kg/m 2 o anche più, a seconda delle condizioni climatiche.

Per una superficie di 1 ettaro (10.000 m 2), si tratta delle seguenti esigenze di concimazione:

  • 400 kg di azoto (N)
  • 200 kg di fosforo (P)
  • 450 kg di potassio (K)

Questa coltura necessita anche di grandi quantità di calcio, anche se da esso dipenderà la quantità di calcio nell’acqua, che in termini generali di solito è abbastanza importante. Generalmente il nitrato di calcio viene utilizzato come fonte di calcio, fornendo anche azoto nitrico, che viene facilmente assorbito dalle piante.

Per saperne di più: piantagione da compagnia: come potenziare le tue piante

Piaghe e malattie

parassiti

  • Ragno rosso ( Tetranychus urticae)
  • Mosca bianca ( Bemisia tabaci)
  • Tripidi ( Frankliniella occidentalis)
  • Minatore di foglie ( Liriomyza spp.)
  • Ciambella verde ( Spodoptera exigua)
  • Nematodi ( Meloidogyne spp.)

Malattie

  • Fusarium oxysporum
  • Fitio
  • Rizoctonia solani
  • muffa in polvere
  • botrite
  • alternato
  • Didymella bryoniae ( Mycosphaerella citrullina)
  • Muffa ( Pseudoperonospora cubensis)

Leggi tutto: Bacillus subtilis in agricoltura: un batterio per combattere le malattie

virus

  • CMV (virus del mosaico del cetriolo)
  • WMV-2 (virus del mosaico dell’anguria-2)
  • ZYMV (virus del mosaico giallo delle zucchine)
  • SqMV (virus del mosaico di zucca)
  • CuYV (virus del giallo del cetriolo)
  • CVYV (virus della vena gialla del cetriolo)

Come mangiare il cetriolo di tipo olandese?

Non ci sono differenze quando si consuma questo tipo di cetriolo. Le differenze che si apprezzano a livello di gusto con le altre classi sono percettibili, ma non per prepararlo in modo diverso.

Il modo più comune di consumare il cetriolo è fresco, sia attraverso creme, gazpacho o direttamente fresco, in insalata.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.